Stazione di Figline Valdarno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°37′17.3″N 11°28′23.04″E / 43.621472°N 11.473067°E43.621472; 11.473067

Figline Valdarno
stazione ferroviaria
Vista ingresso Stazione di Figline Valdarno.JPG
Fronte del fabbricato viaggiatori
Stato Italia Italia
Localizzazione P.zza della Repubblica, Figline Valdarno
Attivazione 1863
Stato attuale in uso
Linee Ferrovia Firenze-Roma
Tipo stazione in superficie, passante, di diramazione
Interscambi autobus, parcheggio di interscambio e bici
Dintorni Reggello, Pian di Scò, Castelfranco di Sopra

La stazione di Figline Valdarno è una stazione ferroviaria a servizio del comune di Figline Valdarno sulla linea ferroviaria Firenze - Roma nel tratto fra Firenze e Arezzo.

La gestione degli impianti è affidata a Rete Ferroviaria Italiana (RFI) controllata del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

È una stazione di diramazione perché si trova vicino alla interconnessione con la linea direttissima Firenze-Roma. Un treno ogni ora si dirige a Firenze senza fermate intermedie, gli altri passano sulla linea storica via Pontassieve.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Vista della stazione nel 1918

La stazione fu aperta dalla Società per le strade ferrate romane, che serviva molte ferrovie dell'Italia Centrale, in data 8 aprile 1863 con l'apertura della linea Pontassieve-Montevarchi estesa pochi mesi dopo a Terontola.

Il fabbricato viaggiatori è lo stesso costruito nel 1863 sopravvissuto ai disastri della Seconda guerra mondiale, mentre la pensilina e le banchine vennero costruite nel 1935 con il raddoppio della linea. Infatti nei primi anni di esercizio della stazione esisteva soltanto la banchina del binario 1; il binario 4, invece, fu costruito con l'attivazione della "direttissima" nel 1986.

L'arresto di Garibaldi[modifica | modifica sorgente]

Dopo pochi anni dall'inaugurazione la stazione sale agli onori della cronaca nazionale ed internazionale: il 4 novembre 1867 fu arrestato Giuseppe Garibaldi, che dopo aver subito una disfatta nella battaglia di Mentana si stava dirigendo a Livorno.[2]
Il giorno dell'arresto una folla di Figlinesi aspettava l'eroe dei due mondi che sarebbe dovuto arrivare in stazione con il treno delle 16:47 per Firenze. Nel frattempo il generale Deodato Camosso era arrivato nella stazione di Figline con il treno delle 16:25 da Firenze insieme a sedici carabinieri e due compagnie di bersaglieri che ebbero il compito di sgombrare la folla dalla stazione e dalle sue adiacenze.
Una volta arrivato il treno di Garibaldi composto da quattro carrozze zeppe di volontari, il generale Camosso ordina a tutti di scendere sollevando un coro di insulti e fischi da parte dei volontari che insieme all'onorevole Francesco Crispi, accompagnavano Garibaldi il quale si rifiuta di scendere. Infine Garibaldi scende dal treno per esigenze fisiologiche, tuttavia esso si rifiuta di salire sul treno che lo trasporterà agli arresti domiciliari a Varignano. Garibaldi si fa condurre nella sala di attesa, dove richiede ed ottiene un pasto caldo; dopo poco il generale Camosso gli ordina di salire sul treno e prega Garibaldi di non costringerlo alla violenza. Garibaldi continua a disubbidire gli ordini di Camosso che a questo punto, ordina ai Carabinieri di trascinarlo con la forza sul treno. Garibaldi, ormai estenuato dalla lunghissima giornata, non oppone resistenza.
Garibaldi nelle sue "Memorie" ricorderà con queste parole il suo arresto nella stazione di Figline:

« ...viaggiando a tutta velocità, fui finalmente depositato all’antico mio domicilio del Varignano, dal quale mi lasciarono poi tornare alla mia Caprera  »

Situazione attuale[modifica | modifica sorgente]

