Suddivisione amministrativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le divisioni amministrative del mondo

Una suddivisione amministrativa è una parte definita di territorio di uno Stato, entro i cui confini è limitata la competenza di un organo amministrativo. Il centro abitato dove l'organo ha sede è detto capoluogo.

In quasi tutti gli stati, il territorio è diviso in più circoscrizioni (il cui nome può variare sensibilmente da Paese a Paese) e spesso vi sono più livelli di suddivisione. In particolare, possono esserci:

  • un livello di base, con circoscrizioni territorialmente molto piccole denominate perlopiù comuni, municipi o municipalità (esistono tuttavia ordinamenti, come quello italiano, che possono prevedere ulteriori suddivisioni, come le frazioni o le circoscrizioni);
  • uno o più livelli superiori, con circoscrizioni variamente denominate (stato, regione, provincia, dipartimento, prefettura, distretto, cantone, contea, circondario, governatorato...) che raggruppano più circoscrizioni del livello immediatamente inferiore.

Alcune delle predette suddivisioni amministrative sono di carattere generale, nel senso che sono utilizzate per delimitare la competenza di una pluralità di organi. Altre, invece, sono specifiche di certi organi. Possono inoltre esserci suddivisioni distinte per gli organi amministrativi e per quelli giudiziari.

Nelle suddivisioni a carattere generale può esserci un rappresentante del governo centrale, ad esempio un prefetto o un governatore. Inoltre può esserci un ente territoriale, ossia un ente pubblico per il quale il territorio non è solo limite della competenza dei suoi organi (come avviene per gli altri enti locali) ma anche elemento costitutivo dell'ente stesso, i cui organi di governo sono rappresentativi della popolazione residente (in Italia sono enti di questo tipo regioni, province e comuni). Attraverso questi enti si realizza l'autogoverno della comunità residente nella circoscrizione, secondo vari gradi di autonomia che raggiunge il massimo nei sistemi federali.

Di solito il territorio dello stato è interamente ripartito in circoscrizioni di un certo tipo; tuttavia, possono anche esserci circoscrizioni limitate a certe porzioni del territorio e non presenti altrove: un esempio sono le colonie e gli altri possedimenti di tipo coloniale (che vengono genericamente denominati dipendenze). Un altro esempio sono le speciali circoscrizioni istituite per assicurare il governo unitario delle aree metropolitane, di solito accorpando più livelli altrove distinti. Nelle federazioni possono esserci particolari circoscrizioni (dette di solito territori federali) che non fanno parte di nessun stato federato e sono amministrate direttamente dal governo federale; normalmente si trova in questa situazione anche la circoscrizione che comprende la capitale federale (di solito denominata distretto federale). Una disomogeneità nella ripartizione territoriale si trova anche in quegli stati che, ai livelli più bassi, usano diversi schemi di suddivisione per le aree rurali e per quelle urbane (più semplice nelle prime, con più livelli nelle seconde).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto