Stigmochelys pardalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tartaruga leopardo
Geochelone pardalis bw 01.jpg
Stigmochelys pardalis
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Reptilia
Sottoclasse Anapsida
Ordine Testudines
Sottordine Cryptodira
Famiglia Testudinidae
Genere Stigmochelys
Gray, 1873
Specie S. pardalis
Nomenclatura binomiale
Stigmochelys pardalis
(Bell, 1824)
Sinonimi

Geochelone pardalis
Psammobates pardalis

La Tartaruga leopardo (Stigmochelys pardalis (Bell, 1824)) è una tartaruga appartenente alla famiglia Testudinidae. È l'unica specie del genere Stigmochelys.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È una delle più grosse specie di tartarughe terrestri. In età adulta misura mediamente 35-40 cm per 13-18 kg, ma alcuni esemplari possono arrivare a misurare 50-60 cm e raggiungere peso di 40 kg.
È caratterizzata da una colorazione prevalentemente gialla con macchie nere irregolari su tutto il carapace, ma alcuni esemplari possono presentare una assenza del colore nero che le rende ancora più particolari. Il piastrone è chiaro, con lineamenti più scuri. Il carapace presenta una forma piuttosto piramidale rispetto ad altre specie di tartarughe. La pelle delle zampe e del muso è chiara.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffusa in Africa, in zone per lo più secche e di savana. Occupa una vasta area che va dall'Etiopia al Sudafrica. Vive a diverse altitudini: dal livello del mare sino ad altopiani a 2500 m. Preferisce ambienti semi-desertici o savane, con temperature sui 30-32°.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Stigmochelys pardalis babcocki

Sono riconosciute 2 sottospecie:[1]

  • Stigmochelys pardalis pardalis (Bell, 1828), si trova prevalentemente nel sud del continente africano. Caratterizzata da una colorazione più scura (maggiore presenza di nero rispetto al giallo). I maschi di questa sottospecie sono più grandi delle femmine.
  • Stigmochelys pardalis babcocki (Loveridge, 1935), la più comune, si trova più frequentemente nell'Africa centrale, ma è altrettanto presente in numerosi stati più a sud.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Stigmochelys pardalis in The Reptile Database. URL consultato il 1 marzo 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili