Stig Tøfting

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stig Tøfting
Dati biografici
Nazionalità Danimarca Danimarca
Altezza 173 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2007
Carriera
Giovanili
Aarhus Aarhus
Squadre di club1
1989-1993 Aarhus Aarhus 95 (10)
1993-1995 Amburgo Amburgo 8 (0)
1994-1994 Odense Odense 7 (0)
1995-1997 Aarhus Aarhus 70 (17)
1997-1997 Odense Odense 12 (3)
1997-2000 Duisburg Duisburg 69 (4)
2000-2000 Aarhus Aarhus 7 (2)
2000-2002 Amburgo Amburgo 48 (2)
2002-2003 Bolton Bolton 14 (0)
2003-2003 Tianjin Teda Tianjin Teda 17 (0)
2004-2004 Aarhus Aarhus 29 (4)
2005-2005 Hacken Häcken 23 (3)
2006-2007 Randers Randers 30 (2)
Nazionale
1993-2002 Danimarca Danimarca 41 (2)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Stig Tøfting (Hørning, 14 agosto 1969) è un ex calciatore danese, di ruolo centrocampista difensivo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha collezionato numerose presenze nella nazionale danese, giocando diversi campionati mondiali ed europei. Fra i club in cui ha militato ci sono Aarhus, Odense, Amburgo, Duisburg, Bolton, Tianjin Teda e BK Häcken. Attualmente è nello staff tecnico dei danesi del Randers FC, con cui vinse da giocatore la Coppa di Danimarca e conquistò la promozione nella massima serie danese.

Ha concluso la sua carriera da calciatore in data 1º dicembre 2007, giocando la sua ultima partita contro il Viborg FF.

Dopo aver lasciato il calcio giocato è diventato uno dei commentatori tecnici dell'emittente danese DanishDelight[1].

Fuori dal campo[modifica | modifica wikitesto]

Un'adolescenza difficile incrementò queste caratteristiche: quando aveva 13 anni si ritrovò un giorno, al ritorno a casa, entrambi i genitori morti a causa di un omicidio-suicidio. Inoltre nel 2003 perse un figlio di 22 giorni in seguito ad una meningite.

È noto soprattutto per i suoi guai giudiziari: nel 1999 ha mandato all'ospedale un ragazzo in una discoteca di Aarhus, ottenendo 20 giorni di carcere con la condizionale. Nell'anno 2000, desideroso di aprire un bar nel suo paese natale, si vede negare la licenza dal sindaco per via di losche conoscenze. A questo punto Stig si autocandida a sindaco e ottiene consensi tali da decretare la sconfitta del rivale, salvo poi ritirarsi all'ultimo in quanto non interessato all'attività di primo cittadino. Il successore gli concederà poi la licenza.

Durante i mondiali di calcio del 2002 è protagonista di una rissa con il compagno Jesper Grønkjær, reo di avere reagito ad un suo scherzo.

Sempre nel 2002 prende a testate il proprietario di un ristorante di Copenaghen che si lamentava dell'eccessiva baldoria sua e dei compagni di Nazionale (picchiando successivamente anche il cameriere del locale), ottenendo quattro mesi di carcere e compromettendo il suo ingaggio al Bolton.

Nel 2004 è stato licenziato dall'Aarhus per aver picchiato alcuni compagni di squadra durante la festa di Natale.

Nel 2005 pubblica un'autobiografia intitolata "No regrets", come il tatuaggio che porta sul ventre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brøndby vs. Lyngby – Ventesima giornata SAS-Ligaen 2010/2011 in Sciabolata Morbida, 6 marzo 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]