Stoner M63

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stoner 63
Lo Stoner 63
Lo Stoner 63
Tipo Fucile d'assalto/mitragliatrice leggera
Origine Stati Uniti Stati Uniti
Impiego
Utilizzatori Navy SEAL, United States Marine Corps (solo per prova)
Conflitti Guerra in Vietnam, Operazione Urgent Fury
Produzione
Progettista Eugene Stoner, L. James Sullivan, Robert Fremont
Data progettazione 1961–1963
Costruttore Cadillac Gage, NWM De Kruithoorn N.V. (solo prototopi)
Date di produzione 1963–1971
Numero prodotto circa 4000 (di ambedue le versioni)
Descrizione
Peso LMG, MMG: 5,3 kg
FMG: 4,68 kg
Commando: 4,76 kg
Fucile d'assalto:4,62 kg
Carabina: 3,58 kg
Fucile: 3,52 kg
Lunghezza LMG, MMG, Fucile d'assalto, Fucile: 1022 mm
Carabina: 931 mm calcio esteso/675 mm calcio chiuso
Commando: 913 mm
FMG: 771 mm
Lunghezza canna LMG, MMG, FMG, Fucile d'assalto, Fucile: 508 mm
Carabina, Commando: 398 mm
Calibro 5,56 mm
Munizioni 5,56 × 45 mm
Azionamento A gas, otturatore ruotante
Cadenza di tiro LMG, MMG, FMG: 700–1000 colpi/min
Fucile d'assalto, Fucile, Carabina, Commando: 700–900 colpi/min
Velocità alla volata LMG, MMG, FMG, Fucile d'assalto, Fucile: 991 m/s
Carabina, Commando: 929 m/s
Tiro utile 200–1000 m
Gittata massima 2653 m
Alimentazione LMG, MMG, FMG: Caricatore a nastro disgregabile
Fucile d'assalto, Fucile, Carabina, Commando: caricatore rimovibile a scatola da 20 o 30 colpi
Organi di mira metalliche aperte

World Guns.ru [1]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

La Stoner M63 (XM22/E1) è un sistema d'arma costruito per essere facilmente trasformabile in varie tipologie di arma da fuoco (es. carabina, mitragliatrice leggera, fucile d'assalto,ecc.)

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Progettato da Eugene Stoner, il creatore dell'AR-15/M16, dopo aver lasciato la ArmaLite, fu impiegato in piccole quantità, a scopo valutativo, in Vietnam, ma non fu mai ampiamente prodotto a causa della relativa complessità e difficoltà di manutenzione, e fu sostituito da armi più adatte.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stoner 63 è stato prodotto in varie configurazioni, in 15 modi diversi, con limitate parti in comune. L'azionamento a gas può essere montato in varie posizioni sa seconda della tipologia di arma. A causa della natura multiruolo del sistema d'arma, le versioni carabina e fucile d'assalto sono di peso maggiore di armi simili.

  • Fucile Stoner 63/63A: Caricato da basso, espulsione dei bossoli da destra, maniglia d'armamento e sistema a gas sono montati sopra la canna. Spara da otturatore chiuso. Fu provato dalla USMC per un certo periodo nel 1967. Di solito aveva un bipode ripiegabile montato sotto l'impugnatura.
  • Carabina Stoner 63/63A: Simile al fucile ma con canna accorciata e calcio ripiegabile. Fu provato dalla USMC per un certo periodo nel 1967.
  • Fucile automatico Stoner 63/63A: Alimentato dall'alto, spara ad otturatore chiuso, gli organi di mira sono spostati di lato a causa del caricatore montato sulla parte superiore, non ha modalità semiautomatica. Fu provato dalla USMC per un certo periodo nel 1967.
  • Mitragliatrice leggera (LMG) Stoner 63/63A Light Machine Gun: Spara da otturatore aperto, alimentato a nastro da una scatola da 100 colpi a destra. Il castello è uguale alla versione fucile, ma espelle i bossoli a sinistra. Ha una canna a cambiamento rapido, e il tubo di recupero gas è posizionato sotto la canna. Fu adoperato da unita SEAL operanti nel sudest asiatico.
  • Mitragliatrice media (MMG) Stoner 63/63A: Uguale alla configurazione da LMG, ma ha un adattatore separato che può essere usato per agganciare l'arma ai treppiedi M2 e M112.
  • Mitragliatrice fissa Stoner 63/63A: Internamente uguale alla configurazione LMG, esternamente le mire metalliche e le impugnature frontale e posteriore sono rimosse. Il grilletto è operato da lontano attraverso un solenoide da 24 V. Era intesa per l'utilizzo sull'APC V-100/300 Commando, ma non fu mai introdotto.
  • Stoner 63/63A Commando: Una versione della LMG. Caricato da destra con un caricatore a tamburo da 100 colpi attaccato sotto il castello. La maniglia d'armamento è posizionata sotto l'impugnatura anteriore per facilità d'accesso. Per risparmiare peso, non ha la canna a cambiamento rapido. Fu usato da alcune unità di SEAL nella Vietnam.
  • Fucile da sopravvivenza Stoner 63: Progettata nel 1964 per competere con la versione del CAR-15 da sopravvivenza, era intesa come arma per l'autodifesa di equipaggi aerei. Meccanicamente simile alla configurazione da fucile, ha varie modifiche esterne perché possa entrare nei requisiti spaziali dell'United States Air Force. Le modifiche includono: l'impugnatura a pistola di dimensione ridotta, il copricanna rimosso, canna e catello ridotti e maniglia d'armamento montata sulla parte superiore. Non include le migliorie apportate al fucile 63A. Fu prodotto un solo prototipo, tuttora esistente.[2]

Il più recente discendente da questa serie è lo Stoner LMG prodotto dalla Knight's Armament Company, che ha dei significativi cambiamenti dalla Stoner 63[3].

La Robinson Armament Co. produce la M96 Expeditionary Weapon System semiautomatica il quale, pur diverso, è basato sul modello Stoner 63 e quindi mantiene alcune sue configurazioni.

Lo Stoner M63 nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Modern Firearms - Stoner 63
  2. ^ Mongo's Stoner 63A Page. 2005. Stoner 63 Survival Rifle. Access Date: 14 February 2008
  3. ^ http://www.robarm.com/mainpage.htm

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]