Stazione di Rapallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°21′03.89″N 9°13′51.92″E / 44.351081°N 9.231089°E44.351081; 9.231089

Rapallo
stazione ferroviaria
Rapallo dworzec.jpg
Stato Italia Italia
Localizzazione Rapallo
Apertura 1868
Stato attuale In uso
Linee Genova-Pisa
Tipo Stazione in superficie, passante
Binari 2
Interscambio Autobus urbani e suburbani
Dintorni Rapallo

La stazione di Rapallo è una fermata ferroviaria posta sulla linea ferroviaria Genova-Pisa che serve la località di Rapallo, città costiera posta all'incirca 32 km dal centro di Genova. L'impianto è gestito dalla società CentoStazioni.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La stazione ferroviaria in una foto d'epoca del 1907

La delibera venne proposta nel consiglio comunale rapallese il 7 novembre del 1859, approvata poi il 27 ottobre 1860, su richiesta del Regno d'Italia che, con un'opera costruttiva notevole, propose il collegamento ferroviario della Costa Azzurra con La Spezia e quindi Roma.

Sulla linea ferroviaria, o meglio dire sul tracciato, si scatenò però una vera e propria "guerra comprensoriale" tra i comuni viciniori del Golfo Paradiso-Tigullio occidentale. Poiché i lavori di costruzione procedevano molto a rilento, dovuti per la maggiore alla difficile morfologia del territorio di questo tratto di costa, i due comuni di Recco e Rapallo decisero assieme di far richiesta al Ministero dei Lavori Pubblici una modifica alla tratta. I due comuni proposero ai progettisti il collegamento diretto tra le due cittadine, passando quindi sotto il monte di Portofino, scartando inevitabilmente le previste stazioni "sulla carta" di Camogli e Santa Margherita Ligure. Queste ultime non fecero attendere molto la risposta di diniego, appellandosi anch'esse al ministero, contrastando il nuovo progetto proposto dalle due città maggiori. Nel 1862 il ministero si pronunciò definitivamente sulla bocciatura del "Progetto tunnel Recco-Rapallo" con le ovvie felicitazioni degli altri due comuni rivieraschi; la tratta seguì pertanto il tracciato scelto nel 1859.

La stazione in una foto d'epoca del 1921, pressappoco simile all'odierna struttura.

Nel 1867 si avviò ancora un ricorso da parte dell'ente comunale di Rapallo per una nuova deviazione della tratta, richiesta che fu respinta e che porterà alla demolizione dell'antica cappella di Sant'Agostino, considerata "d'intralcio ai lavori". Dopo anni di duro lavoro, la mattina del 31 ottobre 1868 una locomotiva a vapore, partita dalla stazione di San Michele di Pagana, giungerà a Rapallo per il suo primo viaggio inaugurale; dal 23 novembre dello stesso anno inizierà quindi il regolare traffico ferroviario passeggeri.

Ulteriori modifiche sul tracciato si ebbero nel 1909, su sollecito dei comuni di Recco e Rapallo, alimentato dal primo disastro ferroviario della tratta nella stazione di Santa Margherita Ligure il 23 agosto dello stesso anno.

Il 12 dicembre 1923 fu attivato il raddoppio del binario tra Santa Margherita Ligure e Zoagli e, contestualmente, venne ampliato il fabbricato viaggiatori di Rapallo[1].

Il 2 giugno 1957 venne soppressa il secondo impianto ferroviario di Rapallo, la fermata di San Michele di Pagana, a causa del basso numero di passeggeri allora registrato.

Nell'ambito dell'operazione "rete snella" adottata da RFI per la riduzione del numero di impianti da manutenere, il 31 ottobre 2004 la stazione di Rapallo fu trasformata in fermata [2], con soppressione di tutti i binari secondari e di tutti gli scambi, al pari di diverse altre stazioni della linea.

La stazione con la facciata giallo-rosa, prima dei lavori di restauro del 2012-2013

L'edificio ha subito sul finire degli anni novanta e inizi duemila un restauro conservativo degli ambienti, con colorazione della facciata in tinta giallo-rossa (in precedenza i colori utilizzati erano il rosa e il bianco) e lo spostamento della biglietteria dal piano superiore a quello inferiore, ricavato dall'attiguo spiazzo antistante la piazza.

L'attiguo magazzino merci è tuttora utilizzato come deposito materiali, mentre l'area dello scalo è stata trasformata in parcheggio multipiano interrato, gestito dalla società Metropark.

Nei primi mesi del 2012 sono stati finanziati nuovi lavori[3] di ripristino dei locali interni (alcuni di essi, come l'ex biglietteria del piano superiore, non più utilizzati dopo il precedente restauro), la manutenzione della struttura in generale con il rifacimento di una nuova colorazione della facciata (giallo-grigia), dell'illuminazione e degli altri impianti tecnologici. La fine dei lavori è prevista per la fine dell'anno 2013.

Servizi[modifica | modifica sorgente]

I binari

La stazione dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello: aperta tutti i giorni dalle 6:30 alle 20:00 [4]
  • Biglietteria Biglietteria self service dove si possono acquistare biglietti per i treni nazionali (attiva 24/24h)
  • Biglietteria Capolinea autolinee
  • Parcheggio di scambio Parcheggio di scambio
  • Sottopassaggio Sottopassaggio
  • Bar Bar
  • Edicola Edicola
  • WC Servizi igienici
  • Sala di Attesa Sala di attesa

Movimento[modifica | modifica sorgente]

La stazione è servita prevalentemente dalle relazioni regionali Trenitalia svolte nell'ambito del contratto di servizio con la Regione Liguria.

A Rapallo effettuano inoltre fermata i servizi Intercity Trenitalia e i treni che collegano Milano Porta Garibaldi a Sestri Levante, effettuati con materiale Trenord.

Interscambio[modifica | modifica sorgente]

Di fronte alla stazione è presente il capolinea ATP delle autocorse per le frazioni comunali e di collegamento con Chiavari e Recco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tra mare e monti da Genova alla Spezia, op. cit. p. 111.
  2. ^ Impianti FS, in "I Treni", anno XXV, n. 265 (dicembre 2004), p. 7. ISSN: 0392-4602.
  3. ^ Fonte dal sito Ferrovie dello Stato-Rapallo: al via la riqualificazione della stazione. URL consultato il 06-09-2012.
  4. ^ Orario aperurtura biglietterie

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Corrado Bozzano, Roberto Pastore, Claudio Serra, Tra mare e monti da Genova alla Spezia, Nuova Editrice Genovese, Genova, 2010. ISBN 978-88-88963-38-9

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Storia e immagini della stazione di Rapallo

Rapallo
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Genova TriangleArrow-Left.svg Santa Margherita Ligure-Portofino Pfeil links.svg Genova-Pisa
 (29+193)
Pfeil rechts.svg Zoagli TriangleArrow-Right.svg Pisa