Stentinello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg

Stentinello è un villaggio del neolitico situato nei pressi dell'ingresso nord della città di Siracusa.

La cultura di Stentinello[modifica | modifica sorgente]

Stentinello è il sito eponimo di una caratteristica cultura del neolitico medio, diffusa in Sicilia e Calabria, databile al quinto millennio a.C. Con diverse denominazioni questa cultura è presente anche nell'arcipelago eoliano (Cultura di Castellaro Vecchio) e maltese (cultura di Ghar Dalam). Una variante di quella di Stentinello è la cultura del Kronio diffusa nella Sicilia occidentale.

Dell'abitato eponimo si conoscono i resti di di edifici palificati a pianta rettangolare racchiusi entro un fossato scavato nella roccia formante uno spazio ovale di circa 180 x 200 metri. Le sepolture di questa cultura, rinvenute in vari luoghi della Sicilia, ma non a Stentinello, erano fosse ovali scavate nella roccia entro cui giacciono inumati in posizione rannicchiata. La cultura materiale comprende industria litica su selce e ossidiana, in particolare elementi di falceto rettangolari, industria su osso (punteruoli, aghi, spatole) e ceramica. I vasi, di colore nero, o comunque scuro, sono quasi sempre decorati con complicati motivi impressi o incisi di tipo geometrico o, più raramente, antropomorfo. L'economia era fondata sulla coltivazione di cereali, in particolare grano (Triticum monococcum, Triticum dicoccum) e orzo (Triticum ordea), sulla pesca e sulla raccolta di molluschi.


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]