Stazione di Faenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°17′35.79″N 11°52′59.03″E / 44.293275°N 11.883065°E44.293275; 11.883065

Faenza
stazione ferroviaria
Stazione Faenza 03.JPG
Stato Italia Italia
Localizzazione Faenza, Piazza C. Battisti 7[1]
Attivazione 1893
Stato attuale in uso
Linee Bologna-Ancona
Firenze-Faenza
Faenza-Lavezzola
Faenza-Ravenna
Tipo stazione in superficie, passante, di diramazione
Binari 7
Interscambi parcheggio auto e bici, capolinea autobus, stazione dei taxi

La stazione di Faenza è la stazione ferroviaria principale servente l'omonima città, in provincia di Ravenna. Si trova lungo la linea Bologna-Ancona e posta al capolinea della Ferrovia Faentina (Faenza-Firenze).

La gestione dei locali commerciali è affidata a Centostazioni mentre gli spazi funzionali all'attività ferroviaria sono gestiti da Rete Ferroviaria Italiana (RFI).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima stazione di Faenza venne costruita nel 1861 con il completamento della Ferrovia Adriatica.

Nel 1893 con l'apertura della Ferrovia Faentina si decise di costruire la nuova stazione che si trova ancora oggi in quel luogo. Tuttavia lo spostamento della stazione causò l'allontanamento della stessa dal centro cittadino; questo problema rese necessaria la costruzione di un collegamento fra il centro e l'impianto (Viale Beccarini) che causò l'abbattimento di parte della cinta muraria e lo stravolgimento del tessuto urbano di Borgo della Ganga.

La stazione fu in seguito distrutta dai bombardamenti bellici della seconda guerra mondiale; venne ricostruita nel 1948[2] dall'architetto Roberto Narducci che aveva già ricostruito numerose stazioni ferroviarie nel periodo post-bellico.

Nel 2009 Centostazioni e RFI hanno portato a termine una ristrutturazione generale dell'immobile e l'adeguamento degli impianti tecnologici a norma di legge.[3]

Da molti anni sono in corso i lavori per costruire ascensori che evitino l'uso delle scale per raggiungere la parte inferiore del sottopassaggio per poi risalire su di un'altra banchina.[4]

Con il progetto Metropolis, il comune di Faenza vorrebbe qualificare gli spazi antistante la stazione, in particolare lo scalo merci: si prevede la realizzazione di nuovi complessi residenziali (circa 30 000 m3), la costruzione di un nuovo terminal autobus e la realizzazione di nuove piste ciclabili.[5]

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Piazzale binari della stazione

Il fabbricato viaggiatori è di evidente stile razionalista tipico delle stazioni progettate dal Narducci: si tratta di un edificio a forma di parallelepipedo rettangolo su due livelli; al piano terra ci sono due grosse aperture rettangolari ai lati mentre al piano superiore una ampia vetrata illumina l'atrio interno del fabbricato. Dal fabbricato viaggiatori si diramano in modo asimmetrico due edifici ad un solo piano in mattone che ospitano i locali tecnici ed il bar ristorante. All'estremità di questi due edifici ci sono altri due fabbricati su tre livelli, non aperti ai viaggiatori.

La pianta dei fabbricati è rettangolare.

Il piazzale è composto da sette binari. Nel dettaglio:

  • Binario 1: su tracciato deviato, appartenente alla linea Faentina
  • Binario 2: su corretto tracciato deviato, appartenente alla linea Faentina
  • Binario 3: su corretto tracciato appartenente alla linea Adriatica; generalmente fermano i treni con la numerazione pari (verso Nord)
  • Binario 4: su corretto tracciato appartenente alla linea Adriatica; generalmente fermano i treni con la numerazione dispari (verso Sud)
  • Binari 5, 6 e 7: sono binari su tracciati deviati (eccezion fatta per il 5 che è in corretto tracciato per Ravenna-Lavezzola) e vengono generalmente usati per i treni che hanno come capolinea Faenza, per i treni tra Firenze S.M.N. e Ravenna (molto radi) o per le eventuali precedenze fra i treni.

Tutti questi binari sono dotati di banchina, coperti da una lunga pensilina in muratura e collegati fra loro da un sottopassaggio.

Sono inoltre presenti altri binari (privi di banchina e collegamento con gli altri binari) che vengono utilizzati per il ricovero dei mezzi non in servizio. Tra questi convogli, si annoverano numerose ALn 668 serie 1900 e rimorchi Ln.664, oltre a svariati Minuetto turbodiesel. Questi tipi di treno vengono usati nelle linee afferenti al nodo faentino.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione offre i seguenti servizi:

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio passeggeri è svolto in esclusiva da parte di Trenitalia (controllata del gruppo Ferrovie dello Stato) per conto della Regione Emilia-Romagna.

I treni sono di tipo Regionale, Intercity, IntercityNotte e Frecciabianca.

In totale sono circa centoquarantotto[8] i treni che effettuano servizio in questa stazione e le loro principali destinazioni sono: Bologna Centrale, Ancona, Rimini, Milano Centrale e Piacenza.

Il flusso dei viaggiatori si attesta a circa 1525 passeggeri di estate e 2846 in inverno[5] con un totale di circa 2 milioni e 600 000 viaggiatori annui[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Faenza
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Bologna TriangleArrow-Left.svg Castelbolognese-Riolo Terme Pfeil links.svg Bologna-Ancona
 (49+062)
Pfeil rechts.svg Forlì TriangleArrow-Right.svg Ancona
Firenze TriangleArrow-Left.svg Brisighella Pfeil links.svg Firenze-Faenza
 (100+949)
Faenza-Lavezzola
Faenza-Ravenna
 (17+052)
Pfeil rechts.svg Granarolo Faentino TriangleArrow-Right.svg Lavezzola
Ravenna