Stettiner Maschinenbau AG Vulcan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Stettiner Maschinenbau Aktien-Gesellschaft Vulcan (nota anche come Vulcan di Stettino) era una azienda tedesca costruttrice di navi e locomotive a vapore di Stettino. La Vulcan ebbe un importante ruolo durante la prima guerra mondiale in quanto costruttrice di U-boat e navi da guerra per la marina imperiale tedesca. L'azienda fece bancarotta nel 1928.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nave Dingyuan costruita per la Cina imperiale nel 1881

La Vulcan venne fondata a Stettino nel 1851 con il nome originale di Vulcan Werft' e fu all'avanguardia nelle costruzioni navali fino alla sua chiusura avvenuta nel 1945. Fu attiva anche nella costruzione di locomotive costruendo la sua prima locomotiva nel 1859. L'officina ferroviaria venne impiantata a Bredow nei dintorni di Stettino. Nel 1857 i cantieri vennero rinominati Stettiner Maschinenbau AG Vulcan. Tra 1907 e 1909 vennero costruiti nuovi impianti navali ad Amburgo e dal 1911 l'azienda prese il nome di Vulcan-Werke Hamburg und Stettin Actiengesellschaft. Nel 1928 la società andò in bancarotta e vendette i cantieri di Amburgo; il settore costruzioni ferroviarie venne rilevato da Borsig nello stesso anno.

Locomotiva Prussiana T 18 costruita dalla Vulcan
Locomotiva 0-4-0T a scartamento 600 mm per la ferrovia Froissy-Dompierre

Dopo la guerra il governo polacco chiuse il sito produttivo aprendone uno nuovo in sua vece, "Wulkan Nowa", in altra località.

La Kaiserin Auguste Victoria
SMS Rheinland

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dieter Grusenick, Lokomotivbau bei der Stettiner Maschinebau AG Vulcan, Berlino, Verlag B. Neddermeyer VBN, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti