Sundae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sundae
Sundae alla fragola
Sundae alla fragola
Origini
Luogo d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Dettagli
Categoria dolce
 

Il sundae (pron. /ˈsʌndeɪ/, /ˈsʌndi/) è un gelato da dessert ricoperto di sciroppo, in alcuni casi guarnito con granella di nocciole, panna montata, o ciliegie maraschino.

Il primo sundae storicamente documentato è stato creato ad Ithaca (New York) il 3 aprile 1892 da John M. Scott, ministro unitarianista, e Chester Platt, co-proprietario della Platt & Colt Pharmacy.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Un sundae

Sebbene per l'Oxford English Dictionary l'origine del termine sia oscura, è solitamente accettata la versione secondo la quale "sundae" derivi dalla parola sunday, o sonntag, che significano domenica rispettivamente in inglese e in tedesco.

Fra le molte storie riguardo l'invenzione del sundae c'è quella delle cosiddette Blue Laws, le quali vietavano il consumo di gelato, sia al naturale che mischiato con sciroppi o bibite gasate (la seconda tipologia è stata inventata da Robert M. Green a Philadelphia nel 1874[2]). Si racconta che queste leggi abbiano spinto i droghieri a produrre un sostituto per questi dolci che fosse comunque consumabile di domenica: sempre secondo questa teoria, il nome fu leggermente modificato da Sunday (domenica) in sundae, per evitare di offendere qualunque convenzione religiosa.

A supporto di quest'idea, Peter Bird scrisse in The First Food Empire: A History of J. Lyons and Co. (2000) che il nome 'sundae' fu adottato in Illinois a seguito delle prime proibizioni di consumazione domenicale di gelato, poiché un gelato con una guarnizione che lo nascondesse non era considerato tale. Comunque, secondo un documento pubblicato dagli Evaston, nella Illinois Public Library, non era il gelato, ma la sua versione miscelata con la soda a essere fuorilegge di domenica in Illinois[3]

Altre leggende si focalizzano sulla novità del dolce o sul nome dell'inventore, e non menzionano affatto alcuna pressione legale.

Origini controverse[modifica | modifica sorgente]

Varie località americane pretendono di essere riconosciute come luogo natio del sundae. La lista dei pretendenti include Ithaca, New York, Two Rivers, Wisconsin, Plainfield, Illinois, Evanston, Illinois, New York, New Orleans, Louisiana Cleveland, Ohio, e Buffalo, New York.

Two Rivers, Winsconsin, 1882[modifica | modifica sorgente]

Le pretese della città di Two Rivers sono basate sulla storia di George Hallauer, che pare nel 1881 chiese a Edward C. Berners, il proprietario della Berners' Soda Fountain, di spruzzare dello sciroppo al cioccolato su d'un gelato. Berner alla fine lo fece, e iniziò a vendere questo dolciume per un nickel, inizialmente solo la domenica ma poi ogni giorno. Quando Berner morì nel 1939m il Chicago Tribune titolò il suo necrologio "L'Uomo Che Creò il Primo Gelato Sundae è Morto" ("Man Who Made First Ice Cream Sundae Is Dead"[4])[5]. Due studenti della Ithaca High School, comunque, sostengono che Berner all'epoca avrebbe avuto solo 16 o 17 anni all'epoca dei fatti, e che è dunque "improbabile" che possedesse già un negozio di gelati. Sostengono anche che il necrologio dati il primo sundae di Berner al 1899 e non al 1881[6].

I residenti di Two Rivers hanno contestato le altre città che pretendono il diritto di affermarsi "luogo di nascita del sundae". Quanto il sindaco di Ithaca proclamò un giorno nel quale celebrare la sua città come luogo di nascita del sundae, ricevette dagli abitanti di Two River svariate cartoline contenenti proteste al riguardo[7].

Evanston, Illinois, 1890[modifica | modifica sorgente]

Ithaca Daily Journal, 28 maggio 1892

Evanston fu una delle prime località ad approvare le Blue Laws contro la vendita di gelati con soda nel 1890. "Alcuni ingegnosi baristi e droghieri, in "Heavenston", obbedendo alla legge, servivano gelato con lo sciroppo richiesto ma senza soda. Dunque seguendo la legge. [...] Queste "sode" senza soda diventarono la soda della Domenica"[3] Poiché la vendita del dolce continuava anche di lunedì, i capi dei venditori locali proposero di chiamare il dessert con un nome che richiamasse il Sabbath. Così il nome del dolce fu mutato in Sundae.[8].

