Strike Back

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strike Back
Strike Back logo.svg
Logo della serie televisiva
Titolo originale Strike Back
Paese Regno Unito
Anno 2010 – in produzione
Formato serie TV
Genere azione
Stagioni 4
Episodi 36
Durata 45 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio Dolby Surround
Crediti
Interpreti e personaggi
Musiche Scott Shields
Prima visione
Prima TV originale
Dal 5 maggio 2010
Al in corso
Rete televisiva Sky1 (st. 1)
Cinemax (st. 2-3)
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 3 febbraio 2011
Al in corso
Rete televisiva FX (st. 1)
Sky Uno (st. 2-3)

Strike Back, nota in Italia anche come Strike Back - Senza regole, è una serie televisiva britannica prodotta dal 2010 da British Sky Broadcasting, in co-produzione con la rete via cavo americana Cinemax, tratta dall'omonimo libro di Chris Ryan, ex agente del SAS britannico.

La prima stagione è stata trasmessa in Italia da FX nel febbraio 2011. La seconda stagione è andata in onda a partire da gennaio 2012 sul canale Sky Uno, la terza dal 30 settembre 2012. Nel Regno Unito l'ultima stagione trasmessa da Sky è diventata il terzo programma non sportivo più visto su una pay-tv, dopo I Simpson e Sinbad[1]. In chiaro in Italia la seconda stagione è stata trasmessa da Rai 2 dal 28 maggio 2013.

Al fine di prepararsi meglio per i loro ruoli, diversi membri del cast principale hanno trascorso un mese di addestramento con ex ufficiali di Special Air Service e Special Boat Service.

Negli USA, Cinemax ha rinnovato la serie: nel 2013 Strike Back prosegue con una quarta stagione composta da altri 10 episodi, girati in diverse città del Sudafrica e dell'Ungheria [2], che dal 6 ottobre 2013 viene trasmessa in Italia da Sky Uno [3].

Nell'ottobre 2013, Cinemax annuncia che rinnoverà la serie per una quinta ed ultima stagione, composta da 10 episodi. Verranno trasmessi nel 2014[4].

La sigla è "Short Change Hero" del gruppo musicale britannico The Heavy.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione: Chris Ryan's Strike Back[modifica | modifica sorgente]

Siamo in ambito militare, nel cuore delle aree più calde del paese, al seguito di due uomini forti e allo stesso tempo turbati da un passato traumatico. La serie infatti segue le vicende di John Porter (Richard Armitage), un sergente della SAS (Special Air Service) e Hugh Collinson (Andrew Lincoln), un ufficiale della "Sezione 20" dei servizi segreti militari inglesi, impegnata in tutti gli scenari di crisi mondiale. Entrambi hanno partecipato ad un’operazione durante l’invasione dell’Iraq del 2003 in cui due loro compagni restarono uccisi. Da questo avvenimento si dipanano tre storie diverse che si sviluppano durante i tre episodi della serie: nel primo viene raccontato il rapimento di Katie Dartmouth (Orla Brady), giornalista inglese inviata in Iraq che Porter deve salvare da una situazione pericolosa. Nel secondo, ambientato in Zimbabwe, Porter entra come infiltrato nella prigione di massima sicurezza in cui è tenuto prigioniero un cittadino inglese accusato dell’assassinio del Presidente Mugabe, per aiutarlo ad evadere. Nell’ultimo episodio, infine, ambientato in parte in Afghanistan in parte in Pakistan, seguiremo un hacker responsabile della morte di alcune truppe americane a Helmand.

Seconda stagione: Project Dawn[modifica | modifica sorgente]

Philip Winchester, nella serie il sergente Stonebridge

La stagione racconta le azioni della "Sezione 20", squadra tattica operativa del Military Intelligence britannico, guidata dal colonnello Grant (dopo la morte di Collinson e John Porter), e in particolare del sergente Michael Stonebridge (Winchester) e di un ex Delta Force americano, il sergente Damian Scott (Stapleton). La Sezione 20 conduce una caccia all'uomo partendo dall'Iraq in tutto il mondo (Pakistan, Kosovo, Cecenia, Ungheria) per trovare e catturare il terrorista pakistano Latif, che dopo aver catturato ed ucciso Porter, sta tramando un intervento conosciuto come "Progetto Aurora".

Il solo membro del cast della prima serie rimasto è Richard Armitage. Le riprese sono iniziate nel febbraio 2011 e si sono svolte a Città del Capo, Sud Africa e Ungheria.

Terza stagione: Vengeance[modifica | modifica sorgente]

Al comando della sezione 20, dopo la morte del colonnello Eleanor Grant, ora c'è il maggiore Rachel Dalton. L'azione si svolge in Africa, tra la Somalia, il Niger e il Sud Africa, e Damien Scott con il sergente Michael Stonebridge lotteranno contro terroristi internazionali che vogliono impadronirsi di armi nucleari.

Quarta stagione: Shadow Warfare[modifica | modifica sorgente]

Questa volta la sezione 20 sarà alle prese con l'inseguimento del pericoloso terrorista al-Zuhari e dei suoi partner del cartello. L'inseguimento si dislocherà tra diversi scenari e diverse paesi tra cui Colombia, Libano ed Europa. Nel corso degli eventi il maggiore Dalton viene uccisa e il comando della sezione 20 è preso direttamente dal suo superiore, il colonnello Philip Locke.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 6 2010 2011
Seconda stagione 10 2011 2012
Terza stagione 10 2012 2012
Quarta stagione 10 2013 2013

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • 2012: Nomination agli Emmy Awards nella categoria "Outstanding Main Title Design" [5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://guidatv.sky.it/guidatv/sevendays/56/web/pages/Serie%20TV/56_7d_strike_back.html
  2. ^ "Strike Back" Episode #4.1 (TV Episode 2013) - Full Cast & Crew - IMDb
  3. ^ http://guidatv.sky.it/guidatv/sevendays/98/web/pages/Serie%20TV/98_7d_strike_back.html
  4. ^ http://nextserie.net/cinemax-rinnova-strike-back-quarta-ultima-stagione/
  5. ^ Search is Being Updated | Television Academy

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione