Stefano Radoslav di Serbia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Radoslav

Stefano Radoslav Nemanjić, in Serbo Стефан Радослав Немањић (119224 settembre 1234), fu un sovrano serbo.

Il breve regno[modifica | modifica wikitesto]

Ivan Asen II

Figlio di Stefano Prvovenčani e della figlia dell'imperatore bizantino Alessio III Angelo, Eudocia, fu educato alla maniera greca da sua madre, tanto che si considerava più legato a Costantinopoli che non alla Serbia.

Dopo la morte del padre, nel 1228 fu incoronato re dei Serbi da suo zio, l'arcivescovo Ratsko che lo aiutò, per tutto il tempo del suo breve regno, negli affari di stato. La sua indole era piuttosto tollerante e lassista, e questo lo rese poco amato dalla nobiltà.

Sposò Anna, la figlia del despota d'Epiro Teodoro Angelo Comneno da cui non ebbe eredi.

Quando suo suocero e alleato fu sconfitto nel 1230 nella battaglia di Klokotnitsa contro la Bulgaria di Ivan Asen II, i notabili serbi decisero di ribellarsi al re considerato troppo vicino ai Bizantini. Lo scacciarono dal trono e acclamarono re suo fratello Vladislav.

Radoslav fuggì nel 1233 e si rifugiò prima a Ragusa di Dalmazia e poi a Durazzo.

Dopo la fuga, decise di ritirarsi a vita religiosa e divenne monaco nel Monastero di Studenica dove morì e fu seppellito.

Argomenti correlati[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re dei Serbi Successore
Stefano Prvovenčani 12281234 Stefano Vladislav