Stazione di Ravenna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°25′08.95″N 12°12′28.95″E / 44.419153°N 12.208042°E44.419153; 12.208042

Ravenna
stazione ferroviaria
Facciata stazione Ravenna.JPG
Stato Italia Italia
Localizzazione Ravenna, Piazzale Farini 13[1]
Attivazione 1863
Stato attuale in uso
Linee Ferrara-Rimini
Ravenna-Castelbolognese
Faenza-Ravenna
Tipo stazione in superficie, passante
Binari 10

La stazione di Ravenna è la stazione ferroviaria della linea Ferrara-Rimini che è posta nell'omonima città. Da questo scalo si diramano inoltre la linea per Faenza e quella per Castelbolognese.

È gestita da Rete Ferroviaria Italiana (RFI), mentre l'area commerciale del fabbricato viaggiatori è di competenza di Centostazioni[2].

L'impianto è classificato da RFI nella categoria "Gold"[3].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La stazione fu aperta il 23 agosto 1863 assieme alla linea ferroviaria proveniente da Castel Bolognese. La posizione dell'impianto fu stabilita in maniera unanime dal Consiglio comunale ravennate, in prossimità della Darsena in modo da favorire l'interscambio con il porto[4].

La gestione inizialmente fu affidata alla società Gonzales & Tatti di Milano. A partire dal giugno 1864, essa passò alla Società italiana per le strade ferrate meridionali[4].

La stazione, all'epoca costruita in una zona periferica della città, tra il centro storico e la parte terminale del porto, è stata nel corso degli anni inglobata dal tessuto urbano. Proprio per questo motivo, anche nell'ottica dei progetti di riqualificazione del quartiere Darsena, sono stati avviati studi per la creazione di un nuovo scalo passeggeri, a nord-ovest della città, che porterebbero alla dismissione degli attuali impianti[5].

Strutture e impianti[modifica | modifica sorgente]

Distrutto dai bombardamenti del 1944, il fabbricato viaggiatori è stato riedificato nelle forme attuali nel 1952. La facciata, con paramento in mattoni, è caratterizzata dalla presenza di cinque ampi finestroni a tutto sesto che ricordano quelli della vicina chiesa di San Giovanni Evangelista, interrotti, a circa metà della loro altezza, da una pensilina in cemento armato.

La stazione dispone di otto binari centrali, di cui sette serviti da banchina, e di tre binari tronchi posti in posizione laterale (piazzale nord).

Servizi[modifica | modifica sorgente]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello: aperta tutti i giorni feriali, sabato e festivi dalle 6:05 alle 20:35[6].
  • Biglietteria Biglietteria self-service, solo biglietti regionali (aperta 24/24 h)[7].
  • WC Servizi igienici
  • Biglietteria Capolinea autolinee
  • Parcheggio di scambio Parcheggio di scambio
  • Sottopassaggio Sottopassaggio
  • Scale mobili Ascensore
  • Accessibile Accessibilità per portatori di handicap
  • Bar Bar
  • Edicola Edicola

Movimento[modifica | modifica sorgente]

Servizio passeggeri regionale[modifica | modifica sorgente]

Piazzale binari della stazione di Ravenna.

La stazione è servita dai regionali delle tre linee ferroviaria su cui è posta:

Il servizio passeggeri è svolto da Trenitalia e da Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna (TPER).

Servizio passeggeri a lunga percorrenza[modifica | modifica sorgente]

La stazione è servita dal Frecciabianca Ravenna – Roma Termini; Durante il periodo estivo, inoltre, l'impianto è servito dai treni del mare di TPER BresciaPesaro, Bergamo – Pesaro (Freccia Orobica) e Cremona – Pesaro.

Servizio merci[modifica | modifica sorgente]

Data la sua vicinanza al porto, la stazione è importante scalo per il trasporto di merci verso Melzo Scalo e il Quadrante Europa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ RFI - Tutte le stazioni in Emilia-Romagna
  2. ^ Ravenna - Centostazioni
  3. ^ www.rfi.it, Stazioni dell'Emilia Romagna. URL consultato il 16-05-2013.
  4. ^ a b Giustini (1996), op. cit., p. 474
  5. ^ Ravenna, una nuova stazione ferroviaria a Fornace Zarattini | Ravenna24ore
  6. ^ Orario apertura biglietterie Trenitalia
  7. ^ Servizi in stazione-Trenitalia

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Andrea Giuntini, Le comunicazioni stradali e ferroviarie in Gian Carlo Susini, Luigi Lotti (a cura di), Storia di Ravenna. Volume V: l'età risorgimentale e contemporanea, Venezia, Marsilio Editori, 1996. ISBN 8831764004

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Ravenna
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Ferrara TriangleArrow-Left.svg Mezzano Pfeil links.svg Ferrara-Rimini
 (72+620)
Pfeil rechts.svg Classe TriangleArrow-Right.svg Rimini
Castel Bolognese
Faenza
TriangleArrow-Left.svg Godo Pfeil links.svg Castelbolognese-Ravenna
Faenza-Ravenna
 (41+09)