Steven Erikson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steven Erikson, settembre 2007

Steven Erikson (Toronto, 7 ottobre 1959) è uno scrittore canadese, famoso per la serie di romanzi fantasy La caduta di Malazan (Malazan Book of the Fallen).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Toronto, ha trascorso la sua infanzia nella città di Winnipeg e ha vissuto per molti anni nel Regno Unito, in compagnia della moglie e del figlio. Recentemente ha fatto ritorno a Winnipeg. Archeologo ed antropologo, si è laureato all'Iowa Writers Workshop.

Il suo debutto nella narrativa fantasy, I giardini della Luna, è il primo tomo su un'epica serie di cronache sull'Impero Malazan, ed ha subito conquistato ottime critiche da parte degli esperti e dei lettori. Questo libro è stato candidato per il World Fantasy Award; mentre il secondo libro della serie, La dimora fantasma, è stato votato come uno dei 10 migliori racconti fantasy dell'anno.

Da notare che il titolo inglese dell'intera saga, Malazan Book of the Fallen, è stato tradotto erroneamente nella versione italiana come "La caduta di Malazan"; una traduzione più rispettosa delle intenzioni dell'autore (oltre che della lingua inglese) sarebbe stata "Il libro Malazan dei Caduti". Dal 2013 la pubblicazione dei libri in italiano è stata interrotta, a causa della messa in liquidazione della Armenia Edizioni, ed è tuttora ferma alla pubblicazione del libro "I segugi dell'ombra - prima parte".

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Il libro Malazan del Caduto[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi La caduta di Malazan.

Il libro Malazan del Caduto o La caduta di Malazan[1] (in inglese Malazan Book of the Fallen) si compone di dieci volumi:

Altre opere non tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

  • Blood Follows, 2002 (è una novella che presenta Bauchelain e Korbal Broach, ed è collocabile giusto prima degli eventi narrati in Memorie di Ghiaccio)
  • The Healthy Dead, 2004
  • The Lees of Laughter's End, 2007
  • Crack’d Pot Trail, 2009
  • The Wurms of Blearmouth, 2012
  • Forge of Darkness, 2012 (primo della trilogia Kharkanas)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ il titolo è stato tradotto La caduta di Malazan nell'edizione italiana di Armenia

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85327681 · LCCN: nr99033287 · GND: 124377874 · BNF: cb13615257j (data)