Streptococcus viridans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con la denominazione di streptococcus viridans si designano operativamente diverse specie di streptococchi, appartenenti a diversi gruppi (F, G, K, M, etc.) di Lancefield o sprovviste dell'antigene corrispondente, che possono essere isolate dal cavo orale o da altre sedi corporee e che sono solitamente dotate di proprietà α-emolitica. Le specie "viridanti" più frequentemente riscontrate in patologia umana sono rappresentate da Streptococcus mutans, Streptococcus Salivarius, Streptococcus Sanguis, Stroptococcus Mitior e Streptococcus Milleri. Le prime quattro specie sono produttrici di glucani che ne favoriscono l'adesione a superfici lisce come quella dello smalto dentale o di strutture connettivali, possiedono adesine specifiche per la fibronectina e possono essere causa di endocardite. S. Milleri, invece, non produce glucani, può essere anche β-emolitico ed è stato isolato da lesioni di tipo ascessuale. L'identificazione dei diversi batteri non si basa di norma sulla ricerca dell'antigene polisaccaridico di Lancefield che spesso non è presente ed è stata affidata all'analisi del profilo biochimico del batterio. Gli Streptococchi Viridanti sono solitamente sentibili agli antibiotici beta-lattamici (penicillina) ma non mancano segnalazioni di stipiti resistenti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]