Stazione di Roma Ostiense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°52′22.15″N 12°29′04.98″E / 41.87282°N 12.484717°E41.87282; 12.484717

Roma Ostiense
stazione ferroviaria
Stazione Ostiense - Rome.jpg
La stazione vista da Porta San Paolo
Stato Italia Italia
Localizzazione Roma, piazzale dei Partigiani 1
Attivazione 1940
Stato attuale In uso
Linee Tirrenica
Tipo Stazione in superficie, passante
Binari 12
Interscambi Metropolitana di Roma B.svgPiramide
Ferrovia Roma-Lido.svgPorta San Paolo
Autobus urbani

La stazione di Roma Ostiense è una delle stazioni di Roma coinvolte nel progetto Centostazioni del gruppo Ferrovie dello Stato, e costituisce il terzo scalo ferroviario della capitale per numero di passeggeri, dopo Roma Termini e Roma Tiburtina, con circa 5,5 milioni di passeggeri annui.[1]

Si trova nel quartiere Ostiense, in piazzale dei Partigiani, a breve distanza da Porta San Paolo. Nella stazione transitano anche le ferrovie regionali Ferrovia regionale laziale FL1.jpg, Ferrovia regionale laziale FR5.svg ed è il capolinea della Ferrovia regionale laziale FR3.svg.

La stazione è anche collegata con la fermata Piramide della linea B della metropolitana romana e con la stazione di Roma Porta San Paolo della Ferrovia Roma-Lido.

Adiacenti alla stazione sono il parcheggio sotterraneo di piazzale dei Partigiani e quello di superficie su Piazzale 12 ottobre 1492, dal lato opposto rispetto al fascio dei binari.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Hitler al suo arrivo a Roma accolto alla Stazione Ostiense da Vittorio Emanuele III e Mussolini.

La stazione attuale sostituisce una precedente "stazione di campagna" che esisteva già nell'area. In occasione della visita di Hitler a Roma, nel 1938, fu creata una "stazione monumentale" per poter accogliere "romanamente" il dittatore tedesco. Questa visita è ricordata nel film Una giornata particolare, di Ettore Scola, che usa anche dei cinegiornali d'epoca che mostrano l'incontro tra Hitler e Vittorio Emanuele III.

Il viale che congiungeva la stazione con Porta San Paolo fu per l'occasione chiamato via A. Hitler[2]. Dopo la guerra ha preso il nome di viale delle Cave Ardeatine.

Struttura ed impianti[modifica | modifica sorgente]

Architettura[modifica | modifica sorgente]

La Stazione Ostiense poco dopo la sua costruzione nel 1940.

La stazione provvisoria progettata dell'ing. arch. Roberto Narducci e creata in occasione della visita del Cancelliere del Reich – costituita quasi per intero da un impalcato portante rivestito con pannelli riproducenti le fattezze del marmo –, dati i consensi ricevuti dal regime e dallo stesso Hitler[3], fu sostituita dall'edificio attuale – dalle fattezze quasi identiche –, ad opera dello stesso progettista, in vista dell'Esposizione Universale del 1942 (che per via della guerra non fu realizzata) e fu inaugurata il 28 ottobre del 1940.

La facciata è interamente rivestita di travertino, e si apre con un porticato a pilastri. A destra un bassorilievo di Francesco Nagni rappresentante Bellerofonte e Pegaso (1940) e a sinistra una fontana (1957) con cavalli marini.

Sul pavimento sono presenti mosaici con tessere bianche e nere che raffigurano vari temi legati alla storia di Roma: da Enea che lascia Cartagine alla basilica di San Pietro in Vaticano[4].

Il piazzale esterno della stazione nel dopoguerra è stato intitolato ai Partigiani (prende infatti il nome di Piazzale dei Partigiani), attualmente è adibito a capolinea degli autobus e a parcheggio. Prima del 1990 però il piazzale era abbellito con dei giardini curati e con una imponente fontana circolare a zampillo costruita negli anni 50 sempre su progetto dell'ing. arch. Roberto Narducci, la fontana è stata eliminata in occasione dei lavori di ammodernamento per i Mondiali di calcio Italia 1990, e mai più ripristinata nonostante il piazzale facesse parte di un ambizioso progetto di riqualificazione comunale denominato "Cento Piazze"[5].

Air Terminal[modifica | modifica sorgente]

Alla parte opposta rispetto ai binari c'è il fabbricato, progetto di Julio Lafuente e Giulio Sanrocchi, inaugurato per i Mondiali di calcio Italia 1990 che doveva servire da Air terminal per l'aeroporto di Fiumicino, all'interno del quale sono state collocate diverse attività commerciali. Tuttavia vista la posizione che aveva il terminal, distante da via Ostiense o da via Cristoforo Colombo, la frequentazione è sempre stata abbastanza scarsa, il che ha comportato nel giro di poco tempo la chiusura dei vari negozi e il definitivo abbandono della struttura (che era collegata alla stazione ostiense da 4 rampe di scale mobili e 2 di tapis roulant)[4]. Il Terminal non è stato più utilizzato ed è caduto nel degrado diventando una specie di dormitorio per i senza tetto[6][7].

Il 15 giugno 2009, Rete Ferroviaria Italiana (in quel tempo, la proprietaria dell'immobile) vende l'Air Terminal alla società Geal s.r.l. (che già aveva in gestione l'immobile) che ha intenzione di realizzarvi un centro commerciale (sul modello del forum di Roma Termini) dopo aver effettuato gli opportuni interventi di manutenzione straordinaria. L'importo versato per l'acquisto dell'Air Terminal Ostiense è stato pari a 10 milioni e 820 000 euro[8].

Il 17 novembre 2010 Nuovo Trasporto Viaggiatori decide che utilizzerà l'Air Terminal di Roma Ostiense come hub dei propri servizi. La scelta è stata motivata sia dall'intenzione di servire la zona sud della città sia per evitare la congestione del nodo di Termini. La società Geal s.r.l. ha quindi provveduto ad iniziare i lavori per la completa ristrutturazione e ampliamento dei locali del Terminal: la superficie dell'edificio aumenterà a 14 000 metri quadri e si svilupperà su quattro livelli. Inoltre, il 21 giugno 2012 è stato inaugurata l'apertura di Eataly (unico della catena presente nella capitale). Verranno abbattute mura che saranno sostituite con delle vetrate e verranno fatti due nuovi parcheggi uno sotterraneo e un altro in superficie[9]

Piazzale binari[modifica | modifica sorgente]

Il piazzale si compone di 15 binari: i primi quattro sono usati per i servizi della direttrice Roma-Pisa, i binari 1 e 4 (con marciapiede) sono dedicati al servizio viaggiatori mentre i binari 2 e 3 (senza marciapiede e di corretto tracciato) sono dedicati ai treni in transito; i binari successivi vengono utilizzate dalle Ferrovie regionali 1 e 3. Il binario 15 (verso l'Air Terminal) è invece dedicato ai treni della NTV.

Movimento[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie regionali del Lazio
FL 1
White dot.svg  Orte
White dot.svg  Gallese in Teverina
White dot.svg  Civita Castellana-Magliano
White dot.svg  Collevecchio-Poggio Sommavilla
White dot.svg  Stimigliano
White dot.svg  Gavignano Sabino
White dot.svg  Poggio Mirteto
White dot.svg  Fara Sabina-Montelibretti
White dot.svg  Piana Bella di Montelibretti
White dot.svg  Monterotondo-Mentana Ferrovia regionale laziale FR3.svg 
inizio tariffa urbana 
White dot.svg  Settebagni Ferrovia regionale laziale FR3.svg 
White dot.svg  Fidene Ferrovia regionale laziale FR3.svg 
White dot.svg  Nuovo Salario Ferrovia regionale laziale FR3.svg 
Metropolitana di Roma B1.svg  White dot.svg  Roma Nomentana Ferrovia regionale laziale FR3.svg 
Metropolitana di Roma B.svg  White dot.svg  Roma Tiburtina Ferrovia regionale laziale FR2.svg Ferrovia regionale laziale FR3.svg 
Metropolitana di Roma A.svg  White dot.svg  Roma Tuscolana Ferrovia regionale laziale FR5.svgFerrovia regionale laziale FR3.svg 
Metropolitana di Roma B.svg Ferrovia Roma-Lido.svg  White dot.svg  Roma Ostiense Ferrovia regionale laziale FR3.svg Ferrovia regionale laziale FR5.svg
White dot.svg  Roma Trastevere Ferrovia regionale laziale FR3.svg Ferrovia regionale laziale FR5.svg
White dot.svg  Villa Bonelli
White dot.svg  Magliana
White dot.svg  Muratella
White dot.svg  Ponte Galeria
White dot.svg  Fiera di Roma
fine tariffa urbana 
White dot.svg  Parco Leonardo
White dot.svg  Fiumicino Aeroporto
Ferrovie regionali del Lazio
FL 3
White dot.svg  Viterbo Porta Fiorentina
White dot.svg  Viterbo Porta Romana
White dot.svg  Tre Croci
White dot.svg  Vetralla
White dot.svg  Capranica-Sutri
White dot.svg  Oriolo
White dot.svg  Manziana-Canale Monterano
White dot.svg  Bracciano
White dot.svg  Vigna di Valle
White dot.svg  Anguillara
inizio tariffa urbana 
White dot.svg  Cesano di Roma
White dot.svg  Olgiata
White dot.svg  La Storta
White dot.svg  La Giustiniana
White dot.svg  Ipogeo degli Ottavi
White dot.svg  Ottavia
White dot.svg  Roma San Filippo Neri
White dot.svg  Roma Monte Mario
White dot.svg  Gemelli
White dot.svg  Roma Balduina
White dot.svg  Appiano
Metropolitana di Roma A.svg  White dot.svg  Valle Aurelia
White dot.svg  Roma San Pietro Ferrovia regionale laziale FR5.svg
White dot.svg  Quattro Venti
White dot.svg  Roma Trastevere Ferrovia regionale laziale FR1.svg Ferrovia regionale laziale FR5.svg
Metropolitana di Roma B.svg Ferrovia Roma-Lido.svg  White dot.svg  Roma Ostiense Ferrovia regionale laziale FR1.svg Ferrovia regionale laziale FR5.svg
Ferrovie regionali del Lazio
FL 5
White dot.svg  Civitavecchia
White dot.svg  Santa Marinella
White dot.svg  Santa Severa
White dot.svg  Marina di Cerveteri
White dot.svg  Ladispoli-Cerveteri
White dot.svg  Torre in Pietra-Palidoro
White dot.svg  Maccarese-Fregene
White dot.svg  Roma Aurelia
White dot.svg  Roma San Pietro Ferrovia regionale laziale FR3.svg
White dot.svg  Roma Trastevere Ferrovia regionale laziale FR1.svg Ferrovia regionale laziale FR3.svg
Metropolitana di Roma B.svg 
Ferrovia Roma-Lido.svg 
White dot.svg  Roma Ostiense Ferrovia regionale laziale FR1.svg Ferrovia regionale laziale FR3.svg
Metropolitana di Roma A.svg  White dot.svg  Roma Tuscolana Ferrovia regionale laziale FR1.svg
Metropolitana di Roma A.svg Metropolitana di Roma B.svg 
Ferrovia Roma-Pantano.svg 
White dot.svg  Roma Termini Ferrovia regionale laziale FR4.svg Ferrovia regionale laziale FR6.svg Ferrovia regionale laziale FR7.svg Ferrovia regionale laziale FR8.svg

Il servizio passeggeri è svolto da Trenitalia (controllata del gruppo Ferrovie dello Stato) per conto della Regione Lazio e, dal 14 giugno 2012, anche da Nuovo Trasporto Viaggiatori.

Trenitalia effettua treni di tipo Regionale ed ex Espresso Intercity[non chiaro].

Il numero giornaliero delle corse gestite da Trenitalia si aggira su 390[10]. Le principali destinazioni sono: Fiumicino Aeroporto, Poggio Mirteto, Fara Sabina, Cesano, Bracciano, Viterbo Porta Fiorentina, Civitavecchia, Grosseto e Pisa Centrale.

Nuovo Trasporto Viaggiatori effettua corse con treni ad alta velocità che collegano la stazione con Firenze, Bologna, Milano, Torino, Padova e Venezia.

Il traffico passeggeri annuale medio si attesta a circa 5 milioni e 800 000 unità[11].

Servizi[modifica | modifica sorgente]

La stazione offre i seguenti servizi:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Bar Bar
  • Servizi igienici Servizi igienici
  • Sala d'attesa Sala d'attesa
  • Posto di Polizia ferroviaria Posto di Polizia ferroviaria
  • Ristoranti Ristoranti

Interscambi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Roma Ostiense - Centostazioni
  2. ^ Consociazione Turistica Italiana: Italia centrale, Milano, 1939.
  3. ^ A. Morgera, Roberto Narducci e la monumentalizzazione delle stazioni ferroviarie. I casi di Venezia Santa Lucia, Redipuglia e Roma Ostiense. 1934-1938, tesi di laurea, Trieste 2006, relatore P. Nicoloso, correlatore B. Boccazzi Mazza.
  4. ^ a b Scheda della stazione
  5. ^ Programma riqualificazione "Cento Piazze" dal sito web del Comune di Roma
  6. ^ Rinaldo Frignani, I bambini afghani? «Sotto una pensilina, non all'interno di tombini» in Corriere della Sera, 4 aprile 2009. URL consultato il 17 novembre 2010.
  7. ^ Claudia Voltattorni, Senz'acqua da un mese e tende sui binari, tendopoli Ostiense verso lo sgombero in Corriere della Sera, 28 giugno 2010. URL consultato il 17 novembre 2010.
  8. ^ Lilli Garrone, Quasi undici milioni di euro, venduto l'Air Terminal Ostiense in Corriere della Sera, 15 giugno 2009. URL consultato il 17 novembre 2010.
  9. ^ Lilli Garrone, Terminal Ostiense, partono i lavori Arrivano i treni rossi di Montezemolo in Corriere della Sera, 17 novembre 2010. URL consultato il 17 novembre 2010.
  10. ^ Orario dei treni che effettuono servizio in questa stazione
  11. ^ Flussi Centostazioni

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Roma - Principali stazioni ferroviarie

Roma Ostiense | Roma San Pietro | Roma Termini | Roma Tiburtina | Roma Trastevere