Situazione attuale

Oggi la stazione è la più frequentata del Valdarno, appartiene alla categoria silver di RFI e il traffico giornaliero passeggeri è più di 3000 unità aumentando del circa 20% in solo quattro anni[3].
È usata soprattutto da pendolari e turisti provenienti da Figline e da paesi vicini come Reggello e Pian di Scò che si dirigono a Firenze. Lo scalo ha incominciato ad assumere grande importanza dagli anni novanta del secolo scorso grazie alla deurbanizzazione di Firenze. Sono infatti numerosi i pendolari che scelgono il treno al posto della macchina perché il veicolo privato impiega circa 50-60 minuti per raggiungere il centro del capoluogo toscano contro i 20-30 del treno[4].

Secondo RFI Figline Valdarno è la diciassettesima stazione per importanza (numero passeggeri, valore architettonico) tra quelle gestite dalla Regione Toscana[5] e la seconda stazione della provincia (dopo Firenze) per flussi turistici.[6]

Struttura ed impianti[modifica | modifica sorgente]

Fabbricati[modifica | modifica sorgente]

Vista notturna del fabbricato viaggiatori

Il fabbricato viaggiatori è una struttura di fine '800 in muratura e di color giallo; il fabbricato si compone su due piani: il primo piano è una abitazione privata mentre il piano terra offre i servizi per i viaggiatori e l'ex ufficio del capostazione. L'edificio è composto da sei finestre monofore ad arco a tutto sesto per quanto riguarda il lato maggiore e quattro per quel che riguarda il lato minore.

Accanto al fabbricato viaggiatori è presente un fabbricato ad un solo piano costruito in epoca recente che ospita l'Apparato centrale elettrico a itinerari della stazione.

All'estremità sud della banchina del binario 1 si trova un altro fabbricato dove ha sede dell'officina riparazioni.

Sul lato nord del binario 1 ci sono altri piccoli fabbricati ad un solo piano: il primo ospita i servizi igienici, ancora un po' più a nord, in un altro fabbricato, trovano posto gli alloggi per gli operai dell'officina riparazioni ed infine il magazzino merci che è molto simile agli altri magazzini delle stazioni ferroviarie italiane.

Tutti questi fabbricati sono di color giallo-arancio e tenuti molto bene ad eccezione del magazzino merci che è stato venduto a privati.

Piazzale binari[modifica | modifica sorgente]

Schema grafico del piazzale binari

Il piazzale si compone di quattro binari più due tronchi al lato sud della stazione. Nel dettaglio:

  • Binari tronchi, usati come ricovero dei macchinari addetti alla manutenzione della linea; entrambi non sono elettrificati.
  • 1: viene usato per le eventuali precedenze e per i treni che hanno capolinea a Figline Valdarno.
  • 2: è un binario di corsa della LL, fermano i treni in direzione Firenze, Prato e Pistoia.
  • 3: è un binario di corsa LL, fermano i treni diretti a Arezzo, Chiusi e Montevarchi
  • 4: è un binario di corsa della DD[7] viene utilizzato per i treni diretti a Perugia, Foligno e Roma.

Tutti i binari sono provvisti di banchina ma solo i binari 2 e 3 hanno una pensilina in ferro battuto (risalente al raddoppio della linea avvenuto nel 1935) mentre il binario 4 dispone di una piccola pensilina riparapioggia in acciaio e plexiglas (installata nel 2009); tutte le banchine sono collegate fra loro da un sottopassaggio di proprietà del comune.

L'area dell'ex scalo merci ospita una stazione radio base del servizio Global System for Mobile Communications-Railway di Rete Ferroviaria Italiana.

