Stefano Delle Chiaje

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stefano Delle Chiaje (Teano, 25 aprile 1794Napoli, 18 dicembre 1860) è stato un medico e naturalista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studiò medicina a Napoli, dove fu allievo di Giuseppe Saverio Poli, con il quale iniziò la compilazione della Testacea, descrizione dei molluschi del Regno delle Due Sicilie[1]; in seguito insegnò anatomia patologica e svolse attività di ricerca nel campo della teratologia.

Tavola della Testacea di Poli e Delle Chiaie

È ricordato anche per le sue ricerche nell'ambito sia della botanica, e in special modo sulle piante officinali[2], sia della zoologia, con particolare riferimento alla tassonomia degli invertebrati del Regno di Napoli[3].

Nel 1842 venne ammesso come socio all'Accademia Nazionale delle Scienze.

Dal 1846 al 1860 fu direttore del Museo di anatomia umana di Napoli, ampliandone le collezioni, sia con l'acquisizione dei reperti del Gabinetto di Chirurgia, sia con il proprio contributo di reperti teratologici e preparati di anatomia comparata[4].

Opere[modifica | modifica sorgente]


Chiaje è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Stefano Delle Chiaje.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Testacea utriusque Siciliane eorumque istoria et antome tabulis aeneis, 3 voll., 1791-1827.
  2. ^ S. Delle Chiaie, Iconografia ed uso delle piante medicinali o sia Trattato di farmacologia vegetabile, 3 voll., Stamp. Società Tipografica, Napoli 1824-1825.
  3. ^ Idem, Memorie sulla storia e notomia degli animali senza vertebre del Regno di Napoli, 5 voll., Stamp. Società Tipografica, Napoli 1822-1829.
  4. ^ Cfr. la storia online del Museo di anatomia umana (Seconda università di Napoli)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • AA.VV., Stefano Delle Chiaie (1794-1860), attualità delle sue ricerche, Atti del Convegno (Teano, 23 giugno 2007), tip. Fiore, Teano 2007.
  • G. Nicolucci, Sulla vita e sulle opere di Stefano Delle Chiaie, Tip. dell'Accademia delle Scienze, Napoli 1882.
  • A. Russo, Stefano Delle Chiaie (1794-1860) naturalista, farmacologo, tossicologo dell’800, La Buona Stampa, Napoli 1967.

Controllo di autorità VIAF: 71381181 SBN: IT\ICCU\SBLV\095711