Step Up Revolution

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Step Up 4 Revolution 3D
StepUpRevolution.JPG
Logo del film nella versione americana.
Titolo originale Step Up Revolution
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2012
Durata 99 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere musicale
Regia Scott Speer
Soggetto Duane Adler
Produttore Jon M. Chu, Adam Shankman, Jennifer Gibgot
Casa di produzione Summit Entertainment
Distribuzione (Italia) Touchstone Pictures
Montaggio Ben Howdeshell, Steve Ngo
Musiche Aaron Zigman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Step Up 4 Revolution 3D (conosciuto anche come Step Up 4) è un film del 2012 diretto da Scott Speer.

Il film è il seguito in 3D di Step Up, Step Up 2 - La strada per il successo e Step Up 3D, prodotto dal regista del secondo e del terzo capitolo, Jon M. Chu.

La pellicola ha come protagonisti Ryan Guzman e Kathryn McCormick, quest'ultima dalla sesta stagione di So You Think You Can Dance, e le coreografie sono state curate da Travis Wall. A differenza dei primi tre film, prodotti dalla Touchstone Pictures e distribuiti dalla Walt Disney Pictures, questo sarà il primo ad essere prodotto e distribuito esclusivamente dalla Summit Entertainment senza l'influenza della Touchstone.

Il film è uscito negli Stati Uniti il 27 luglio 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I MOB, una spavalda band crew di South Beach decide, per cercare di vincere il premio di YouTube per chi arriva a 10.000.000 di contatti, di intrattenere numerosi flash mob, ovvero balli di qualsiasi genere nei luoghi più frequentati della città. Capi di questo gruppo sono Sean (Ryan Guzman) ed Eddy (Misha Gabriel). Nel frattempo, un'avvenente ballerina, Emily (Kathryn McCormick), figlia di un movimentatissimo uomo d'affari (Peter Gallagher), cerca in ogni modo di sviluppare la sua passione. Dopo il primo flash mob dei MOB (il gruppo), fatto sulla Ocean Drive, Sean conosce sulla spiaggia dell'albergo in cui lavora, Emily, e tra i due si rivela un breve flirt; tuttavia, dopo pochi minuti Emily, visto l'arrivo del nuovo capo della Global Property (l'agenzia del padre) Bryan, si congeda e i due non si rivedono più. Dopo varie scene, Sean rincontra Emily più volte, e in un caso la invita a presentarsi in un luogo a lei sconosciuto consigliandole di uscire dal mondo in cui il padre intende farla vivere e di "rompere le regole". Emily si reca nel frattempo ad un'audizione per la selezione di pochi ballerini che saranno fondamentali per la WildWood; tuttavia viene selezionata nuovamente per un'altra audizione. Emily si reca quindi nel posto descritto da Sean dov'è stato programmato un nuovo flash mob, e naturalmente riscuote molto successo, anche nell'interesse della ragazza, che l'indomani si reca dal ragazzo per convincerlo a farla entrare nella crew; egli si oppone, soprattutto per il fatto che se gli altri componenti dei MOB sapessero che è la figlia del capo della Global Property, rifiuterebbero, ma alla fine si convince e la porta dagli amici. Anche in questo caso Eddy si oppone, ma gli altri ballerini lo convincono. I rapporti tra Eddy ed Emily non sono fra i più rosei, tuttavia egli decide ugualmente di renderla protagonista del nuovo flash mob: i contatti schizzano e i MOB si avvicinano al successo. La sera dopo l'esibizione Sean ed Emily rivelano il reciproco amore e si baciano. Il mattino seguente, recatisi al bar che solitamente frequentano, dell'amico barista spagnolo Ricky, scoprono che la Global Property ha deciso di disintegrare tutta quell'area, la vera casa della band, per motivi d'affari; Emily a questo punto valuta il fatto se svelare la sua vera identità, ma viene convinta da Sean ed ella si limita solamente a parlare con il padre, che ribatte che egli rispetta la scelta della figlia di ballare di conseguenza lei non deve intromettersi nei suoi affari di lavoro. La ragazza, frastornata da tutti questi eventi, fallisce il primo approccio alle prove della WildWood; tuttavia, la sera stessa, incontratasi con i MOB propone una nuova arte di ballo: non più una competizione, ma una protesta contro la decisione comunale. Segue quindi un ennesimo flash mob che porta un grandissimo successo, che fa avvicinare la banda a poche migliaia di contatti che la dividono dalla vittoria. A questo punto Sean dedica parte del suo tempo ad aiutare a cambiare il suo modo di ballare, giudicato dalla WildWood "privo di personalità"; il tutto va a gonfie vele, e la ragazza trova successo nelle successive prove. Mentre Sean ed Emily stanno nuovamente allenandosi nel ballo, ripresi dalla loro telecamera per ricordarsi i passi, la ragazza svela erroneamente la propria identità, definendo il padre avido e corrotto; Eddy, che controlla sempre tutte le riprese si rende conto dell'accaduto e chiama i suoi compagni, escluso ovviamente Sean ed Emily, per mettere in atto un atto vendicativo nei loro confronti. Poco tempo dopo, la Global Property ha una presentazione dei nuovi obiettivi lavorativi, a cui sono presenti Emily, dato che è la figlia del capo, e Sean, che lavora come cameriere. Intervengono sabotando il tutto i MOB, che effettuando un flash mob alquanto spiacevole e irritante, mostrano il video delle dure parole di Emily nei confronti del padre, il che rompe i rapporti tra padre e figlia e anche tra la figlia e i MOB, in particolare con Sean: arriva la polizia e arresta tutti i giovani ballerini. Il giorno seguente vengono tutti rilasciati, ma i nervi sono tesi e Sean ed Eddy sono arrabbiatissimi l'uno con l'altro. Discutono insieme agli altri ragazzi e a Ricky, il salvatore dei ragazzi; scoprono che per questo flash mob, che è stato denunciato dalla società del padre di Emily ed è finito su tutti i notiziari, sono stati espulsi dalla gara di YouTube, che "non vuole essere coinvolto in alcun crimine": Sean, molto adirato, arriva a tirare un pugno all'amico. Di conseguenza la band si divide, apparentemente per sempre, e nel frattempo Ricky è costretto a chiudere per sempre il tanto caro bar. Sean cerca di farsi perdonare da Emily, che, traumatizzata dalla mancanza del ragazzo e da quanto accaduto, fallisce la selezione alla WildWood. I due successivamente si incontrano, ma ormai è finita. Ricky riesce a convincere Eddy a chiarire con Sean; i due si incontrano e fanno pace, e riuniscono la band. Si giocano allora l'ultima carta, un ultimo ballo; non più un flash mob, ma una protesta vera e propria, con tantissimi ballerini. I MOB provano e riprovano il nuovo ballo, decisivo per le sorti di South Beach, e nel giorno del congresso per disintegrare la parte di città del bar di Ricky, intervengono effettuando un ballo lunghissimo con più di trecento ballerini, provenienti da tutto il mondo. Ciò conquista il cuore del popolo compreso quello del padre di Emily, che alla fine di questo emozionante e suggestivo flash mob decide di ritirare il lavoro programmato e di aiutare la band ad accrescere il loro nome: il capo del marketing gli invita ad essere i nuovi testimonial di un negozio di scarpe famoso. La band accetta con entusiasmo. Con questo fatto Sean, aveva riconquistato Emily, che decide di perdonarlo, perché follemente innamorata. Tra balli e festeggiamenti South Beach diventa un luogo di festa.

Colonna Sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora completa del film sarà disponibile a partire dal 17 luglio. Il primo singolo annunciato è Goin' In, di Jennifer Lopez assieme a Flo Rida e Lil Jon, prodotto da GoonRock e successivamente incluso nell'album-compilation Dance Again... the Hits. A questo segue "Hands in the air", di Timbaland e Ne-Yo.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita nelle sale statunitensi è prevista per il 27 luglio 2012, mentre l'uscita in Italia è prevista per il 5 ottobre 2012. Il primo teaser trailer è stato diffuso il 30 gennaio 2012, seguito dal trailer ufficiale diffuso il 30 marzo 2012. In rete è anche disponibile il teaser trailer in lingua italiana.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]