Stephen Bonsal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stephen Bonsal

Stephen Bonsal (Baltimora, 29 marzo 18658 giugno 1951) è stato uno storico e giornalista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Baltimora, nello stato statunitense del Maryland, studiò al St. Paul's School nella città di Concord nel New Hampshire. In seguito viaggiò in Europa e studiò in Heidelberg, Bonn e Vienna. Fu il traduttore ufficiale del presidente Woodrow Wilson durante la conferenza di pace del 1919 tenutasi a Parigi.

Fu un corrispondente del New York Herald (1885–1907), specializzato nel riportare gli sviluppi dei vari conflitti militari dell'epoca. Nel 1945 venne premiato con il premio Pulitzer per la storia.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Morocco as It Is (1894)
  • The Real Condition of Cuba Today (1897)
  • The Fight for Santiago (1899)
  • The Golden Horseshoe (1906)
  • The American Mediterranean (1912)
  • Edward Fitzgerald Beale (1912)
  • Heyday in a Vanished World (1937)
  • Unfinished Business (1944)
  • When the French Were Here (1945)
  • Suitors and Supplicants (1946)
  • The Cause of Liberty (1947)


Controllo di autorità VIAF: 70517422