Still Life (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Still Life
Sviluppo Microïds
Pubblicazione Blue Label Entertainment
Data di pubblicazione 15 aprile 2005
Genere Avventura grafica
Tema Mondo reale
Modalità di gioco 1 giocatore
Piattaforma Microsoft Windows, Xbox
Motore grafico VirTools
Fascia di età 16+

Still Life è un videogioco di avventura grafica per Windows e Xbox sviluppata da Microïds, nel quale il giocatore interpreta alternativamente la detective dell'FBI Victoria McPherson nel presente (2005) e suo nonno Gustave nel passato (1929), entrambi alla ricerca di un feroce serial killer.

Si tratta dello spin-off di Post Mortem, altro gioco della Microïds, nel quale il protagonista è proprio Gustave McPherson.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il gioco comincia a Chicago con un efferato delitto, l'ennesimo di un serial killer sul quale Victoria indaga.

Dopo aver raccolto alcune prove dal luogo del delitto, Vic si reca a casa del padre per le festività natalizie. Nella soffitta di casa trova le memorie del nonno, che era stato un detective privato. Tra i vecchi casi trova quello di Praga, dove Gustave McPherson nel 1929 era stato assoldato da alcune prostitute per trovare un assassino che aveva ucciso e mutilato diverse loro colleghe. Victoria inizia a leggere per curiosità e per staccare dal lavoro, ma man mano che le investigazioni dei due protagonisti vanno avanti, i punti di contatto tra le due storie aumentano.

Arte[modifica | modifica sorgente]

L'arte e il tema della natura morta (che in inglese si dice appunto "still life") seguono tutto il corso della vicenda. Sono presenti 17 dipinti, attribuiti all'artista (fittizio) Mark Ackerman, personaggio incontrato a Praga da Gustave McPherson. I soggetti delle opere sono profondamente legati alla storia e ai suoi protagonisti.

Still Life: Prelude[modifica | modifica sorgente]

Durante il lancio del gioco, sul sito ufficiale di Still Life era possibile giocare gratuitamente ad un prequel, Still Life: Prelude, nel quale si impersonava sempre Victoria McPherson. Lo scopo di questo lavoro era quello di far provare qualcosa di simile a Still Life prima di acquistarlo e di far conoscere i suoi personaggi. Il fatto che alcuni passaggi del gioco avvenissero tramite e-mail faceva assomigliare Prelude a In Memoriam.

Con l'interruzione dell'attività di produzione videoludica da parte di Microïds, il sito ufficiale è stato chiuso. Attualmente è stato riaperto ed è dedicato all'intera serie, ma senza alcun riferimento a Prelude.

Seguito[modifica | modifica sorgente]

Il gioco ha un seguito, Still Life 2, pubblicato nella primavera 2009, che conclude la trilogia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi