Succinimmide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Succinimmide
Succinimide.svg
Nome IUPAC
pirrolidin-2,5-dione
Nomi alternativi
Succinimmide
2,5-dichetopirrolidina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C4H5NO2
Massa molecolare (u) 99.09 g/mol
Aspetto polvere bianca cristallina
Numero CAS [123-56-8]
PubChem 11439
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1.41 g/cm3
Costante di dissociazione acida (pKa) a K 9.5
Solubilità in acqua 1 g/3 mL
Temperatura di fusione 125-127 °C, 398-400 K, 257-261 °F
Temperatura di ebollizione 287-289 °C, 560-562 K, 549-552 °F
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 14 g/kg (ratto, somministrazione orale)
Indicazioni di sicurezza
Frasi S S24/25 S28 S37 S45

La succinimmide è una molecola ciclica facente parte della famiglia delle immidi. Si ottiene dalla condensazione di acido succinico ed urea. Rappresenta la struttura base delle succinimidi (o derivati succinimidici), farmaci ad azione anticonvulsivante usati nella cura dell'epilessia come l'etosuccimide. Vengono usati prevalentemente nella terapia del piccolo male in sostituzione agli ossazolidindioni per via della minore tossicità.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina