Strada in Chianti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada in Chianti
frazione
Chiesa di San Cristoforo
Chiesa di San Cristoforo
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Firenze-Stemma.png Firenze
Comune Greve in Chianti-Stemma.png Greve in Chianti
Territorio
Coordinate 43°39′32.43″N 11°17′46.99″E / 43.659008°N 11.296386°E43.659008; 11.296386 (Strada in Chianti)Coordinate: 43°39′32.43″N 11°17′46.99″E / 43.659008°N 11.296386°E43.659008; 11.296386 (Strada in Chianti)
Altitudine 276 m s.l.m.
Abitanti 2 126 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 50027
Prefisso 055
Fuso orario UTC+1
Patrono San Cristoforo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Strada in Chianti

Strada in Chianti è una frazione del comune di Greve in Chianti, in provincia di Firenze.

È il paese più prossimo a Firenze dell'intero comune grevigiano, da cui dista circa 12 km. Si è molto sviluppato negli ultimi anni, con un forte incremento demografico, dovuto proprio alla sua vicinanza con il capoluogo di provincia. Si trova ad un'altezza di circa 300 metri s.l.m. e perciò ha un clima molto favorevole, anche nei mesi più torridi, rispetto alla piana fiorentina. La terza domenica del mese settembre ricorre la fiera del paese.

Il territorio stradese comprende le seguenti borgate: la Martellina, Mezzano, la Presura, Santa Cristina e Sezzate tutte situate a pochissimi chilometri dal paese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Strada prende il nome da via strata, cioè lastricata. Che secondo alcuni storici si trattava del tracciato di età Claudia (circa 200 d.C.) della via Cassia. Fino alla fine dell'Ottocento era possibile vedere una parte di questo lastricato in una delle tre corti di origine longobarda.

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Chiesa di San Cristoforo (Strada in Chianti).

Nella chiesa dedicata a San Cristoforo si trova un bel crocifisso ligneo (in olivo) decorato da Neri di Bicci (1440 circa). La chiesa dopo i recenti restauri (1990) che ne hanno riportato alla luce l'originario abside sotto l'attuale altare è di prima del mille.

Sembra che i Longobardi, allora presenti nel paese con alcuni spedali (nell'attuale borgo) abbiano fatto costruire la Chiesa su un fortilizio etrusco.

Persone legate a Strada in Chianti[modifica | modifica wikitesto]

  • Emilio Landi

Emilio, a cui è dedicata la piazza del mercatale (rinnovata nel 1997), fu uno dei primi promotori del vino Chianti in Inghilterra, vincendo anche dei premi.

Baldassarre Paoli senatore del Regno d'Italia, aveva qui la sua residenza estiva nella Villa Paoli. Una leggenda paesana vuole che sia stato lui a portare a Strada in Chianti la Posta, la Farmacia e i Carabinieri, davvero presenti da molti anni.

Da non dimenticare inoltre che Strada in Chianti ha dato i natali al poeta trecentesco Zanobi da Strada. Questo poeta, fu incoronato poeta da Papa Innocenzo IV (Come si può notare sulle iscrizioni in piazza). Zanobi è stato poeta alla corte di Napoli, contemporaneo e amico del Boccaccio e Petrarca. Sembra abbia studiato grammatica da suo babbo Giovanni Mazzuoli insieme con Petrarca, quando suo padre aveva una Scuola dove adesso c'è la Farmacia del Moro in Piazza San Giovanni a Firenze.

Da ricordare che non lontano, presso la Villa dell'Ulivello (vicino al decimo chilometro), ha soggiornato per alcuni anni (prima e durante il fascismo) lo storico Guglielmo Ferrero, genero di Cesare Lombroso (ne aveva sposato la figlia) e amico di Gaetano Salvemini. Sempre a Strada, in Villa Buti, ha soggiornato il Professor Paolo Graziosi, archeologo, etnologo ed antropologo, uno dei precursori dell'antropologia moderna (frequenti i suoi viaggi in India) al quale recentemente è stata dedicata una raccolta a Firenze in via Bufalini nel Complesso delle Oblate (oltre alle già dedicate sale del Museo antropologico in via del Proconsolo sempre a Firenze).[1]

Strada in Fiera[modifica | modifica wikitesto]

La terza domenica di settembre si celebra la Fiera. Il territorio stradese è suddiviso in cinque Rioni: Borgo, Martellina, Palagione, Poggerino e Ruota Cappellina. In passato erano organizzate corse con i cavalli, nella settimana della Fiera, dove si sfidavano le cinque contrade. La tradizione era, però, andata via via spegnendosi fino a scomparire. Da qualche anno il paese è tornato ad animarsi con Strada in Fiera. Durante la terza settimana di Settembre i Rioni si sfidano nella Giostra: una serie di giochi di vario tipo (dal torneo di briscola, al calciobalilla, al calcetto passando per il ballo e la pallavolo). Le gare iniziano il lunedì per terminare il sabato. La domenica vi è la Sfilata conclusiva, dove tutti i Rioni cercano di primeggiare, per le vie del paese, attraverso i carri più belli. Al termine della quale viene proclamato il Rione vincitore del Cencio dell'Orcio. Durante la Sfilata è sempre presente un mercato con diversi stand gastronomici.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ dott. Rinaldo E. Mannucci per la Strada Chiantigiana e la Cassia da La Chiantigiana, edizioni Il Gineprone 1987 - Intervista registrata su nastro al Sig. Landi Carlo di Damiano Gonnelli 1992 per le parti sul paese
  2. ^ Alessio Malanchi, Countdown per Strada in Fiera in www.youandnews.com, 7 settembre 2012. URL consultato il 1º luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2012).
  3. ^ "Strada in fiera": gare rionali e memoria del paese in met.provincia.fi.it, 12 settembre 2012. URL consultato il 1º luglio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • E.Repetti, Dizionario geografico, fisico, storico del Granducato di Toscana, Firenze, 1833-1846
  • E. Repetti, Dizionario corografico-universale dell'Italia sistematicamente suddiviso secondo l'attuale partizione politica d'ogni singolo stato italiano, vol. III, Granducato di Toscana, Editore Civelli, Milano, 1855
  • C. e I. Baldini,Pievi, parrocchie castelli di Greve in Chianti, Vicenza, 1979
  • G. Brachetti Montorselli, I.Moretti e R. Stopani, Le Strade del Chianti Gallo Nero , Bonechi editore, Firenze, 1984
  • Su e Giù per il Chianti Classico, di Gianfranco Bracci, Edizioni Multigraphic, Firenze, 1998, ISSN 11220546
  • Chianti classico: guida completa: vino, arte, gastronomia, storia: [dove andare, cosa vedere, dove mangiare, cosa comprare, dove dormire], di Guido Persichino, Giunti Editore Firenze, 2003, ISBN 88-09-02998-4
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana