Stazione di Kōshien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kōshien
甲子園
stazione ferroviaria
Koshien Station.JPG
Vista della stazione
Stato Giappone Giappone
Localizzazione Nishinomiya, Hyōgo
Attivazione 1924
Stato attuale In uso
Linee Linea principale Hanshin
Tipo Stazione su viadotto passante
Passeggeri
al giorno
all'anno
Fonte: Hanshin
52.575 (2011)
-
Binari 4
Interscambi Bus
Dintorni Stadio Hanshin Kōshien
Note Codice: HS 14
Due treni espressi ai binari della stazione

La stazione di Kōshien (甲子園駅 Kōshien-eki?) è una delle principali stazioni ferroviarie della città di Nishinomiya nella prefettura di Hyōgo in Giappone. Dista 14,1 km ferroviari dal capolinea di Umeda per la linea principale.

Fino al 1975 ospitava anche la linea Hanshin Kōshien, soppressa in questa data.

La stazione prende il nome dal vicino stadio Hanshin Kōshien, dove si tengono gli incontri in casa della squadra Hanshin Tigers del NPB.

Linee[modifica | modifica sorgente]

Hanshin-logo-black.png Ferrovie Hanshin
Linea principale Hanshin

Struttura[modifica | modifica sorgente]

La stazione è realizzata su viadotto e dispone di due marciapiedi a isola e due laterali, con quattro binari passanti. I due marciapiedi laterali sono utilizzati per la sola discesa passeggeri, ai fini di dividere i sostenuti traffici di passeggeri della stazione. Il mezzanino, situato al piano terra, è collegato ai binari da scale fisse, mobili e ascensori.

0 L. principale per la discesa dei passeggeri
1-2 per Amagasaki, Ōsaka (Umeda), Namba e Kintetsu Nara
3-4 per Uozaki, Sannomiya, Akashi e Himeji
5 per la discesa dei passeggeri

Stazioni adiacenti[modifica | modifica sorgente]

« Servizio »
Linea principale Hanshin
Naruo Locale Kusugawa
Esp. sezionale Capolinea
Mukogawa Espresso
Esp. Rapido (weekend)
Imazu
Esp. Rapido (feriali) Nishinomiya
Noda Esp. Lim. sezionale Imazu
Amagasaki Esp. Lim. diretto1
Esp. Limitato
Esp. Rapido2
Nishinomiya
Transito Esp. Lim. diretto3 Transito
  • 1: Durante il giorno
  • 2: Mattina e sera dei giorni feriali
  • 3: Fascia di punta della mattiina

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]