Stazione di Brindisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 40°38′03.46″N 17°56′21.39″E / 40.634294°N 17.939275°E40.634294; 17.939275

Brindisi
stazione ferroviaria
Brindisi railway station.JPG
Stato Italia Italia
Localizzazione Piazza Francesco Crispi
Attivazione 1864
Stato attuale In uso
Linee Ancona-Lecce
Potenza-Brindisi
Tipo stazione passante in superficie, di diramazione
Interscambi autobus urbani, taxi
Dintorni centro storico
Il piazzale binari

La stazione di Brindisi è la principale stazione ferroviaria di Brindisi e della sua provincia. Si trova in Piazza Francesco Crispi, nel centro della città.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La stazione nasce nel 1864 in una zona all'epoca in piena espansione. Costruita come una tipica stazione di transito presentava una struttura caratterizzata da una tettoia a falde piane che copriva i due binari di corsa e quello di attraversamento con le relative banchine.

Movimento[modifica | modifica sorgente]

La stazione è un importante snodo ferroviario della Puglia, punto di incontro tra la Ferrovia Adriatica e la Potenza-Brindisi.

La stazione è scalo di riferimento di molti comuni della provincia di Brindisi centro-meridionale e del tarantino orientale.

Oggi la stazione presenta otto binari utilizzati da Trenitalia e un collegamento con la stazione di Brindisi Marittima, una volta collegata tramite navi alla Grecia, e oggi è quasi del tutto smantellata.

La stazione è stata inserita nel programma di riqualificazione dei principali scali italiani, curata da Cento Stazioni, società controllata dalle Ferrovie dello Stato. Il progetto prevede un aumento e una rimodulazione degli spazi al servizio dei viaggiatori con un miglioramento sensibile dei servizi.

Servizi[modifica | modifica sorgente]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria Biglietteria automatica
  • Biglietteria Capolinea autolinee
  • Sottopassaggio Sottopassaggio
  • Bar Bar
  • Edicola Edicola
  • WC Servizi igienici
  • Tabacchino
  • Telefono pubblico
  • Distributori automatici

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti