Struthio camelus syriacus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Struzzo dell'Arabia
Syrischer Maler um 1335 001.jpg
Struthio camelus syriacus
in un manoscritto islamico del 1335
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto (1941)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Paleognathae
Ordine Struthioniformes
Famiglia Struthionidae
Genere Struthio
Specie S. camelus
Sottospecie S. c. syriacus
Nomenclatura trinomiale
Struthio camelus syriacus
Rothschild, 1919

Lo struzzo dell'Arabia (Struthio camelus syriacus Rothschild, 1919) è una sottospecie di struzzo estinta dal 1941. Il suo areale comprendeva la Penisola arabica e il Medio Oriente.[1]

Cause dell'estinzione[modifica | modifica wikitesto]

Durante la prima guerra mondiale, lo struzzo arabo venne cacciato sino ad essere portato al limite dell'estinzione, venendo persino inseguito con le jeep. L'ultimo esemplare morì nel 1941, anche se pare che nel 1966 ne sia stato trovato un esemplare morto per un'alluvione.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Struthionidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 25 ottobre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Studio Editoriale Maurizio Orlandi (a cura dello), Guinness World records 2009, Milano, Mondadori, 2008. ISBN 978-88-04-58266-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli