Stella Adler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stella Adler

Stella Adler (New York, 10 febbraio 1901New York, 21 dicembre 1992) è stata un'attrice teatrale statunitense celebre per aver fondato e diretto lo Stella Adler Conservatory di New York.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in una famiglia di attori teatrali del teatro yiddish, iniziò a recitare giovanissima[1] nella compagnia dei genitori. Appena diciottenne si trasferì con la famiglia a Londra dove conobbe il futuro marito Horace Eliashcheff, con il quale ebbe però un legame che durò brevemente.

Nei primi anni venti del Novecento debuttò a Broadway[2] ed ebbe la fortuna di assistere all'unica tournée statunitense del regista e teorico del teatro russo Kostantin Sergeevič Stanislavskij. Profondamente colpita e affascinata dal metodo del regista[3], ebbe modo di studiarlo divenendo nel 1925 allieva dei due importatori del metodo in Usa: Ryszard Bolesławski e Maria Ouspenskaya. Entrata nel Group Theatre di Lee Strasberg, sposò uno dei fondatori, Harold Clurman, con il quale si recò in Russia al Teatro d'Arte di Mosca per studiare approfonditamente le teorie e le tecniche del regista russo Stanislavskij.

Nel 1937 si trasferì a Hollywood ed iniziò la carriera cinematografica col nome di Stella Ardler[4], non trascurando i lavori teatrali con il Group Theatre e iniziando parallelamente l'attività di insegnamento della recitazione. Tale attività la portò a fondare, nel 1949, lo Stella Adler Conservatory di New York nel quale accoglierà come discenti future celebrità come Marlon Brando, Harvey Keitel e Melanie Griffith.

Separatasi da Clurman sposò poi il fisico e scrittore Mitchell A. Wilson.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Considerata tra le più importanti e innovatrici insegnanti di recitazione statunitensi del XX secolo, le è stata dedicata una stella nella Hollywood Walk of Fame.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

TV (parziale)[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Necrologio del New York Times del 22 dicembre 1992
  2. ^ (EN) Scheda su Stella Adler in Internet Broadway Database, The Broadway League.
  3. ^ Dal New York Times del 04 settembre 1988
  4. ^ Dal sito del Conservatory

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 32164913 LCCN: n88005699