Strada statale 493 Via Claudia Braccianese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 493
Via Claudia Braccianese
Strada Statale 493 Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Lazio Lazio
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio La Storta
Fine ex SS 2 presso Querce d'Orlando
Lunghezza 51,350[1] km
Gestore Tratte ANAS: nessuna (dal 2002 la gestione è passata alla Provincia di Roma e alla Provincia di Viterbo)

La ex strada statale 493 Via Claudia Braccianese (SS 493), ora strada provinciale 493 Via Claudia Braccianese (SP 493)[2] in provincia di Roma e strada provinciale 147 Claudia Braccianese (SP 147)[3] in provincia di Viterbo, è una strada provinciale italiana che collega la periferia a nord di Roma con il lago di Bracciano ed oltre fino al comune di Capranica.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La strada ricalca in parte lo storico tracciato della Via Clodia, via che si staccava dalla Via Cassia nei pressi di Sextum (l'odierna La Storta) per raggiungere Cosa (l'attuale Ansedonia): l'attuale strada condivide grossomodo l'itinerario fino a Forum Clodii (corrispondente all'attuale frazione di San Liberato nel comune di Bracciano).

Nello scorso secolo, venne definita via Braccianese la strada che dalla Via Cassia conduceva a Civitavecchia passando proprio per Bracciano. L'elevazione, invece, al rango di strada statale, recuperava parte del tracciato originario della Via Clodia fino a Vejano.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada, come già detto inizia all'incirca al sesto miglio della Via Cassia, nella località chiamata La Storta, anche se successivamente alla sua declassificazione, è stata aperta una variante che si innesta sulla ex strada statale 2 Via Cassia un paio di chilometri prima provenendo da Roma, proprio a metà strada tra La Storta e La Giustiniana. L'arteria prosegue in direzione nord-est costeggiando per un breve tratto la ferrovia Roma-Viterbo e lasciandosi il comprensorio dell'Olgiata sul lato destro.

In località Osteria Nuova è presente il bivio con la SP 5/a che conduce ad Anguillara Sabazia e quindi al lago di Bracciano. Da qui la distanza con il lago si fa sempre minore fino a Vigna di Valle dove si riaccosta alla linea ferroviaria. Poco prima di Bracciano incrocia la SP 4/a che da un lato conduce verso il mare passando per Cerveteri e Ladispoli, e dall'altro costeggia la sponda settentrionale del lago attraversando Trevignano Romano.

La strada prosegue oltre e dopo aver superato Bracciano raggiunge Manziana da dove si diparte la SP 3/a, il proseguimento del vecchio percorso della provinciale verso Tolfa e Civitavecchia, mentre la strada prosegue verso nord verso Oriolo Romano. Il percorso continua in direzione nord-ovest raggiungendo Vejano, salvo poi rideviare verso nord-est, innestandosi nuovamente sulla ex strada statale 2 Via Cassia in località Querce d'Orlando, a metà strada tra Capranica e Cura di Vetralla.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2002 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Lazio che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Roma e della Provincia di Viterbo per le tratte territorialmente competenti[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Lazio.
  2. ^ Elenco strade provinciali: zona nord, Provincia di Roma.
  3. ^ Manutenzione strade - Zona 5, Provincia di Viterbo.
  4. ^ Deliberazione n. 17/2010/PRS, Corte dei conti, pp. 13-15.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]