Summer Phoenix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Summer Joy Phoenix

Summer Joy Phoenix, nata Summer Joy Bottom (Winter Park, 10 dicembre 1978), è un'attrice, modella e stilista statunitense, di origini russe e ungheresi.

Figlia d'arte, ha due sorelle e due fratelli, tra cui i famosi River, Joaquin; dal 2006 è la moglie dell'attore Casey Affleck, con il quale ha due figli.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Quinta ed ultima figlia di Arlyn Dunetz (che poi cambierà il suo nome in Heart), segretaria, nata nel Bronx da genitori di origine russa e ungherese e di religione ebraica e del carpentiere John Lee Bottom, cattolico proveniente da Fontana in California, è sorella di Joaquin, Rain, Liberty e River Phoenix, quest'ultimo morto tragicamente nel 1993, all'età di 23 anni. La famiglia, tuttora nota come la più alternativa e hippie nel mondo del cinema, visse per alcuni anni in Sud America ed i bambini presero parte alla setta Bambini di Dio; quando però i Bottom rimasero profondamente delusi dalla setta religiosa, decisero di uscirne. Si trasferirono poi nuovamente negli Stati Uniti, cambiando il cognome in "Phoenix".

Carriera cinematografica e teatrale[modifica | modifica sorgente]

Summer, inizia la sua carriera da bambina, comparendo nelle celeberrime serie Genitori in blue jeans, Airwolf ed in uno dei celebri episodi de La signora in giallo; dopo il diploma, studia alla Tish School of the Arts, dove ottiene una laurea. Grande appassionata di teatro e cinema, nel 1998 recita in Giovani, pazzi e svitati, Fuori di cresta e The Faculty.

Nel 2000, dopo aver recitato da protagonista in Esther Kahn, ruolo che le conferisce notorietà come versatile attrice alternativa, appare in Lui, lei e gli altri, accanto al compagno e futuro marito Casey Affleck, mentre nel 2001 è protagonista femminile di The Believer, accanto a Ryan Gosling. Il film, oltre a conferirle una più vasta notorietà, le permette una candidatura come miglior attrice all'Independent Spirit Award nel 2002.

Recita in moltissime produzioni indipendenti e nel teatrali, tanto che sarà proprio sul palcoscenico (è mettendo in scena This is Our Youth, che Summer e Casey Affleck intraprendono la loro relazione).

Dopo la nascita del primo figlio, nel 2004, Summer abbandona la carriera cinematografica per dedicarsi a nuovi progetti.

Ultimi anni[modifica | modifica sorgente]

Summer, da sempre appassionata di arte e moda originale, in molti anni ha realizzato il progetto di diventare designer di moda. Nel 2003 ha lanciato insieme alle amiche Odessa Whitmire e Ruby Canner (con la quale Summer racconta di aver trascorso molti pomeriggi, sin dall'età di nove anni, a fantasticare sul fatto di aprire una boutique, tutta loro, un giorno) una linea di moda, con l'apertura della boutique "Some Odd Rubies", la cui sede principale si trova a New York.

Attualmente Summer è impegnata in questo progetto.[1]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995, il fratello Joaquin le presenta l'amico Casey Affleck, con cui stava girando Da morire. I due diventano amici e nel 2000 intraprendono una relazione. Il 25 dicembre del 2003 la coppia si fidanza ufficialmente e il 31 maggio del 2004 ad Amsterdam nasce il loro primo figlio, Indiana August. Summer e Casey si sposano il 3 giugno del 2006 a Savannah e nel gennaio 2008 hanno un secondo figlio, Atticus.

Pensiero e ideologia[modifica | modifica sorgente]

Summer ha imparato dalla sua famiglia l'amore per l'ambiente, la natura e gli animali. È infatti nella scuola d'infanzia che decide di essere una vegana e di sostenere le cause degli ambientalisti e animalisti. Una volta raggiunta la maggiore età si iscrive alla organizzazione no-profit a sostegno dei diritti per gli animali People for the Ethical Treatment of Animals.

Tuttora infatti, lei e il marito Casey Affleck, anche lui vegano, collaborano con la PETA in vari progetti a favore della vita degli animali.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Some Odd Rubies

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34397108 LCCN: nr2002045053