Stazione di Verona Porta Vescovo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°26′09″N 11°01′11″E / 45.435833°N 11.019722°E45.435833; 11.019722

Verona Porta Vescovo
stazione ferroviaria
Stato Italia Italia
Localizzazione Verona
Attivazione 1847
Stato attuale In uso
Linee Milano-Verona-Venezia
Tipo Stazione di superficie
Interscambi Autobus urbani ed extraurbani

La Stazione di Porta Vescovo è una stazione ferroviaria a servizio dei quartieri orientali di Verona.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Situata nella zona est di Verona, è di importanza secondaria per il trasporto passeggeri rispetto alla stazione di Verona Porta Nuova, e viene utilizzata per lo più come scalo secondario. La stazione è collegata con le Officine Grandi Riparazioni di Porta Vescovo, un impianto di Trenitalia dove vengono effettuate le revisioni delle locomotive elettriche.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Porta Vescovo è stata la prima stazione ferroviaria di Verona, inaugurata nel 1847, venne molto utilizzata durante la dominazione austriaca, poiché si trova sull'asse ferroviario passante dal Brennero, e in quanto Verona era la maggiore piazzaforte austriaca nella pianura padana. Dalla stazione passavano dunque soldati e rifornimenti militari, e vi erano le officine ferroviarie centrali del Lombardo-Veneto. L'ubicazione della stazione ferroviaria di Porta Vescovo e delle officine ferroviarie centrali (del 1859) era subordinata alle esigenze difensive e teneva conto anche della prossimità dell'ampia zona militare del Campo Marzo, destinata a magazzini e ai trasporti militari. Qui, alcuni anni dopo verrà edificato il complesso della Provianda Militare. Un binario collegava la stazione al Campo Marzo: per il passaggio attraverso la cortina tra il Bastione delle Maddalene e il Bastione di Campo Marzo venne inserita la Porta di Campofiore (1865).

La stazione perse importanza con la costruzione della stazione di Porta Nuova, più vicina al centro città.

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Viale Porta Vescovo (cartolina d'epoca)

Presso la stazione transitano numerose autolinee urbane e interurbanegestite dall'ATV, che garantisce il collegamento con i comuni della provincia veronese e con le restanti province venete.

Fra il 1884 e il 1951 nelle adiacenze della stazione era collocato uno dei capilinea della rete tranviaria urbana nonché, fra il 1881 e il 1958, il terminal di una vasta rete di tranvie extraurbane che comprendeva:

Museo ferroviario[modifica | modifica wikitesto]

Museo ferroviario
Indirizzo Viale Stazione di Porta Vescovo, 1, Verona, Italia

Presso la stazione ferroviaria è stata allestito un museo visitabile gratuitamente, in cui sono esposti un treno a vapore, locomotive e carrozze in scala, e locomotori, carrelli, vecchie divise e altri materiali riguardanti l'attività ferroviaria.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Verona Porta Vescovo
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Milano TriangleArrow-Left.svg Verona Porta Nuova Pfeil links.svg Milano-Venezia
 (150+857)
Pfeil rechts.svg San Martino Buon Albergo TriangleArrow-Right.svg Venezia