Strigile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strigili romani del I secolo a.C.

Lo strigile è un raschietto di metallo, che i Greci chiamavano ξύστρα e i Romani strigilis. In italiano striglia. Usato solo dai maschi e principalmente dagli atleti dopo le competizioni, serviva ad eliminare l'eccesso di sudore e polvere. Veniva anche usato per rimuovere una mistura di olio e sabbia, la quale aveva un'azione abrasiva, che gli atleti usavano spalmarsi addosso prima delle gare di lotta.

Veniva usato anche dalle donne (per esempio) etrusche per rimuovere l'olio d'oliva che usavano come crema per la pelle.

Possiamo trovare un esempio della sua applicazione nella scultura dell'Apoxyómenos di Lisippo datato 320 a.C. h 250 cm.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]