Ithaca, New York, 1892[modifica | modifica sorgente]

A supporto della tesi che afferma Ithaca essere la città natale del Sundae, i ricercatori dell'History Center in Tompkins County, New York, riportano ancora un'altra versione su come il sundae venne creato: fu la domenica 3 aprile 1892 che John M. Scott, un ministro della Chiesa Unitaria, e Chester Platt, co-proprietario della Platt & Colt Pharmacy, crearono il primo sundae storicamente documentato[6][9]. Platt ricoprì per un mero capriccio un piatto di gelato con sciroppo di ciliegie e ciliegie candite, e chiamò il piatto "Cherry Sunday" (cherry è ciliegia in inglese) in onore del giorno in cui era stato creato. La più antica prova scritta di un sundae è una inserzione per la "Cherry Sunday" della Platt e Colt's, pubblicato sull'Ithaca Daily Journalil 5 aprile 1892. Nel maggio dello stesso anno la Platt&Colt vendeva già "Strawberry Sundays" e, successivamente, "Chocolate Sundays". I "Sundays" della Platt&Colt arrivarono a divenire così popolari che, nel 1894, Chester Platt tentò di registrare il termine "Sunday"[10].

Plainfield, Illinois[modifica | modifica sorgente]

Anche Plainfield, Illinois sostiene di essere la casa del primo gelato sundae. Una convinzione locale è che un droghiere di Plainfield chiamato Mr. Sonntag creò il piatto "a causa delle sollecitazioni dei protettori di creare qualcosa di differente". Questi chiamò il piatto "sonntag", come il suo cognome, e poiché Sonntag in tedesco vuol dire domenica, (ovvero Sunday in inglese), il nome fu tradotto in Sunday e successivamente fu modificato in sundae[11]. Per questa versione non è riportata alcuna data precisa.

Tipi[modifica | modifica sorgente]

Il classico Sundae[modifica | modifica sorgente]

Il gelato è costituito da piccole palline di gelato alla vaniglia condite con una salsa aromatizzata o dello sciroppo, panna montata e una ciliegina al maraschino. Secondo la tradizione, viene quasi sempre servito in una coppa di vetro a forma di tulipano.

Hot Fudge Sundae[modifica | modifica sorgente]

È una delle tante variazioni. Il nome deriva dalla salsa calda al cioccolato con cui è guarnito.

Caramelo Sundae[modifica | modifica sorgente]

Questa è una variante dell'Hot Fudge in cui la salsa al caramello sostituisce quella al cioccolato.

Sundae Tartaruga[modifica | modifica sorgente]

Gli ingredienti principali sono gelato alla vaniglia, salse al cioccolato e al caramello, noci tostate e pecan. È un gelato molto famoso nella tradizione americana. Il nome deriva da una caramella americana chiamata Turtle (in inglese "tartaruga") che aveva gli stessi ingredienti del gelato sopra citato.

Il più costoso[modifica | modifica sorgente]

