Strofadi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strofadi
Στροφάδες
il monastero dell'isola, come si presenta oggi
il monastero dell'isola, come si presenta oggi
Geografia fisica
Localizzazione Mare Ionio
Coordinate 37°15′N 21°00′E / 37.25°N 21°E37.25; 21Coordinate: 37°15′N 21°00′E / 37.25°N 21°E37.25; 21
Arcipelago Isole Ionie
Superficie 4 km²
Isole principali Samfani - Arpia
Geografia politica
Stato Grecia Grecia
Demografia
Abitanti 1 (2001)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Strofadi

[senza fonte]

voci di isole della Grecia presenti su Wikipedia
« Quivi le brutte Arpie lor nidi fanno,
che cacciar de le Strofade i Troiani
con tristo annunzio di futuro danno. »
(Dante Alighieri, Divina Commedia, Inferno, canto 13 - versi 10-12)

Le Strofadi[1] o Strivali in greco moderno,[2] sono due piccole isole greche del mar Ionio in un gruppo di 35 scogli: Arpia a nord, e Stamfani,[3] la maggiore, a sud, entrambe situate a 32 miglia a sud dell'isola di Zante. Un monastero risalente al Duecento domina l'isola maggiore. Su queste isole quasi disabitate nidificano molte specie di uccelli migratori per cui sono state definite aree protette.

Nel libro terzo dell'Eneide, Virgilio racconta dell'incontro fra Troiani fuggiti dalla loro città, sotto la guida di Enea, e le Arpie che mal sopportavano il loro arrivo.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista amministrativo le Strofadi fan parte del comune di Zante

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. Nuova enciclopedia universale Rizzoli Larousse, vol. XIX, p.231.
  2. ^ Arpie e Strofadi
  3. ^ Grecia, Zante e Peloponneso

Galleria di immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]