Stefano Magnasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore, vedi Stefano Magnasco (calciatore).
"Adorazione dei Magi" - Palazzo Bianco, Genova.

Stefano Magnasco (Genova, 1635Genova, 1672 o 1673) è stato un pittore italiano, padre del più celebre Alessandro Magnasco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato intorno al 1635 da Lorenzo e Pellegrina, divenne allievo di Valerio Castello verso la metà del XVII secolo e successivamente si recò a Roma, ove risiedette cinque anni. Ritornato a Genova si sposò con Livia Caterina Musso, da cui ebbe Magnasco, divenuto anch' egli pittore, Artemisia e Giuseppe.

Per il suo stile, oltre al già citato Castello, si rifece a numerosi artisti suoi contemporanei di cui ebbe la possibilità di conoscerne l'arte a Genova e nel suo soggiorno romano, come i fiammighi Van Dyck e Rubens, i genovesi Grechetto e Baciccia od i tardo-caravaggeschi Reni e Lanfranco.

Delle opere del Magnasco sono note poche opere certe, dato che solo una decina risultano firmate. Morì nella sua città natale tra il 1672 ed il 1673.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sala 20 - Valerio Castello su Museidigenova.it. URL consultato il 25 febbraio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]