Strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno
FI-PI-LI
Strada di Grande Comunicazione, Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Toscana Toscana
Province Firenze Firenze
Pisa Pisa
Livorno Livorno
Dati
Classificazione Strada regionale
Inizio Firenze
Fine Livorno e Pisa
Lunghezza 99,5 km
Data apertura 1970 (tratto Montelupo Fiorentino-Empoli)
Gestore Provincia di Firenze
Provincia di Pisa
Provincia di Livorno
Percorso
Località servite Firenze, Scandicci, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Empoli, San Miniato, Santa Croce sull'Arno, Montopoli Valdarno, Pontedera, Ponsacco, Cascina, Navacchio, Lavoria, Vicarello, Collesalvetti, Tirrenia, Pisa e Livorno

La strada di grande comunicazione (SGC) Firenze-Pisa-Livorno, nota anche come FI-PI-LI, è una delle più importanti arterie del sistema stradale della Toscana, classificata tecnicamente come strada extraurbana secondaria[1] e amministrativamente come strada regionale, i cui rami principali furono completati all'inizio degli anni novanta. Orientata in senso est-ovest, è localizzata nel Valdarno Inferiore e attraversa le province di Firenze, Pisa e Livorno. L'ente proprietario è la Regione Toscana e la sua gestione è condivisa tra le province attraversate.

Ha inizio nel comune di Firenze e, all'altezza di Lavaiano, nel comune di Casciana Terme Lari, si biforca in due rami: uno in direzione nord ovest verso Pisa, e l'altro in direzione ovest-sud ovest verso Livorno.

Il primo tratto (FI-PI) termina nel raccordo autostradale di Pisa che la collega con l'autostrada A12, mentre il secondo tratto (FI-LI) termina nel porto di Livorno, in corrispondenza dello sbocco del canale Arnaccio nel mar Tirreno

È l'unica strada in Italia che ha ricevuto in via definitiva[2] una classificazione formata solo da lettere e non alfanumerica[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anni '60: ideazione e progettazione
  • Fine anni '60: inizio lavori per la realizzazione del primo tratto Montelupo-Empoli
  • 1970: inaugurata la "Superstrada". Viene aperto il tratto Montelupo-Empoli
  • 1980: inaugurato il tratto Empoli-Ginestra Fiorentina
  • 1985: inizio lavori per il prolungamento verso Firenze;
  • 1986: inizio lavori per il prolungamento verso Pisa e Livorno;
  • 1990: in occasione dei Mondiali del '90, il tratto Firenze-Pisa è completato;
  • metà anni '90: completato il tratto Firenze-Livorno
  • 2004: realizzato il tratto finale in corrispondenza del porto di Livorno

La progettazione della strada risentì di una sottostima delle esigenze di traffico che sarebbero sorte nei decenni successivi, ed era in linea con i requisiti tecnici e di sicurezza dell'epoca, inferiori di molto rispetto a quelli attuali. L'obiettivo che si posero i progettisti degli anni '60 fu di realizzare una "superstrada", ossia una strada ordinaria che consentisse una maggiore velocità di percorrenza agli utenti, che avrebbe avuto soltanto alcune delle predisposizioni di sicurezza tipiche di una "autostrada" (nello specifico, non furono concepite né le corsie di emergenza né gli spartitraffico centrali). Inoltre, il fondo stradale fu concepito sulla base di specifiche tecniche relative a volumi di traffico e fattori di carico ben al di sotto di quelli effettivi. Infine, la larghezza delle corsie era limitata, e non furono previste banchine alla sinistra della carreggiata.

Fin dall'entrata in servizio del primo tratto, apparve in tutta la sua drammatica evidenza l'inadeguatezza della strada a ricoprire quel ruolo di arteria regionale che molti avevano auspicato. Negli anni '80 furono numerosi e gravi gli incidenti nel tratto Firenze-Empoli, dovuti, essenzialmente, alla continua degenerazione del fondo stradale: soprattutto in condizioni meteo avverse, il sottile strato di asfalto si sfaldava letteralmente per portare alla luce il sottostante strato di inerti, rendendo estremamente cedevole ed inconsistente il fondo stradale. La pericolosità della strada era ulteriormente accresciuta dalla mancanza di un adeguato sistema di divisione tra le carreggiate.

