Stazione di London Paddington

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
London Paddington
stazione ferroviaria
Paddington Station.jpg
Stato Inghilterra Inghilterra
Localizzazione Londra
Attivazione 1838
Stato attuale In uso
Tipo Stazione di superficie

La stazione di London Paddington è una delle principali stazioni ferroviarie di Londra sita nel quartiere di Paddington da cui prende il nome.

È una stazione storica, essendo stata capolinea della Great Western Railway sin dal 1838. Gran parte delle strutture attuali della stazione risalgono al 1854 e vennero disegnate da Isambard Kingdom Brunel. Questa fu anche la prima stazione capolinea della Metropolitana di Londra nel 1863, quando era il terminal della Metropolitan and Metropolitan District Railways, la prima metropolitana ad essere stata costruita al mondo.

Nonostante la sua storicità e la necessità di preservare la sua antichità, essa è stata recentemente ristrutturata utilizzando delle architetture moderne ed è divenuta il terminal della linea Heathrow Express, servizio diretto con il Heathrow Airport. La stazione si trova nella zona 1 dei trasporti di Londra.

Ubicazione[modifica | modifica sorgente]

Il complesso della stazione è costituito da un isolato lungo e sottile delimitato da Praed Street nella parte anteriore e Bishop's Bridge Road in quella posteriore. Il lato ovest è parallelo alla Eastbourne Terrace mentre quello est è delimitato dal ramo di Paddington del Grand Union Canal. La stazione delle linee principali è ubicata in una trincea poco profonda oscurata dal complesso alberghiero posto di fronte ad essa, ma può facilmente essere vista dagli altri tre lati[1].

La stazione è ubicata in una strada molto stretta e nessuna delle strade che le sono intorno è una via di grande comunicazione. L'area circostante è essenzialmente residenziale ed in essa sono ubicati molti degli alberghi di Londra. Fino a poco tempo fa essa aveva pochi edifici adibiti ad uffici e gran parte del traffico pendolare orbitante sulla stazione veniva smistato sulle stazioni della Metropolitana di Londra comunicanti con quella del National Rail per raggiungere il West End o la City. Recentemente, a seguito della ristrutturazione della zona, sono stati costruiti diversi edifici destinati ad uffici[1][2].

Stazione National Rail[modifica | modifica sorgente]

Paddington Station

La stazione del National Rail è ufficialmente chiamata London Paddington, un nome usato comunemente fuori Londra, ma raramente dai londinesi. Parte della stazione, risale al 1854, quando venne costruita, su progetto di Isambard Kingdom Brunel, come capolinea della Great Western Railway. Oggi è una delle diciassette stazioni del Regno Unito ad essere gestite dal Network Rail[2][3].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La prima stazione aperta a Paddington fu il capolinea temporaneo della Great Western Railway sul lato ovest di Bishop's Bridge Road. Il primo collegamento realizzato dalla GWR da Londra per Taplow, vicino Maidenhead, iniziò nel 1838. Dopo l'apertura della stazione principale nel 1854, essa divenne un deposito merci. Dopo un lungo periodo nel quale venne lasciato in abbandono, esso è stato recentemente riutilizzato per la costruzione di un complesso residenziale e commerciale chiamato Paddington Waterside[2].

Statua di Isambard Kingdom Brunel, il progettista della stazione.

La stazione principale di Paddington, fra Bishops Bridge Road e Praed Street venne progettata da Isambard Kingdom Brunel al quale venne poi dedicata una statua posta all'interno della stazione. Il tetto è sostenuto da tre file di pilastri in ferro distanziati fra loro rispettivamente 20,70 m., 31,20 m. 3 21,30 m. ed è lungo 213 m..

Il Great Western Hotel, venne costruito su Praed Street di fronte all'ingresso della stazione fra il 1851 ed il 1854. La stazione venne sensibilmente ampliata fra il 1906 ed il 1915 realizzando una quarta arcata larga 33 m. parallela alle tre precedenti[2][4]

La stazione oggi[modifica | modifica sorgente]

La stazione di Paddington possiede 14 piattaforme, numerate da 1 a 14 da ovest ad est. Quelle da 1 a 8 sono ubicate sotto le tre arcate originali e quelle da 9 a 12 sotto la quarta arcata costruita successivamente. Le piattaforme 13 e 14 sono ubicate nella vecchia stazione Bishops Bridge station. Parallelamente a queste esistono due piattaforme passanti numerate 15 e 16, usate dalla linea Hammersmith & City Line della Metropolitana di Londra (vedi sotto)[5].

Le piattaforme 6 e 7 sono dedicate all'Heathrow Express, e quelle 13 e 14 possono essere usate soltanto da treni a 2 o 3 carrozze, impiegati per i servizi locali. Tutte le altre possono essere adoperate per ogni tipologia di convoglio. In linea di massima, comunque, la tendenza è di usare le piattaforme occidentali per le linee a lunga distanza e quelle orientali per i treni locali e l'Heathrow Connect.

L'area fra il retro del Great Western Hotel e l'atrio della stazione è nota come The Lawn. Essa era un tempo scoperta ma venne poi successivamente annessa alla stazione. Questa parte comunque è stata recentemente ristrutturata con il rifacimento della copertura e separata dall'atrio della stazione tramite una parete in cristallo. Essa è ora contornata da negozi, bar e ristoranti a più livelli[2][4]

Esistono dei cancelli per il controllo dei biglietti alle piattaforme 2-5 e 10-16.

Linee[modifica | modifica sorgente]

Paddington è la stazione capolinea per i treni a lunga percorrenza, gestiti dalla First Great Western, per Bristol, Bath, Gloucester, Worcester, Hereford, Exeter, Torquay, Plymouth, Truro e Penzance nell'ovest, e Newport, Cardiff e Swansea nel sud del Galles. Essa è anche impiegata come capolinea di treni locali per la zona ovest della Greater London e per la Valle del Tamigi, per esempio Oxford. Due linee collegano l'Aeroporto di Heathrow; l'Heathrow Express collegamento senza fermate intermedie, e l'Heathrow Connect sulla stessa linea ma con diverse fermate intermedie. Paddington è anche una stazione alternativa per i treni per Birmingham, usata quando la stazione di London Marylebone è non operativa per motivi diversi e per una corsa giornaliera diretta[6][7][8][9]

Stazione della Metropolitana[modifica | modifica sorgente]

Underground.svg Paddington
Paddington subsurface station building.jpg
Stazione della metropolitana di Londra
Inaugurazione 1863
Stato In uso
Linea Hammersmith & City Line
District Line
Circle Line
Bakerloo Line
Tipologia Stazione sotterranea
Mappa di localizzazione: Londra
Paddington
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°31′02.62″N 0°10′38.91″W / 51.517395°N 0.177476°W51.517395; -0.177476

La stazione della metropolitana è servita da diverse linee: la Hammersmith & City Line al piano della stazione principale, la District Line e la Circle Line in una trincea perpendicolare alla stazione principale e la Bakerloo Line in sede più profonda, sotto la stazione principale. Sulla mappa della Metropolitana la stazione sulla Hammersmith & City line, è indicata come stazione separata in quanto distante dalle altre tre[10].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Anticamente esistevano tre stazioni separate sulle linee che divennero poi della Metropolitana.

Il 10 gennaio 1863, le Metropolitan and Metropolitan District Railways aprì la prima linea di metropolitana di Londra e del mondo, da Paddington (Bishop's Road) a Farringdon. Le piattaforme di questa stazione erano sul lato nord della stazione principale con ingresso da Praed Street. Vi era un collegamento con la stazione principale che consentiva la realizzazione di un servizio regolare sulla diramazione per Hammersmith della GWR. La stazione venne rinominata Paddington il 10 settembre 1933. Dagli anni trenta fino agli anni sessanta, la Metropolitan Line e la GWR, per i servizi suburbani, condivisero due piattaforme, ma oggi la stazione è completamente indipendente a parte quella della Hammersmith & City Line[11][12]

Nel 1868 la Metropolitan Railway aprì una nuova diramazione a South Kensington, con una stazione chiamata Paddington (Praed Street) in una trincea attraverso la strada, a sud della stazione principale. Questa stazione venne rinominata Paddington l'11 luglio 1948 ed ora si trova sulla Circle Line. Essa è collegata alla stazione principale e alla Bakerloo line a mezzo di un sottopasso che attraversa Praed Street ed il Great Western Hotel[13].

La stazione sotterranea sulla Bakerloo Line, aprì il 1 dicembre 1913, con piattaforme poste sotto la stazione principale[14]

La stazione oggi[modifica | modifica sorgente]

Oggi le stazioni sulle linee della Metropolitana relative alla District, Circle e Bakerloo, sono collegate alla sala biglietteria da un corridoio sotterraneo che attraversa Praed Street. Esse possono essere considerate come una singola stazione e sono indicate in tale maniera sulle mappe della Metropolitana[5][10].

