Stefano d'Asburgo-Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano d'Asburgo-Lorena
István nádor Bekel 1847.jpg
Arciduca d'Austria
Palatino d'Ungheria
Nome completo tedesco: 'Stephan Franz Viktor
Nascita Buda, Ungheria, 14 settembre 1817
Morte Mentone, Francia, 19 febbraio 1867
Padre Arciduca Giuseppe, Palatino d'Ungheria
Madre Principessa Erminia di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Religione cattolicesimo

Stefano Francesco Vittorio d'Asburgo-Lorena, arciduca d'Austria (Budapest, 14 settembre 1817Mentone, 19 febbraio 1867), era figlio dell'Arciduca Giuseppe Antonio Giovanni d'Asburgo-Lorena e di Erminia di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'Arciduca Stefano Francesco Vittorio d'Austria nacque nel 1817 e sua madre morì poco dopo averlo messo al mondo assieme alle sorella gemella, l'Arciduchessa Erminia Amalia Maria (14 settembre 1817, Budapest - 13 febbraio 1842, Vienna). Egli venne cresciuto dalla matrigna, Maria Dorotea di Württemberg. Dotato di grande talento, egli venne educato durante la sua giovinezza a Budapest e nella fattoria di famiglia presso Alscut, ricevendo un'eccellente formazione. Egli era interessato in particolare alle scienze politiche che successivamente studiò a Vienna.

Entrato nell'esercito, ottenne ben presto il rango di Feldmaresciallo Luogotenente. Dal 1839 al 1841 fu alla corte imperiale di Vienna. Nel 1841 viaggiò in diversi paesi dell'impero tra cui in Boemia, Regno Lombardo-Veneto, Tirolo, ma anche in Piemonte, Stato Pontificio, Ducato di Modena e Granducato di Toscana. Nel 1843 l'Imperatore e cugino Ferdinando I lo nominò nel 'Landeschef' (parlamento) della Boemia, dove egli rimase sino al gennaio del 1847 quando, alla morte del padre, egli venne chiamato a succedergli come Palatino d'Ungheria, titolo che però mantenne dal 12 novembre di quell'anno sino al 26 settembre 1848 quando, con lo scoppio della rivoluzione, il titolo venne abolito.

Egli morì nel 1867 senza essersi mai sposato e senza mai aver avuto eredi.

Arciduca Stefano, Palatino d'Ungheria Padre:
Arciduca Giuseppe, Palatino d'Ungheria
Nonno paterno:
Leopoldo II d'Asburgo-Lorena
Bisnonno paterno:
Francesco I di Lorena
Trisnonno paterno:
Leopoldo di Lorena
Trisnonna paterna:
Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans
Bisnonna paterna:
Maria Teresa d'Austria
Trisnonno paterno:
Carlo VI d'Asburgo
Trisnonna paterna:
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel
Nonna paterna:
Maria Ludovica di Borbone-Spagna
Bisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonno paterno:
Filippo V di Spagna
Trisnonna paterna:
Elisabetta Farnese
Bisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Trisnonno paterno:
Augusto III di Polonia
Trisnonna paterna:
Maria Giuseppa d'Austria
Madre:
Erminia di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Nonno materno:
Vittorio II di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Bisnonno materno:
Carlo di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Trisnonno materno:
Vittorio I di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Trisnonna materna:
Carlotta Luisa di Isenburg-Birstein
Bisnonna materna:
Eleonora di Solms-Braunfels
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo, Principe di Solms-Braunfels
Trisnonna materna:
Sofia Maddalena Benigna di Solms-Laubach-Utphe
Nonna materna:
Amelia di Nassau-Weilburg
Bisnonno materno:
Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Trisnonno materno:
Carlo Augusto di Nassau-Weilburg
Trisnonna materna:
Augusta Federica Guglielmina di Nassau-Idstein
Bisnonna materna:
Carolina d'Orange-Nassau
Trisnonno materno:
Guglielmo IV, Principe d'Orange
Trisnonna materna:
Anna, Principessa Reale

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze austriache[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Senatore Gran Croce dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio di Parma - nastrino per uniforme ordinaria Senatore Gran Croce dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio di Parma
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Giuseppe - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Giuseppe

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberts, Gary Boyd, Notable Kin Volume Two, published in cooperation with the New England Historic and Genealogical Society, Boston, Massachusetts, by Carl Boyer, 3ª edizione, Santa Clarita, California, 1999, volume 2, p. 220.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Palatino d'Ungheria Successore
Giuseppe Antonio Giovanni d'Asburgo-Lorena 1847-1848 Titolo soppresso