Stefan Struve

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefan Struve
Dati biografici
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 212 cm
Peso 116 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Jiu jitsu brasiliano, Kickboxing
Squadra Paesi Bassi Beverwijk Top Team
Paesi Bassi Team Schreiber
Carriera
Soprannome Skyscraper
Combatte da Paesi Bassi Beverwijk, Paesi Bassi
Vittorie 25
per knockout 7
per sottomissione 16
Sconfitte 6
 

Stefan Jaimy Struve (Beverwijk, 18 febbraio 1988) è un lottatore di arti marziali miste olandese.

Combatte nella categoria dei pesi massimi per l'organizzazione statunitense UFC, ed in passato è stato campione di categoria nella britannica Cage Gladiators.

Soprannominato "Skyscraper" (termine in lingua inglese che significa "Grattacielo") con i suoi 212 centimetri di altezza è attualmente il lottatore più alto della federazione. Precoce lottatore, esordì come professionista all'età di 17 anni e all'età di 24 anni aveva già alle spalle trenta incontri.

Per i ranking ufficiali dell'UFC è il contendente numero 12 nella divisione dei pesi massimi.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Struve è in primis un abile lottatore di jiu jitsu brasiliano, e buona parte delle sue vittorie le ha ottenute proprio per sottomissione.

Come olandese può vantare un'ottima scuola di kickboxing, e si allena nel Team Schreiber dell'ex kickboxer e professionista di MMA Bob Schreiber; benché potrebbe fare miglior uso del suo allungo Struve ha un buon striking ma non eccezionale, e non è un gran incassatore.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Inizi: Europa e titolo Cage Gladiators[modifica | modifica sorgente]

Stefan Struve inizia la propria carriera nelle arti marziali miste all'età di 14 anni, quando lascia il calcio e spinto dal fratello entra nella palestra di Bob Schreiber. All'età di 16 anni combatte il suo primo incontro a livello amatoriale.

L'esordio come professionista è datato 19 marzo 2005 e consiste in una vittoria per sottomissione contro il connazionale John De Wilde. Nell'incontro successivo viene sconfitto dal lettone Romualds Garkulis per KO. Da lì Struve avvia una striscia di ben sette vittorie consecutive, combattendo per diverse organizzazioni minori europee che gli permisero di lottare anche in Germania, Finlandia, Russia e Stati Uniti.

Nel 2007 venne messo sotto contratto dalla britannica Cage Gladiators e poté lottare subito per il titolo dei pesi massimi contro il futuro lottatore UFC Tom Blackledge: Struve vinse per sottomissione con uno strangolamento triangolare in poco più di un minuto, divenendo campione di categoria Cage Gladiators.

Lo stesso anno prende parte al torneo openweight "Star of Peresvit" in Ucraina: nei quarti di finale supera Sergey Danish per KO, ma in semifinale si deve arrendere al futuro campione Bellator Christian M'Pumbu, che riesce nell'impresa di sottomettere Struve in due minuti di combattimento.

Nel 2008 difende il titolo Cage Gladiators per ben due volte contro Colin Robinson e l'esperto di jiu jitsu brasiliano Mario Neto.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica sorgente]

Con un record personale di 16-2 Struve riceve diverse proposte di ingaggio da parte delle più importanti federazioni al mondo di arti marziali miste come Dream e Affliction, ma a spuntarla è la più prestigiosa di tutte al tempo, ovvero l'UFC.

Struve esordì il 21 febbraio 2009 contro Junior dos Santos, tremendo pugile brasiliano che negli anni a seguire diverrà campione di categoria e si affermerà come il più forte peso massimo al mondo: Struve cade vittima dei pesanti pugni dell'avversario ed in meno di un minuto va KO.

Nemmeno quattro mesi dopo Struve ebbe la possibilità di rifarsi e non fallì contro Denis Stojnić, vincendo per strangolamento nel secondo round. Il 24 ottobre dà il benvenuto sul ring al nuovo arrivo Chase Gormley, sconfiggendolo per sottomissione nel primo round e ottenendo il riconoscimento Submission of the Night.

Non passano nemmeno due mesi e Struve torna in gabbia per sostituire l'infortunato Todd Duffee ed affrontare l'esperto ed un tempo glorioso Paul Buentello, lottatore con un passato da contendente sconfitto per i titoli UFC e Strikeforce: Struve vinse ai punti con un punteggio stretto e discutibile, e a fine gara dichiarò di non aver lottato sufficientemente bene.

Nel 2010 ha la possibilità di sfidare un gatekeeper per il top 10 di categoria quale è Roy Nelson, lottatore dalla mascella grantitica e dal pugno devastante: Struve finisce KO in 39 secondi, ottenendo la sua quarta sconfitta in carriera.

Lo stesso anno si rifà subito mettendo KO prima Christian Morecraft (Knockout of the Night) e poi Sean McCorkle, dimostrando che era migliorato notevolmente nella kickboxing.

Nel 2011 affronta l'imbattuto Travis Browne, lottatore che a suon di vittorie si stava affacciando alla top 10: Struve viene messo KO nel primo round, dimostrando ancora una volta di avere nei striker con il pugno da KO il proprio tallone d'Achille.

L'UFC, quasi a volerlo mettere ulteriormente alla prova, lo abbina ad altri striker, e Struve si supera sottomettendo il kickboxer Pat Barry (Submission of the Night), stendendo un esperto del KO come Dave Herman e sottomettendo con una leva al braccio un altro lottatore dalle mani pesanti quale è Lavar Johnson (sostituto dell'indisponibile Mark Hunt), ottenendo per la terza volta il riconoscimento Submission of the Night e venendo inserito nella top 10 di categoria da MMAWeekly.com[1].

Sempre nel 2012 supera un top 15 di categoria come Stipe Miočić, lottatore abile sia nella boxe sia nella lotta libera, in un incontro che ha visto l'atleta olandese subire l'avversario nel primo round per poi stenderlo nella successiva ripresa con delle ottime combinazioni di pugni.

Nel 2013 in Giappone Struve si vede arrestare bruscamente la propria ascesa quando viene steso dal campione K-1 neozelandese Mark Hunt, riportando una frattura alla mandibola. Lo stesso anno gli viene diagnosticato un problema alla valvola aortica.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Sconfitta 25-6 Nuova Zelanda Mark Hunt KO Tecnico (pugno) UFC on Fuel TV: Silva vs. Stann 3 marzo 2013 3 1:44 Giappone Saitama, Giappone
Vittoria 25-5 Stati Uniti Stipe Miočić KO Tecnico (pugni) UFC on Fuel TV: Struve vs. Miocic 29 settembre 2012 2 3:50 Regno Unito Nottingham, Regno Unito
Vittoria 24–5 Stati Uniti Lavar Johnson Sottomissione (armbar) UFC 146: Dos Santos vs. Mir 26 maggio 2012 1 1:05 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 23–5 Stati Uniti Dave Herman KO Tecnico (pugni) UFC on Fuel TV: Sanchez vs. Ellenberger 15 febbraio 2012 2 3:52 Stati Uniti Omaha, Stati Uniti
Vittoria 22–5 Stati Uniti Pat Barry Sottomissione (armbar triangolare) UFC Live: Cruz vs. Johnson 1 ottobre 2011 2 3:22 Stati Uniti Washington, Stati Uniti
Sconfitta 21–5 Stati Uniti Travis Browne KO (superman punch) UFC 130: Rampage vs. Hamill 28 maggio 2011 1 4:11 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 21–4 Stati Uniti Sean McCorkle KO Tecnico (pugni) UFC 124: St-Pierre vs. Koscheck 2 11 dicembre 2010 1 3:55 Canada Montréal, Canada
Vittoria 20–4 Stati Uniti Christian Morecraft KO (pugni) UFC 117: Silva vs. Sonnen 7 agosto 2010 2 0:22 Stati Uniti Oakland, Stati Uniti
Sconfitta 19–4 Stati Uniti Roy Nelson KO Tecnico (pugni) UFC Fight Night: Florian vs. Gomi 31 marzo 2010 1 0:39 Stati Uniti Charlotte, Stati Uniti
Vittoria 19–3 Stati Uniti Paul Buentello Decisione (maggioranza) UFC 107: Penn vs. Sanchez 12 dicembre 2009 3 5:00 Stati Uniti Memphis, Stati Uniti
Vittoria 18–3 Stati Uniti Chase Gormley Sottomissione (triangolo) UFC 104: Machida vs. Shogun 24 ottobre 2009 1 4:04 Stati Uniti Los Angeles, Stati Uniti
Vittoria 17–3 Bosnia ed Erzegovina Denis Stojnić Sottomissione (rear naked choke) UFC 99: The Comeback 13 giugno 2009 2 2:37 Germania Colonia, Germania
Sconfitta 16–3 Brasile Junior dos Santos KO Tecnico (pugni) UFC 95: Sanchez vs. Stevenson 21 febbraio 2009 1 0:54 Regno Unito Londra, Regno Unito Debutto in UFC
Vittoria 16–2 Brasile Mario Neto Sottomissione (rear naked choke) Cage Gladiators 10: Clash of the Titans 29 novembre 2008 2 3:19 Regno Unito Liverpool, Regno Unito Difende il titolo dei Pesi Massimi CG
Vittoria 15–2 Paesi Bassi Ralf Wonnink Sottomissione (armbar) KOE: Tough Is Not Enough 5 ottobre 2008 1 - Paesi Bassi Rotterdam, Paesi Bassi
Vittoria 14–2 Giappone Yuji Sakuragi Sottomissione (triangolo) M-1 Challenge 6: Korea 29 agosto 2008 1 2:30 Corea del Sud Seul, Corea del Sud
Vittoria 13–2 Regno Unito Colin Robinson Sottomissione (triangolo) Cage Gladiators 8 27 luglio 2008 1 - Regno Unito Liverpool, Regno Unito Difende il titolo dei Pesi Massimi CG
Vittoria 12–2 Paesi Bassi Ralf Wonnink Sottomissione (rear naked choke) Beast of the East 26 gennaio 2008 1 - Paesi Bassi Zutphen, Paesi Bassi
Sconfitta 11–2 RD del Congo Christian M'Pumbu Sottomissione (d'arce choke) Star of Peresvit 7 dicembre 2007 1 2:05 Ucraina Kiev, Ucraina Torneo Star of Peresvit, Semifinale
Vittoria 11–1 Ucraina Sergey Danish KO Tecnico (stop dall'angolo) Star of Peresvit 7 dicembre 2007 2 2:20 Ucraina Kiev, Ucraina Torneo Star of Peresvit, Quarti di finale
Vittoria 10–1 Germania Tomek Smykowski Sottomissione (strangolamento) TFS: Mixfight Gala VI 25 novembre 2007 1 - Germania Monaco, Germania
Vittoria 9–1 Regno Unito Tom Blackledge Sottomissione (triangolo) Cage Gladiators 5 4 novembre 2007 1 2:14 Regno Unito Liverpool, Regno Unito Vince il titolo dei Pesi Massimi CG
Vittoria 8–1 Russia Denis Komkin Sottomissione (rear naked choke) Siberian Challenge 1 14 ottobre 2007 1 - Russia Bratsk, Russia
Vittoria 7–1 Croazia Marko Sintic Sottomissione (triangolo) CF: The Real Deal 5 maggio 2007 1 - Paesi Bassi Emmen, Paesi Bassi
Vittoria 6–1 Finlandia Atte Backman Sottomissione (triangolo) Fight Festival 21 17 marzo 2007 1 3:54 Finlandia Helsinki, Finlandia
Vittoria 5–1 Germania Florian Müller KO Tecnico Outsider Cup 6 16 dicembre 2006 2 1:38 Germania Duisburg, Germania
Vittoria 4–1 Stati Uniti Marcus Sursa Sottomissione (triangolo) WEF: Orleans Arena 10 giugno 2006 1 3:01 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 3–1 Marocco Murat Bourekba Squalifica Staredown City 5 febbraio 2006 - - Paesi Bassi Oostzaan, Paesi Bassi
Vittoria 2–1 Paesi Bassi Emir Smajlovic KO MMA: Event 17 settembre 2005 1 - Paesi Bassi Paesi Bassi
Sconfitta 1–1 Lettonia Romualds Garkulis KO Tecnico Mixfight Gala 16 aprile 2005 1 - Paesi Bassi Paesi Bassi
Vittoria 1–0 Paesi Bassi John de Wilde Sottomissione (armbar) Gentlemen Fight Night 19 marzo 2005 1 - Paesi Bassi Paesi Bassi

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ MMAWeekly.com Heavyweight MMA Top 10 (over 205 pounds) - 27 giugno 2012.