Le piattaforme della Hammermith & City Line sono separate dalle altre stazioni ed indicate come stazione separata sulla mappa, anche se site accanto a quelle della stazione principale e quindi intercomunicanti con le altre. L'intercambio fra le linee District, Circle e Bakerloo e la Hammersmith & City, obbliga i viaggiatori a percorrere un corridoio di collegamento per raggiungere la stazione principale, anche se il viaggio viene effettuato mediante il pagamento di un solo biglietto[5]

Linee servite[modifica | modifica sorgente]

Le tre doppie piattaforme esistenti nella stazione della Metropolitana di Paddington, servono le quattro linee che confluiscono in essa. Due delle piattaforme originarie della vecchia stazione di Bishop's Road vengono utilizzate dalla Hammersmith & City Line e serve i treni che vanno da Hammersmith a Barking. Le piattaforme della vecchia stazione di Praed Street servono i treni della Circle e District Line che vanno da Wimbledon a Edgware Road. Infine, le piattaforme sotterranee servono i treni della Bakerloo Line in servizio fra Elephant & Castle e Harrow & Wealdstone.[10]

Stazione Crossrail[modifica | modifica sorgente]

Fra il 2008 ed il 2015[15], verrà costruita una nuova stazione Crossrail sotto la stazione di Paddington, che collegherà questo nuovo servizio sia alle linee principali che alla Metropolitana. Il servizio dovrebbe entrare in funzione nel 2017[16].

La stazione di Paddington nella fiction[modifica | modifica sorgente]

Statua di Paddington Bear

Il personaggio della letteratura per bambini Paddington Bear, ha preso il nome dalla stazione di Paddington. Nella serie di libri che lo riguardano, egli è stato trovato alla stazione di Paddington da una famiglia inglese. Egli proveniva dal Perù ed aveva un'etichetta legata al polso con su scritto "per favore aiutate quest'orso, grazie". Nella realtà esiste una statua di Paddington Bear nella Hall della stazione[4][17]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Paddington Station Planning Brief (PDF), Westminster City Council, aprile 2008. URL consultato il 28 luglio 2008.
  2. ^ a b c d e Steven Brindle Paddington Station: Its history and architecture, English Heritage, 2004, ISBN 1-873592-70-1
  3. ^ Station Facilities for London Paddington, Association of Train Operating Companies. URL consultato il 9 giugno 2006.
  4. ^ a b c Architectural mini guide - Paddington (PDF), Network Rail. URL consultato il 28 luglio 2008.
  5. ^ a b c Paddington - Station Guide (PDF), Network Rail. URL consultato il 30 luglio 2008.
  6. ^ Current timetable vaild from Sunday 18 May until Saturday 13 December 2008, First Great Western. URL consultato il 2 agosto 2008.
  7. ^ Our Company, Heathrow Express. URL consultato il 2 agosto 2008.
  8. ^ Welcome, Heathrow Connect. URL consultato il 2 agosto 2008.
  9. ^ New Timetable to further improve punctuality, Chiltern Railways, 3 giugno 2005. URL consultato il 2 agosto 2008.
  10. ^ a b c Standard Tube Map (PDF), Transport for London, maggio 2008. URL consultato il 2 agosto 2008.
  11. ^ O.S. Nock, Underground Railways of the World, London, A & C Black Ltd, 1973, pp. 1–15.ISBN 0713613041
  12. ^ Christian Wolmar, The Subterranean Railway : how the London Underground was built and how it changed the city forever, London, Atlantic, 2004. ISBN 1-84354-022-3
  13. ^ O.S. Nock, Underground Railways of the World, London, A & C Black Ltd, 1973, pp. 17–32. ISBN 0-7136-1304-1
  14. ^ CULG - Bakerloo Line, Clive's Underground Lines Guide. URL consultato il 13 gennaio 2008.
  15. ^ Orders of the Day — Crossrail Bill, TheyWorkForYou.com, 19 luglio 2005. URL consultato il 23 marzo 2007.
  16. ^ "London Crossrail gets the go-ahead, Railway Gazette International, 5 ottobre 2007.
  17. ^ How It All Started, paddingtonbear.co.uk. URL consultato il 28 luglio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Londra - Principali stazioni ferroviarie Eurostar a London Waterloo

Blackfriars | Cannon Street | Charing Cross | Euston | Fenchurch Street | King's Cross | Liverpool Street | London Bridge | Marylebone | Moorgate | Paddington | St Pancras | Victoria | Waterloo