Steven Kruijswijk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steven Kruijswijk
Steven kruijswijk.JPG
Steven Kruijswijk al Tour de l'Ain 2013
Dati biografici
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 178[1] cm
Peso 64[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Squadra Blanco Belkin
Carriera
Squadre di club
2006 Van Vliet
2007-2009 Rabobank Cont. Rabobank Cont.
2010-2012 Rabobank Rabobank
2013 Blanco Blanco
2014 Blanco Belkin
 

Steven Kruijswijk (Nuenen, 7 giugno 1987) è un ciclista su strada olandese che corre per il team Belkin. È professionista dal 2010.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007 passò dalla Van Vliet-EBH Advocaten alla Rabobank, che lo dirottò nella formazione Continental. Con questa, nel 2009, divenne campione olandese in linea nella categoria Under-23, terminando invece secondo nella prova a cronometro.

Passato nella squadra ProTour per la stagione 2010, partecipò nello stesso anno al suo primo Giro d'Italia sostituendo Óscar Freire.[2] Nella tappa dello Zoncolan concluse a 5'27" da Ivan Basso, mentre durante la diciassettesima frazione fu protagonista di una fuga insieme ad altri diciassette corridori: negli ultimi chilometri attaccò con il tedesco Danilo Hondo e con il francese Damien Monier, ma sulla salita finale venne staccato dai due avversari; chiuse terzo al traguardo.[3][4][5] Nelle ultime frazioni in salita (Aprica e Passo del Tonale) perse ancora diversi minuti dai migliori, rimanendo comunque sempre nella top 20 della graduatoria. Concluse la corsa al diciottesimo posto, a poco più di 37 minuti dal vincitore Ivan Basso, e fu inoltre quarto nella classifica giovani, preceduto da Richie Porte, Robert Kišerlovski e dal compagno di squadra Bauke Mollema. A fine giugno rinnovò il contratto con la Rabobank:[6] in agosto fu ottavo alla Vuelta a Burgos,[7][8] e poche settimane dopo venne convocato in Nazionale per il campionato mondiale di Melbourne.[9]

Nel 2011 partecipò ancora al Giro d'Italia, mettendosi in luce in più di un'occasione. Nell'undicesima tappa, conclusasi a Castelfidardo, provò la fuga ma il tentativo venne neutralizzato a soli 2,5 km dal traguardo, mentre nelle frazioni di montagna rimase spesso con i migliori rivaleggiando con il ceco Roman Kreuziger per la conquista della maglia bianca di miglior Under-25. Il migliore piazzamento lo conseguì nell'arrivo in salita di Macugnaga (diciannovesima tappa) chiudendo sesto. A Milano invece, dopo una discreta cronometro, concluse per la prima volta tra i primi dieci classificati una grande corsa a tappe, più precisamente nono a 13'51" dal vincitore Alberto Contador; chiuse invece secondo nella classifica Under-25, staccato di 2'23" da Kreuziger. In seguito alla squalifica del vincitore, Contador, ottenne l'ottavo posto nella corsa rosa.

Nel 2012 partecipò al Tour de France, giungendo terzo nella classifica dei giovani con più di un'ora di ritardo da Tejay van Garderen.

Nel 2014 conquistò la classifica generale della Arctic Race of Norway

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Campionato olandese, Prova in linea under-23
6ª tappa Tour de Suisse (Tobel-Tägerschen > Triesenberg)
Classifica generale Arctic Race of Norway

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Prologo Tour Alsace (Sausheim, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

2010: 18º
2011: 8º
2013: 26º
2014: ritirato (9ª tappa)
2012: 33º
2014: 15º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

2011: 29°
2012: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Stoccarda 2007 - In linea Under-23: ritirato
Melbourne 2010 - In linea: 91º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Rabobank - Cycling - Pro Riders, www.rabobank.com. URL consultato il 16-08-2010.
  2. ^ Michele Casella, Giro 2010, l'allergia mette ko Freire? in spaziociclismo.it, 4 maggio 2010. URL consultato il 20-1-2011.
  3. ^ Giro: vince Damien Monier, Arroyo sempre rosa in www.tuttobiciweb.it, 26 maggio 2010. URL consultato il 16-08-2010.
  4. ^ 26 maggio 2010 - Giro d'Italia in museociclismo.it, 26 maggio 2010. URL consultato il 20-1-2011.
  5. ^ Michele Casella, Giro, ancora una fuga: oggi è il giorno di Monier in spaziociclismo.it, 26 maggio 2010. URL consultato il 20-1-2011.
  6. ^ Simon Mari, Rabobank, rinnovo per Kruijswik e Tjallingii in spaziociclismo.it, 30 giugno 2010. URL consultato il 20-1-2011.
  7. ^ Mattia De Pasquale, Vuelta a Burgos, Sanchez vince la tappa e la corsa in spaziociclismo.it, 8 agosto 2010. URL consultato il 20-1-2011.
  8. ^ 8 agosto 2010 - Vuelta Ciclista a Burgos in museociclismo.it, 8 agosto 2010. URL consultato il 20-1-2011.
  9. ^ Luca Pellegrini, Melbourne 2010, l'analisi dei favoriti in spaziociclismo.it, 2 ottobre 2010. URL consultato il 20-1-2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]