Stralcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine stralcio, oppure saldo a stralcio indica un insieme di procedure volte alla completa estinzione di debiti gravanti su un soggetto.

Tale procedura, attuabile correttamente ed in tempi brevi solo da chi appartiene al settore, determina l'annullamento della posizione di debito gravante sul soggetto in questione ed il completo "sbiancamento" della situazione finanziaria degli esecutati, facendo pagare un importo minore al debitore.

Questo accordo è una transazione dove debitore e creditore si mettono daccordo valutando insieme la reciproca convenienza a non prolungare una situazione negativa per entrambi.

L'accordo deve convenire ad entrambe le parti[1]:

  • per il debitore che non ha la possibilità di pagare la somma dovuta e che per effetto degli interessi continua ad aumentare;
  • per il creditore che rischia di dover affrontare costose e lunghe controversie giudiziali che non sempre gli garantiscono di entrare in possesso della somma dovuta.

La procedura è completamente legale e viene spesso attuata da aziende del settore finanziario ed immobiliare.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Diritto
  1. ^ CrediFamiglia, Accordo a saldo e stralcio per pagare meno debiti.