Strappo (sollevamento pesi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rappresentazione frontale dello strappo a due braccia
strappo ad un braccio
eseguibile con bilanciere, con kettlebell o altro attrezzo

Lo strappo è una delle tre specialità del sollevamento pesi, insieme allo slancio e alla distensione lenta; insieme allo slancio, costituisce il programma olimpico del sollevamento pesi.

In tale disciplina l'atleta, accovacciato, afferra la barra del bilanciere, dopodiché il sollevamento avviene con un unico movimento, e una volta portato il bilanciere all'altezza delle spalle, l'atleta fa scivolare il corpo sotto la sbarra, per poi distendere le gambe e tornare in posizione eretta mantenendo il bilanciere sollevato per 2 secondi. Lo slancio avviene da questa posizione, quando l'atleta cerca di portare, con un movimento rapido, il bilanciere sopra la propria testa.

Record[modifica | modifica sorgente]

L'attuale record mondiale maschile nella categoria maggiore (atleti più pesanti di 105 kg) è di 214 kg e appartiene all'iraniano Behdad Salimi Kordasiabi; in campo femminile (nella categoria +75 kg) appartiene alla sudcoreana Jang Mi-Ran ed è di 140 kg.

Il precedente record di 216,0 kg (476 lb) e a tutt'oggi migliore prestazione di sempre è stato stabilito dal sollevatore bulgaro Antonio Krastev della categoria +110 kg. Tale prestazione attualmente non viene più considerata record mondiale dalla Federazione Internazionale Sollevamento Pesi (International Weightlifting Federation, IWF) da quando i vecchi primati sono stati annullati in seguito ad una nuova suddivisione delle classi di peso.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ weightliftingexchange.com. Precedenti primati mondiali

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]