Per risolvere tale drammatica situazione, si pensò ad una serie di accorgimenti, aggiustamenti e modifiche da apportare alla strada. In tale quadro, vennero installate barriere spartitraffico tipo "New Jersey" e si procedette alla radicale ricostruzione del fondo stradale, ridisegnando anche il profilo altimetrico delle carreggiate per consentire il deflusso delle acque piovane verso l'esterno. Così facendo, il coefficiente di pericolosità della strada diminuì in modo sensibile.

Sfortunatamente, non fu possibile intervenire sulla larghezza della strada che, pertanto, ha continuato a presentare corsie di larghezza molto ridotta e a non essere dotata di corsie di emergenza e di banchine alla sinistra delle carreggiate. In tale quadro, con il progressivo aumentare degli ingombri delle autovetture e, soprattutto, degli autocarri, la sicurezza della circolazione ne ha risentito, costringendo l'Ente proprietario a limitare la velocità massima di circolazione dei veicoli (90 km/h, con diversi tratti a 70 km/h) ed impedendo la classificazione di tale arteria come strada extraurbana principale.

Configurazione e caratteristiche principali[modifica | modifica wikitesto]

I segnali stradali posti in prossimità degli accessi alla FI-PI-LI
La Strada di Grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno nel tratto fra le uscite di Lastra a Signa e Ginestra Fiorentina (direzione Pisa-Livorno).

Il tracciato ha andamento prevalentemente rettilineo e pianeggiante, con l'eccezione del tratto Montelupo Fiorentino - Lastra a Signa dove la strada si stende su un territorio collinare, con pendenze massime del 5% e andamento curvilineo. Nel tratto intermedio, dove lambisce le colline nella zona di Pontedera, la strada presenta alcune brevi gallerie e passa sopra alcuni corti viadotti, non molto alti rispetto al piano di campagna sottostante. La diramazione Ponsacco - Livorno, infine, è quasi completamente costruita su viadotto, alto pochi metri sul piano di campagna sottostante.

Il limite di velocità sull'intero percorso è di 90 km/h, che si riduce a 70 km/h in alcuni brevi tratti. Sul raccordo autostradale Pisa - Autostrada A12, il limite è di 110 km/h. Sono presenti diversi autovelox fissi, gestiti direttamente dalle Province di competenza (alle quali vanno i relativi introiti) ed altri sono in fase di installazione. Il Servizio di polizia stradale è assicurato dalla Polizia di Stato.

Lungo tutto il tracciato, nel corso del 2014 sono state sistemate 26 nuove telecamere per la videosorveglianza del traffico gestita dalla Sala Radio di Empoli, e 13 sensori di tecnologia Bluetooth per il rilevamento del traffico e la misurazione in tempo reale dei tempi di percorrenza del flusso viario. Inoltre, sono in via di installazione una decina di sonde meteorologiche per il monitoraggio in tempo reale delle condizioni climatiche e la conseguente capacità di intervento tempestivo in caso di condizioni di criticità (per esempio gelo).

Percorso e collegamenti con altre arterie[modifica | modifica wikitesto]

La strada è composta da un tratto principale e due diramazioni:

Al termine del tratto Firenze - Pisa si deve aggiungere il raccordo stradale FI-PI-LI - San Piero a Grado, lungo 5,8 km.

Sul suo percorso si trovano le zone industriali di Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Empoli e Pontedera, nonché il Comprensorio del cuoio, nella zona di Santa Croce sull'Arno.

