Stenella longirostris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Stenella dal lungo rostro
Spinner dolphins.jpg
S. longirostris
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Cetacea
Sottordine Odontoceti
Famiglia Delphinidae
Genere Stenella
Specie S. longirostris
Nomenclatura binomiale
Stenella longirostris
(Gray, 1828)

La stenella dal lungo rostro (Stenella longirostris, (Gray, 1828)) è un piccolo cetaceo odontoceto della famiglia Delphinidae.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vivono nelle acque pelagiche tropicali di tutti i maggiori oceani del mondo. Nonostante solitamente vivano in mare aperto, talvolta possono spingersi fino alle coste delle isole tropicali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La colorazione è grigio scura, con macchie più scure nella regione caudale, sul dorso e sulla gola. Di solito il ventre presenta delle macchie bianche, sebbene questa caratteristica sia molto variabile. Il rostro è lungo e sottile, così come le pinne pettorali sono eccezionalmente lunghe per un delfino di questa taglia. La pinna dorsale è eretta e nei maschi più anziani può essere curvata in avanti. Questa descrizione è comunque molto approssimativa, poiché queste stenelle sono i cetacei che presentano la maggiore diversità intraspecifica. Gli adulti hanno una taglia che varia da 129 a 235 cm ed un peso che va dai 23 ai 78 kg[senza fonte].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si aggregano a formare dei gruppi (scuole) formati da un numero di esemplari che varia da pochi ad alcune migliaia. Sono estremamente acrobatici e praticano spesso il bowriding, cioè cavalcano le onde lasciate dalle prue delle navi. La ragione dei grandi salti acrobatici di questi animali è sconosciuta. Un'ipotesi è che le bolle create dall'uscita e dal rientro in acqua possano servire per venire meglio identificati dagli altri appartenenti alla scuola per mezzo dell'ecolocalizzazione. Non è escluso comunque che questo comportamento possa essere solo un gioco. Alcuni esemplari sono stati osservati mentre compivano fino a 14 salti in rapida successione.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di pesci, cefalopodi e crostacei.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La gestazione dura 10 mesi e la maturità sessuale viene raggiunta a circa 4-7 anni nelle femmine e 7-10 anni nei maschi.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stata scoperta da John Gray nel 1828. Sono note 3 sottospecie[2]:

  • S. l. orientalis, che vive nel Pacifico orientale.
  • S. l. centroamericana, anch'essa vive nel Pacifico orientale.
  • S. l. longirostris, vive nel pacifico centrale, attorno alle Hawaii.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bearzi, G., Bjørge, A., Forney, K.A., Hammond, P.S., Karkzmarski, L., Kasuya, T., Perrin, W.F., Scott, M.D., Wang, J.Y. , Wells, R.S. & Wilson, B, Stenella longirostris in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Stenella longirostris in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]