Servizi[modifica | modifica sorgente]

Sala d'attesa

La stazione offre i seguenti servizi:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello: aperta tutti i giorni dalle 6:20 alle 19:40[8]
  • Biglietteria automatica Biglietterie self-service (solo biglietti regionali) attive 24/24 h[9].
  • Parcheggio di scambio Parcheggio di interscambio[9] (lato Piazza Caduti di Pian d'Albero)
  • Parcheggio bici Parcheggio bici[9]
  • Sottopassaggio Sottopassaggio
  • WC Servizi igienici (a pagamento)
  • Bar Bar
L'atrio biglietteria

Per quanto riguarda le informazioni ai viaggiatori la stazione dispone di numerosi monitor che visualizzano gli arrivi, le partenze e gli eventuali ritardi dei treni ed altrettanti altoparlanti che coprono tutta la stazione. Sia i monitor sia gli altoparlanti sono dotati di software CTC Plus[10].

Movimento[modifica | modifica sorgente]

Una convoglio trainato da una locomotiva FS E.464
Vista dei binari 3 e 4 dopo una nevicata

La stazione è impresenziata in quanto è gestita in telecomando dal Dirigente centrale operativo (DCO) di Firenze Campo di Marte[11].

Passeggeri[modifica | modifica sorgente]

Con l'attivazione del Memorario la frequenza dai treni è aumentata a quattro treni orari[1] sia verso sud che verso nord.

La tipica offerta nei giorni lavorativi (escluse ore di punta) prevede verso Nord:

I treni verso sud invece fermano nei minuti:

  • Minuto "16: treno semi-veloce diretto ad Arezzo[1]
  • Minuto "29: treno metropolitano a Montevarchi[1]
  • Minuto "38: treno veloce diretto a Roma Termini o Foligno[1]
  • Minuto "56: treno metropolitano che effettua fermate in tutte le stazioni diretto ad Arezzo[1]

Circa 142 treni effettuano servizio in questa stazione[12]. Grazie all'elevato numero dei treni il flusso dei viaggiatori si mantiene eccellente durante tutto l'arco della giornata.

Merci[modifica | modifica sorgente]

L'ex magazzino merci

Il servizio merci è da tempo assente. Oggi (2011) lo scalo merci è stato in parte smantellato in questo momento ospita il cantiere centrale dove vengono montati i pannelli fonoassorbenti che verranno poi installati ai lati della ferrovia che costeggia il territorio comunale di Figline Valdarno.[13] Lo scalo merci, più vicino, ancora attivo è a San Giovanni Valdarno.

Interscambi[modifica | modifica sorgente]

Carri addetti alla manutenzione della linea in sosta presso l'officina della stazione

Auto[modifica | modifica sorgente]

Dal lato Piazza Caduti di Pian d'Albero è disponibile un grosso parcheggio di interscambio che contiene circa 700 posti auto.[14] Tuttavia, a causa dell'importanza della stazione e del forte afflusso di passeggeri il parcheggio si è reso insufficiente tanto che la Provincia di Firenze (dopo varie sollecitazioni dei comuni di Figline Valdarno, Reggello, Incisa e del comitato pendolari Valdarno Direttissima) ha deciso di ampliarlo[3]

Autobus[modifica | modifica sorgente]

Dal lato del fabbricato viaggiatori (lato Piazza della Repubblica) percorsi pochi metri in direzione Sud è presente l'autostazione autobus che collega le località non servite da ferrovia con orari che permettono la coincidenza con i treni. Il servizio è operato da due società consortili:

Car pooling[modifica | modifica sorgente]

Per chi proviene o è diretto a Reggello è disponibile il servizio di Car pooling;[15] orari, informazione e le modalità di servizio si trovano sul sito youtrip.it

Bici[modifica | modifica sorgente]

Ad entrambe i lati della stazione sono presenti numerose rastrelliere poco prima dell'entrata del sottopassaggio.

Taxi[modifica | modifica sorgente]

Dal lato Piazza della Repubblica è possibile chiamare o prenotare un servizio taxi. I contatti sono indicati sugli appositi cartelloni appena fuori dal sottopassaggio.

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edoardo Mori, In treno da Roma a Firenze, un secolo di costruzioni ferroviarie, Calosci Cortona, 1986.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Figline Valdarno
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Firenze TriangleArrow-Left.svg Incisa Pfeil links.svg Firenze–Roma
 (274+378)
Pfeil rechts.svg San Giovanni Valdarno TriangleArrow-Right.svg Roma