Da ricordare anche due tratti stradali connessi alla FI-PI-LI, ossia il raccordo autostradale FI-PI-LI - Autostrada A12 e la bretella FI-PI-LI - Autostrada A12 - San Piero a Grado che, pur non facendo parte dell'arteria in oggetto, ne costituiscono i naturali prolungamenti. Oltre a quello citato, altre connessioni con la rete autostradale si trovano nei pressi degli altri estremi del percorso: vicino Firenze c'è lo svincolo che porta direttamente al casello di Firenze Scandicci sull'Autostrada del Sole; in direzione Livorno c'è lo svincolo in corrispondenza con l'uscita Collesalvetti dell'Autostrada A12. A Livorno la FI-PI-LI termina con un tratto in viadotto che porta direttamente all'imbarco merci del porto di Livorno; nella parte finale del viadotto è presente un ponte mobile che viene aperto per il passaggio delle navi. Tale tratto terminale è stato completato nel 2004. Questo tratto è preceduto dalle uscite per Calambrone/Tirrenia, per la Variante Aurelia e per Livorno città.

Tabella percorso[modifica | modifica wikitesto]

Strada di Grande Comunicazione, Italia.svg
Firenze-Pisa-Livorno
Tipo Indicazione km Provincia
Italian traffic signs - città.svg Firenze - Viale Etruria 0,0 FI
AB-AS-blau.svg Viadotto dell'Indiano
Campi Bisenzio
Prato
0,4
AB-Kreuz-blau.svg Autostrada A1 Italia.svg Milano - Napoli 2,6
AB-AS-blau.svg Scandicci 3,2
AB-AS-blau.svg Lastra a Signa 5,8
AB-AS-blau.svg Ginestra Fiorentina 15,2
AB-AS-blau.svg Montelupo Fiorentino 19,6
AB-AS-blau.svg Empoli Est 21,9
AB-AS-blau.svg Empoli 27,0
AB-AS-blau.svg Empoli Ovest 29,4
AB-AS-blau.svg San Miniato 35,0 PI
AB-AS-blau.svg Santa Croce sull'Arno 38,3
AB-AS-blau.svg Montopoli in Val d'Arno 44,1
AB-AS-blau.svg Pontedera (Pontedera Est) 50,5
AB-AS-blau.svg Pontedera-Ponsacco (Pontedera Ovest) 55,5
AB-Kreuz-blau.svg Diramazione per Pisa 58,5
AB-AS-blau.svg Lavoria 62,0
AB-AS-blau.svg Vicarello 67,2 LI
AB-Kreuz-blau.svg Autostrada A12 Italia.svg Genova - Roma 69,2
AB-AS-blau.svg Interporto A. Vespucci Est 72,3
AB-AS-blau.svg Interporto A. Vespucci Ovest 75,3
AB-AS-blau.svg Livorno Centro 76,2
AB-AS-blau.svg Stagno 77,0
AB-AS-blau.svg Livorno Porto 79,4
AB-AS-blau.svg Tirrenia 80,0
AB-AS-blau.svg Livorno Darsena Toscana 81,0
Italian traffic signs - strada a viabilità ordinaria.svg Livorno 81,5

Diramazione Per Pisa:

Strada di Grande Comunicazione, Italia.svg
Firenze-Pisa-Livorno
Tipo Indicazione km Provincia
AB-AS-blau.svg Cascina 63,2 PI
AB-AS-blau.svg Navacchio 68,1
AB-AS-blau.svg Pisa Nord-Est
Strada Statale 12 Italia.svg Strada statale 12
Strada Statale 206 Italia.svg Strada Statale 206
Italian traffic signs - icona pronto soccorso.svgItalian traffic signs - ospedale.svg Cisanello
71,5
AB-AS-blau.svg Pisa Aeroporto
Italian traffic signs - icona aeroporto.svg G. Galilei
Italian traffic signs - icona stazione fs.svg Stazione
75,2
AB-AS-blau.svg Pisa centro[4]
Strada Statale 1 Italia.svg Via Aurelia
Torre Pendente
Italian traffic signs - centro città.svg Pisa
76,0
AB-AS-blau.svg Pisa ovest
Darsena Pisana
Torre Pendente
Italian traffic signs - icona stadio.svg R. Anconetani
76,1
Italian traffic signs - autostrada.svg Inizio tratto autostradale 76,1
AB-AS-grün.svg Marina di Pisa-Tirrenia
Italian traffic signs - icona mare fiume lago.svg Mare
Italian traffic signs - icona porto turistico.svg Porto
Camp Darby
78,6 PI
AB-Vzw-grün.svg Autostrada A12 Italia.svg Genova - Roma 78,9

