Stavkirke di Borgund

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Edificio religioso}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
La stavkirke di Borgund

La stavkirke di Borgund (Borgund stavkyrkje) è una chiesa in legno strutturale situata a Borgund, nel comune di Lærdal, nella contea Sogn og Fjordane, in Norvegia. È classificata come stavkirke a tre navate del cosiddetto tipo-Sogn. Questa è anche la meglio preservata delle 28 stavkirke rimanenti in Norvegia. Fu probabilmente costruita alla fine del XII secolo, dato che studi dendrocronologici hanno dimostrato che il legno utilizzato per la sua costruzione venne tagliato nell'inverno tra il 1180 e il 1181.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È menzionata per la prima volta da una fonte scritta nel 1342. Dedicata a sant’Andrea, fu utilizzata come chiesa sino al 1868, quando al suo fianco venne costruita la nuova chiesa di Borgund. Fu acquistata dalla Società per la conservazione dei monumenti antichi nel 1877 e da allora cominciò il suo utilizzo a scopi turistici, convertendola in un museo.

La chiesa venne indagata tra il 1969 e il 1986. Gli scavi archeologici hanno messo in luce resti di edifici de in legno, forse appartenenti ad una chiesa precedente.

Costruzione[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte della costruzione medievale della chiesa si è conservato. L’edificio sacro è costituito da navata, coro e abside ed è circondato da una galleria esterna (sval).

Anche l’interno è piuttosto ben conservato, anche se il crocifisso medievale in legno fu eliminato durante la Riforma Protestante. Il pavimento e le panche addossate alla parete della navata si sono conservate parzialmente. Inoltre vi sono un altare di pietra e una fonte battesimale di steatite, entrambi di origine medievale.

Il pulpito è del periodo tra 1550 e il 1570 e la pala d'altare del 1654. Il dipinto della pala d’altare presenta una crocifissione al centro, ai cui fianchi si dispongono la Vergine Maria e Giovanni Battista. Nella parte del timpano vi è dipinta una colomba su fondo azzurro con una iscrizione dorata su fondo scuro.

Diverse iscrizioni runiche si trovano sulle mura della chiesa; una di esse dice: Tor scrisse queste rune durante la sera del raduno di St. Olav. Un'altra dice: "Ave Maria". Le scritte si trovano sul portale a est della chiesa.

Centro turistico[modifica | modifica sorgente]

La stavkirke di Borgund è proprietà della Fortidsminneforeningen (La Società per la Preservazione degli antichi monumenti norvegesi). La chiesa di Borgund è un centro turistico piuttosto visitato, fatto che ha generato alcuni problemi conservativi. Nel 1973 si è messo in opera un nuovo pavimento per proteggere l’originale e sono state attuate alcune restrizioni per le visite. Ha un centro visitatori con un piccolo antiquarium e alcuni servizi turistici. Sono inoltre percorribili alcuni antichi sentieri che partono e arrivano alla chiesa attraversando Sverrestigen e Vindhella.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Bibliografía[modifica | modifica sorgente]

  • Valebrokk, Eva og Thiis-Evensen, Thomas : Levende fortid. De utrolige stavkirkene. – * Boksenteret – ISBN 82-7683-024-2
  • Christie, Håkon … Da Fortidsminnesmerkeforeningen reddet stavkirkene, Fortidsminneforeningens Årbok 1978 s.43-62
  • Blindheim, Martin : Gothic Painted Wooden Sculpture in Norway 1220–1350 Oslo 2004, ISBN 82-7631-072-9
  • Bugge, Gunnar og Mezzanotte, Bernardino, Stavkirker, Oslo 1993 ISBN 82-504-2072-1
  • Bugge, Gunnar, Stavkirkene i Norge, Oslo 1981 ISBN 82-09-01890-6

Hauglid, Roar, Norske Stavkirker, Oslo 1973

  • Aaraas, Margrethe Henden, Djupedal, Torkjell, Vengen, Sigurd og Førsund, Finn * Borgen, «Hopperstad stavkyrkje - På kyrkjeferd i Sogn og Fjordane», bind 2, Sogn og Fjordane fylkeskommune 2000. s. 288-295, ISBN 82-91722-14-5

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]