Stazione di Termoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 42°00′02.52″N 14°59′34.44″E / 42.0007°N 14.9929°E42.0007; 14.9929

Termoli
stazione ferroviaria
Stazione di Termoli.JPEG
Facciata della stazione di Termoli
Stato Italia Italia
Localizzazione Piazza Garibaldi, Termoli
Attivazione 1863
Stato attuale In uso
Linee Ferrovia Adriatica
Termoli-Venafro
Tipo Stazione in superficie, passante
Binari 5
Interscambi Autobus urbani ed extraurbani
Dintorni Centro cittadino

La stazione di Termoli è situata lungo la ferrovia Adriatica al km 439+437 (dalla Stazione di Bologna Centrale) ed allo stesso tempo è capolinea della linea per Venafro.

La stazione è considerata come stazione di classificazione gold[1] in quanto impianto medio-grande che presenta una frequentazione abbastanza alta, con una offerta trasportistica significativa sia locale che di qualità[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è stata aperta il 10 novembre 1863[senza fonte].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è composta da ben due fabbricati viaggiatori: il primo è quello originario, mentre il secondo, di più recente realizzazione, è stato costruito negli anni ottanta.

Il primo fabbricato presenta una struttura tipica delle stazioni ferroviarie; l'edificio in muratura presenta tre corpi di cui uno, quello centrale, composto da tre livelli, mentre i due laterali sono disposti su un unico piano. Esistono altri fabbricati adibiti a magazzino a lato del fabbricato principale. Il secondo, realizzato in età recente, presenta delle linee architettoniche evidentemente più moderne del primo, in netto contrasto con quest'ultimo e con gli edifici vicini; è stato costruito in cemento armato e reso ancor più moderno da vetrate distribuite sui lati.

All'interno dei fabbricati passeggeri sono presenti: biglietteria, biglietteria self-service, sala d'attesa, ascensori, servizi igienici, bar, edicola, farmacia e sede della Polizia Ferroviaria Polfer.

Il piazzale interno presenta cinque binari per il traffico viaggiatori serviti dalle banchine del I binario, tra II e III e IV e V e raggiungibili attraverso il sottopassaggio che ricopre anche la funzione di collegamento pedonale tra due zone della città: Viale Trieste e Piazza Garibaldi, ovvero la piazza della stazione.

Restyling[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di ottobre 2010 si sono conclusi i lavori di ammodernamento della facciata della stazione di piazza Garibaldi con annessa sistemazione di pensiline e marciapiedi interni.

Gli interventi, necessari per le cattive condizioni dei settori adibiti all’accoglienza delle persone in attesa dei treni, hanno riguardato la facciata dell’edificio che ospita la biglietteria e gli uffici, con un ammodernamento e una nuova tinteggiatura.

Il piano pedonale del secondo marciapiede, quello destinato alla linea adriatica, è stato inoltre innalzato ad un'altezza di cinquantacinque centimetri, consentendo così una più agevole accessibilità ai treni, sia in fase di salita che in fase di discesa, riducendo il dislivello fra il piano del marciapiede e quello delle carrozze.

Sono state infine ripristinate le pensiline del secondo e terzo marciapiede con sostituzione in acciaio della copertura in lamiera; interventi hanno riguardato anche la pensilina a servizio del primo marciapiede.

I lavori hanno avuto una durata di circa cinque mesi.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Il traffico della stazione di Termoli presenta un bacino di utenza che comprende la quasi totalità del Molise, in essa fermano tutti i treni InterCity e Frecciabianca e vi si attestano numerosi convogli in servizio locale per Foggia, Campobasso, Pescara, Pesaro e recentemente Teramo, inoltre fino a qualche anno fa vi si attestavano collegamenti diretti per Napoli e Roma.

Attualmente, Termoli rappresenta, almeno nella parte sud, un collo di bottiglia della linea Adriatica. Ciò è dovuto al fatto che mancano 21 km di raddoppio del tratto tra Termoli e il Posto di Movimento di Lesina per completare il progetto del raddoppio delle tratta che è stato presentato nel 2003. È in corso la procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale al fine di individuare e risolvere le interazioni negative tra la nuova linea e il tessuto urbano della città. Il raddoppio a Nord di Termoli, invece, è stato completato nel 1991.

Il flusso annuo di passeggeri della stazione è di circa 780.000 unità.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria Biglietteria (apertura: 6:00 - 20:00)
  • Biglietteria Biglietteria automatica
  • Biglietteria Capolinea autolinee
  • Parcheggio di scambio Parcheggio di scambio
  • Sottopassaggio Sottopassaggio pedonale
  • Scale mobili Ascensori
  • Bar Bar
  • Edicola Edicola
  • taxi Servizio Taxi
  • Farmacia Farmacia
  • Punto Informazioni Punto informazioni
  • Cassetta postale Cassetta postale
  • telefoni pubblici Telefoni pubblici
  • Toilettes Servizi igienici

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Rete Ferroviaria Italiana
  2. ^ Fonte: Rete Ferroviaria Italiana

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Termoli
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Ancona TriangleArrow-Left.svg Montenero-Petacciato Pfeil links.svg Ancona–Lecce
 (439+437)
Pfeil rechts.svg Campomarino TriangleArrow-Right.svg Lecce
Termoli-Venafro
 (0+000)
Pfeil rechts.svg Guglionesi-Portocannone TriangleArrow-Right.svg Venafro