Stazione di Napoli Piazza Garibaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima stazione della Circumvesuviana, vedi Stazione di Napoli Garibaldi.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima stazione della Metropolitana di Napoli, vedi Garibaldi (metropolitana di Napoli).

Coordinate: 40°51′09.25″N 14°16′14.61″E / 40.852569°N 14.270724°E40.852569; 14.270724

Napoli Piazza Garibaldi
stazione ferroviaria
Piazza Garibaldi L2.jpg
Stazione di Napoli Piazza Garibaldi
Stato Italia Italia
Localizzazione Piazza Garibaldi, Napoli
Attivazione 1925
Stato attuale In uso
Linee passante ferroviario
Tipo Stazione sotterranea, passante
Interscambi Autobus urbani ed extraurbani
Filobus
Tram
Italian traffic signs - icona stazione fs.svg Stazione di Napoli Centrale
Stazione di Napoli Garibaldi della Circumvesuviana
Stazione Garibaldi della Linea 1
Metropolitana di Napoli
Linea 2
White dot.svg  Pozzuoli Solfatara
White dot.svg  Bagnoli-Agnano Terme
White dot.svg  Cavalleggeri Aosta
linea 6 - Cumana White dot.svg  Napoli Campi Flegrei
White dot.svg  Napoli Piazza Leopardi
linea 6 White dot.svg  Napoli Mergellina
White dot.svg  Napoli Piazza Amedeo
Circumflegrea - Cumana White dot.svg  Napoli Montesanto
linea 1 White dot.svg  Napoli Piazza Cavour
Circumvesuviana White dot.svg  Napoli Piazza Garibaldi
White dot.svg  Napoli Gianturco

La stazione di Napoli Piazza Garibaldi è una stazione ferroviaria sotterranea, posta sul passante ferroviario, sotto la stazione di Napoli Centrale. È servita dai treni metropolitani della linea 2 e si trova in corrispondenza della stazione di Napoli Garibaldi della Circumvesuviana. In futuro sarà collegata anche con la stazione Garibaldi della linea 1 della metropolitana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La stazione entrò in servizio il 20 settembre 1925, con l'attivazione della tratta ferroviaria da Pozzuoli Solfatara a Napoli (la cosiddetta "metropolitana")[1].

Si trattava di una stazione in trincea a 4 binari, posta nel vecchio fabbricato viaggiatori di Napoli Centrale risalente al 1866[2], resosi libero grazie allo spostamento dei binari di superficie verso est[3].

In origine indicata come "piazzale basso" della stazione centrale, assunse la denominazione di Piazza Garibaldi il 12 maggio 1927[4].

Dopo la seconda guerra mondiale, in seguito alla costruzione del nuovo fabbricato viaggiatori di Napoli Centrale (195460) e conseguente abbattimento di tutti i fabbricati preesistenti, il "trincerone" della stazione di Piazza Garibaldi venne coperto, consentendo di ampliare notevolmente la piazza soprastante.

Movimento[modifica | modifica sorgente]

La stazione è servita esclusivamente dai treni metropolitani della linea 2, alcuni dei quali prolungano la corsa verso destinazioni regionali (Capua, Castellammare di Stabia, Formia e Salerno).

In passato la stazione era servita anche da treni a lunga percorrenza passanti, che evitavano l'inversione di marcia nella soprastante stazione di Napoli Centrale.

Servizi[modifica | modifica sorgente]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria Biglietteria
  • Scale mobili Scale mobili
  • Biglietteria Capolinea autolinee
  • Parcheggio di scambio Parcheggio di scambio
  • Sovrapassaggio Sovrapassaggio
  • Bar Bar
  • Edicola Edicola

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Prospetto cronologico dei tratti di ferrovia aperti all'esercizio dal 1839 al 31 dicembre 1926
  2. ^ Immagine d'epoca dell'interno
  3. ^ Pianta dell'epoca
  4. ^ Ordine di Servizio 63 - 1927

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 129 (Villa Literno - Napoli Gianturco).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Napoli Piazza Garibaldi
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Villa Literno TriangleArrow-Left.svg Napoli Piazza Cavour Pfeil links.svg Villa Literno-Napoli
 (215+971)
Pfeil rechts.svg Napoli Gianturco TriangleArrow-Right.svg Napoli
trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti