Storia delle Isole Cook

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Isole Cook.

Le Isole Cook furono scoperte nel 1773 dal capitano James Cook, dando a loro il suo nome e rivendicandole per la corona britannica. Divennero un protettorato britannico nel 1888, passarono come protettorato alla Nuova Zelanda nel 1901 e vi rimasero fino al 1965. In seguito assunsero l'attuale forma di governo autonomo. Di fatto sono indipendenti, ma ufficialmente sono ancora considerate sotto la sovranità della Nuova Zelanda.

L'11 giugno 1980 è stato firmato un trattato con gli Stati Uniti d'America, con il quale si sono definiti i confini marittimi tra le Isole Cook e le Samoa Americane, con il quale gli statunitensi hanno inoltre rinunciato alle loro pretese sulle isole Penrhin, Pukapuka, Manihiki, e Rakahanga, delle Isole Cook settentrionali.