Stefano Magaddino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Magaddino

Stefano Magaddino (Castellammare del Golfo, 10 ottobre 1891New York, 19 luglio 1974) è stato un criminale italiano.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stefano Magaddino nasce il 10 ottobre del 1891 a Castellammare del Golfo, in Sicilia, luogo di nascita di numerosi mafiosi (incluso il cugino Joseph Bonanno). Magaddino emigra da giovane negli Stati Uniti, prendendo casa a Brooklyn e successivamente diventando boss della famiglia di Buffalo.

Nel 1921 viene arrestato perché ritenuto coinvolto nell'omicidio, nel New Jersey, di un uomo del clan rivale. Agli inizi degli anni '30 partecipa alla guerra castellammarese.

Nel 1936 subisce un attentato ma a morire, per errore, è la propria sorella. Decide quindi di spostarsi verso la zona di Niagara Falls (New York) mettendo su un commercio clandestino di alcol durante gli anni del proibizionismo.

Dopo il proibizionismo, accresce la propria ricchezza praticando estorsioni, rapimenti, gioco d'azzardo e usura. Negli anni scampa a diversi attentati e mantiene la guida della propria famiglia per circa 50 anni, rappresentandola nella commissione di Charlie "Lucky" Luciano.

Stefano Magaddino muore per un attacco di cuore nel 1974 all'età di 82 anni. Il funerale, fu celebrato nella locale chiesa e fu sepolto nel cimitero di St. Joseph a Niagara Falls, New York.

Boss della famiglia di Buffalo[modifica | modifica wikitesto]



Angelo Palmeri
1908 - 1912

Joseph DiCarlo
1912 - 1922

Stefano Magaddino
1922 - 1974

Samuel Frangiamore
1974 - 1984

Joseph Todaro Sr.
1984 - 2006

Leonardo Falzone
2006 - Attualmente


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]