Stralauer Thor (metropolitana di Berlino)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
U-Bahn.svg Stralauer Thor
dal 1924 Osthafen (Stralauer Tor)
U-Bahn Berlin Stralauer Tor Osthafen 1902.jpg
La stazione all'epoca dell'apertura
Stazione della metropolitana di Berlino
Gestore Hochbahngesellschaft
dal 1928 BVG
Inaugurazione 1902
Stato dismessa
Tipologia stazione in viadotto
Mappa di localizzazione: Berlino
Stralauer Thor
dal 1924 Osthafen (Stralauer Tor)
Metropolitane del mondo

Coordinate: 52°30′08.78″N 13°26′48.34″E / 52.50244°N 13.44676°E52.50244; 13.44676

La stazione di Stralauer Thor, nel 1924 ribattezzata Osthafen (Stralauer Tor), era una stazione della metropolitana di Berlino. Venne distrutta nel 1945, in seguito ai bombardamenti della seconda guerra mondiale, e non più ricostruita.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Stralauer Thor venne costruita nell'ambito della prima tratta della metropolitana di Berlino (oggi parte della linea U1), e come quella attivata il 18 febbraio 1902. La struttura della stazione era connessa con il ponte sulla Sprea detto Oberbaumbrücke, costruito insieme alla metropolitana.

Il 15 settembre 1924 la stazione di Stralauer Thor venne ribattezzata in "Osthafen (Stralauer Tor)"[1].

La stazione venne distrutta durante un bombardamento aereo il 10 marzo 1945, negli ultimi mesi della seconda guerra mondiale. Al termine del conflitto si decise di non ricostruirla, perché molto vicina alle stazioni di Warschauer Brücke e di Schlesisches Tor.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Si trattava di una stazione posta in viadotto, immediatamente a nord della Oberbaumbrücke, con due banchine laterali lunghe 73 metri e larghe 3,5[2].

L'accesso era possibile attraverso un piccolo fabbricato viaggiatori posto in mezzo alla strada, e collegato alla banchina in direzione ovest attraverso un ponte.

Distava 320 metri dalla stazione di Warschauer Brücke e 470 metri da quella di Schlesisches Tor[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Meyer-Kronthaler, op. cit., p. 197
  2. ^ a b Meyer-Kronthaler, op. cit., p. 269

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jürgen Meyer-Kronthaler, Berlins U-Bahnhöfe – Die ersten hundert Jahre, be.bra Verlag, Berlino 1996. ISBN 3-930863-16-2

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]