Aree di servizio[modifica | modifica wikitesto]

L'impianto di erogazione sperimentale di idrogeno presso l'area di servizio di Grecciano Sud
  • km 10,200 (dir. LI) Area di servizio Lastra a Signa
  • km 16,400 (dir. FI) Area di servizio Montelupo
  • km 31,835 (dir. LI) Area di servizio S.Miniato Ovest
  • km 33,035 (dir. FI) Area di servizio S.Miniato Est
  • km 54,100 (dir. LI) Area di servizio Valdera
  • km 54,100 (dir. FI) Area di servizio Santa Lucia
  • km 56,500 (dir. FI) Area di servizio Gello
  • km 56,850 (dir. LI) Area di servizio Pontedera Nord
  • km 64,600 (dir. LI) Area di servizio Grecciano Nord
  • km 64,640 (dir. FI) Area di servizio Grecciano Sud, la prima delle 4 stazioni di rifornimento di idrogeno che è stata aperta in Italia

Diramazione per Pisa

  • km 63,500 (dir. PI) Area di servizio Cascina Nord
  • km 65,500 (dir. FI) Area di servizio Cascina Sud
  • km 70,350 (dir. PI) Area di servizio Titignano Ovest
  • km 70,350 (dir. FI) Area di servizio Titignano Est

Gestione[modifica | modifica wikitesto]

Come già accennato, per le gravi limitazioni tecnico-strutturali, la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno non fu inclusa nel novero delle strade di interesse nazionale, di cui al decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 21 febbraio 2000, ma tra quelle di interesse regionale. Di conseguenza, l'ANAS cedette la FI-PI-LI alla Regione Toscana. Il 22 marzo 2002 fu sottoscritta una convenzione tra la Regione Toscana, le Province di Firenze, Pisa e Livorno riguardante il trasferimento di alcuni poteri decisionali riguardanti la FI-PI-LI (funzioni di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, pronto intervento e le funzioni amministrative) alla Provincia di Firenze. A ciascuna provincia interessata dal tracciato della FI-PI-LI spetta invece la progettazione e la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza.

Fino al 31 marzo 2003 la gestione della FI-PI-LI è comunque rimasta all'ANAS in base a specifiche convenzioni.

Dal 1º aprile 2003 la Provincia di Firenze ha appaltato la gestione delle competenze della provincia di Firenze ad una ATI (associazione temporanea di imprese) denominata Global Service, con capogruppo la società Autostrade per l'Italia[5], per 9 anni[6]. Nel febbraio 2013 è stato emanato il bando di gara per l'assegnazione del servizio di manutenzione sulla strada. Il nuovo gestore, con capogruppo AVR S.p.A.[7], ha dislocato un proprio nuovo centro di manutenzione presso Empoli zona industriale Terrafino, realizzando al suo interno anche la nuova Sala Radio di gestione dell'arteria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strada tipo III della Norma CNR 78/80 - Bollettino Ufficiale C.N.R. n. 78 del 28 luglio 1980, ossia che non è classificabile come strada extraurbana principale in quanto non possiede i requisiti minimi tecnici.
  2. ^ Esistono molte strade che non sono state classificate in via definitiva e sono provvisoriamente identificate dalla sigla alfanumerica NSA 000, dove NSA sta per nuova strada ANAS e 000 è il numero, che varia da strada a strada, assegnato [1].
  3. ^ Se si considerano come numeri anche le cifre romane. Infatti, in provincia di Brescia alcune importanti strade provinciali sono indicate da un numero romano, ad esempio la SP IX Quinzanese.
  4. ^ Solo in uscita e solo in direzione autostrada
  5. ^ Provincia di Firenze: Global Service
  6. ^ Provincia di Firenze: Firenze-Pisa-Livorno
  7. ^ http://www.avrgroup.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Fipilissima, calendario dei cantieri programmati sulla FI-PI-LI