Il sundae più costoso è il Golden Opulence Sundae, venduto da un ristorante a New York City al prezzo di 1000 dollari statunitensi.[12] Il gelato è costituito da cinque palline di gelato Tahiti alla vaniglia del Madagascar, coperto da una foglia d'oro commestibile da 23 carati, caviale, cioccolato, frutto della passione, arancia, frutta candita di Parigi, marzapane, ciliegine ed è decorato con confetti di oro vero. Il gelato viene servito in un calice di cristallo baccarat Harcourt con un cucchiaino d'oro a 18 carati.[13]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Daily Ithaca Journal, 5 aprile 1892
  2. ^ Soda beverages in Philadelphia in American druggist and pharmaceutical record, vol. 48, 1906, p. 163.
  3. ^ a b Origin of the Ice Cream Sundae in Evanston Public Library. URL consultato il 10 gennaio 2010.
    «Alcuni ingegnosi baristi e droghieri, in "Heavenston", obbedendo alla legge, servivano gelato con lo sciroppo richiesto ma senza soda. Dunque seguendo la legge. Non servivano gelati con la soda. Servivano bevande che solitamente erano con soda, ma senza soda. Queste "sode" senza soda diventarono la soda della Domenica. Questa dimostrò essere gustosa e popolare e gli ordini per la soda della Domenica iniziarono ad arrivare anche di Lunedì».
  4. ^ Man Who Made First Ice Cream Sundae Is Dead in Chicago Daily Tribune, 2 luglio 1939, pp. 1.
  5. ^ Two Rivers - The Real Birthplace of the Ice Cream Sundae, Two Rivers Economic Development. URL consultato il 26 giugno 2007.
    «La storia del sundae risale al 1881 quando della salsa al cioccolato fu usata con del gelato alla Soda Fountain di Ed Berner, 1404 15^esima Strada. Un giorno George Halluer - uno nato a Two Rivers, allora residente in Illinois - chiede a Berner di mettere del cioccolato sulla sua coppa di gelato: e secondo una intervista a Berner del 1929, pare che all'epoca lui pensò che non fosse una grande idea.».
  6. ^ a b New intel in the sundae wars: IHS grads scoop up ice cream facts in Ithaca Journal, 26 luglio 2007. URL consultato il 26 luglio 2007. [collegamento interrotto]
  7. ^ Laura Zaichkin, Sundae wars continue between Ithaca and Two Rivers in Ithaca Journal, 30 giugno 2006.
  8. ^ The origin of ice-cream in BBC, 7 settembre 2004. URL consultato il 10 gennaio 2010.
    «I gelati sundae furono inventati nel tardo XIX secolo nella città americana di Evanston quando divenne illegale vendere gelati con soda di domenica. Per aggirare il problema alcuni venditori sostituirono la soda con lo sciroppo e chiamarono il dessert "Ice Cream Sunday" (Gelato della Domenica). Poi, sostituirono la "y" finale con una "e", per evitare di infastidire qualsiasi capo religioso...».
  9. ^ Michael Turback, Ithaca's Gift to the World, 2004. URL consultato il 26 giugno 2007.
  10. ^ Documenting Ithaca New York as the Home of the Ice Cream Sundae in Ithaca Convention & Visitors Bureau, 2007. URL consultato il 20 agosto 2007.
    «In un pomeriggio di Domenica, il 3 aprile 1892, dopo aver servito alla messa della Chiesa Unitaria, il reverendo John M. Scott fece la sua consueta visita alla Platt & Colt Pharmacy a Ithaca. Il proprietario del negozio, Chester C. Platt, era un frequentatore della chiesa, e si incontrava spesso con Scott per discorrere alla fine della messa. Cercando qualcosa che ristorasse sia lui che il reverendo, Platt chiese al suo cameriere, DeForest Christiance, due coppe di gelato. Ma invece di servire al reverendo della semplice vaniglia, Platt prese le coppe e guarnì entrambe con sciroppo di ciliegie e ciliegie candite. Il piatto finito sembrava e - soprattutto - era delizioso - così tanto che l'uomo si sentì in obbligo di dare un nome alla propria creazione. Dopo qualche discussione, Scott suggerì di chiamarlo in virtù del giorno in cui era stato creato. Platt concordò e così il primo "Cherry Sunday" era nato.».
  11. ^ Village of Plainfield Historical Information Directory. URL consultato il 3 aprile 2011.
    «Anche Plainfield sostiene di essere la casa del primo gelato sundae. Una convinzione locale è che un droghiere di Plainfield chiamato Mr. Sonntag creò il piatto "a causa delle sollecitazioni dei protettori di creare qualcosa di differente". Questi chiamò il piatto "sonntag", come il suo cognome, e poiché Sonntag in tedesco vuol dire Domenica, il nome fu tradotto in Sunday e successivamente fu modificato in sundae, così nacque il gelato sundae.».
  12. ^ Serendipity 3 - Menu
  13. ^ (EN) Got $1,000? Why Not Try a Golden Opulence Sundae?

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina