Stearina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stearina
Stearin.png
Stearin krystalický.JPG
Nome IUPAC
1,3-Di(octadecanoilossi)propan-2-il octadecanoato
Nomi alternativi
tristearina, glicerolo tristearato, tristearato di glicerile
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C57H110O6
Massa molecolare (u) 891,48
Numero CAS [555-43-1]
PubChem 11146
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

La stearina è un trigliceride derivante dalla condensazione di tre molecole di acido stearico con il glicerolo. Si cominciò a usarla dal 1818, per la preparazione di candele, nell'apprettatura di tessuti e per la preparazione di unguenti. È una sostanza biodegradabile non solubile in acqua.

A differenza della paraffina, che proviene dal petrolio, si tratta di un prodotto che viene ricavato da esseri viventi. Una delle fonti più sfruttate è senz'altro l'olio di palma. Per la produzione di candele spesso si preferisce la paraffina, poiché più economica.

Fonde alla temperatura di 60-70 gradi. La sua formula chimica è C3H5(C18H35O2)3 (o semplicemente C57H110O6).

Mescolata a idrossido di sodio, si usa per la preparazione del sapone; la reazione di idrolisi basica forma glicerina e stearato di sodio:

C3H5(C18H35O2)3 + 3 NaOH → C3H5(OH)3 + 3 C18H35COONa

Viene anche usata come decapante per il piombo quando vi si devono effettuare saldature a stagno.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 12.07.2012

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia