Stefano Pignatelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Pignatelli
cardinale di Santa Romana Chiesa
Nato 1578, Piegaro
Creato cardinale 11 gennaio 1621 da papa Paolo V
Deceduto 12 agosto 1623, Roma

Stefano Pignatelli (Piegaro, 1578Roma, 12 agosto 1623) è stato un cardinale italiano.

Nonostante il nome, non era un membro dell'omonima famiglia principesca napoletana.

Compì studi di diritto all'Università di Perugia, dove divenne intimo amico del futuro cardinal nipote Scipione Caffarelli-Borghese, che lo chiamò a sé a Roma quando suo zio venne eletto papa col nome di Paolo V. Sempre su pressione del cardinal nipote venne creato cardinale nel concistoro dell'11 gennaio 1621.

Stefano Pignatelli si dimostrò uomo degno della porpora concessagli, in modo particolare come protettore delle arti, commissionando quadri al Guercino e musiche per liuto e chitarrone a Giovanni Girolamo Kapsberger.

È sepolto a Roma, nella basilica di Santa Maria sopra Minerva.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie