StarTopia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
StarTopia
Sviluppo Mucky Foot Productions
Pubblicazione Eidos Interactive, Leader
Data di pubblicazione 2001
Genere God game, Gestionale, Strategia in tempo reale
Tema Fantascienza
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multigiocatore
Piattaforma Microsoft Windows
Supporto CD-ROM
Requisiti di sistema Pentium II 300MHz Processore,
32 MB (64 MB) RAM,
compatibile DirectX 3D 16 MB (32 MB) Scheda video,
compatibile DirectX Scheda audio,
versione 7.0 DirectX,
350 MB spazio libero Hard Disk,
Lettore CD
Periferiche di input Mouse, tastiera

StarTopia è un videogioco di tipo gestionale e God game (con paesaggio, unità e strutture 3D), ambientato in un ipotetico futuro su di una grande base spaziale dove ci si deve occupare del suo sviluppo economico e del benessere di varie specie di alieni. È stato sviluppato da Mucky Foot Productions e distribuito nell'anno 2001.[1]

StarTopia trae ispirazione da alcune opere di fantascientifiche come 2001: odissea nello spazio (l'assistente del giocatore, VAL, è una parodia di HAL 9000).

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

StarTopia propone un gameplay a metà tra il God game e lo Strategico in tempo reale. Al giocatore è affidato il delicato compito di occuparsi della gestione di una base spaziale, costruendo importanti edifici, mantenendo alto l'umore dei visitatori ed annientando rivali e spie nemiche.

Il giocatore ha il potere di teletrasportare la maggior parte degli oggetti visibili.

La valuta utilizzata nel gioco è l'Energia (o "E"), che può essere ripristinata attuando il riciclaggio di rifiuti o completando incarichi occasionali (come riabilitare dei criminali che giungono sulla base o guarire dei pazienti). L'Energia è necessaria per acquistare i "pacchetti" che contengono gli edifici (blu), le tecnologie (verdi) e i droidi Scuzzer (gialli), o per sbloccare i segmenti della base aprendo le paratie, e consentendo quindi al giocatore di espandersi. Tuttavia, alcuni segmenti possono essere in mano a dei nemici, e dovranno essere conquistati ingaggiando una guerra. Ogni visitatore alieno che giunge sulla base può essere "interrogato" dal giocatore per conoscere i suoi bisogni (il visitatore si esprimerà a gesti: farà cenno di no, farà cenno con la mano per dire "così così" o annuirà arrabbiato), e può essere assunto come impiegato per garantire la funzionalità degli edifici.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Sono presenti tre modalità: Missioni, Libera o Multiplayer. Nella modalità Missioni il giocatore sarà chiamato a svolgere una serie di missioni. Gli edifici da costruire e le azioni che potrà compiere saranno però limitate. Nella modalità Libera, il giocatore potrà gestire la propria base spaziale senza dover seguire un determinato obiettivo, selezionando anche i parametri per la partita. Nella modalità Multiplayer, infine, si competerà con altri giocatori cercando di vincere degli scenari. Il Multiplayer è disponibile in LAN o Internet.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Visitatori[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei visitatori è predisposta per svolgere un determinato impiego.

Dahanese Siren
Alieni in grado di infondere piacere alle altre razze;[2]
Groulien Salt Hog
Sono alieni umanoidi dalla faccia di maiale. Lavorano nelle Fabbriche e nel Riciclatore;[3]
Grekka Targ
Sono esperti in comunicazione e mantengono funzionante il Comm-Sensor della base permettendo al giocatore di ricevere incarichi o di comunicare con navi spaziali di passaggio;[4]
Grigi
I Grigi sono piccoli alieni grigi con due grandi occhi neri. Il loro impiego è lavorare all'interno delle infermerie;[5]
Polvakian Gem Slug
È un alieno aristocratico con le sembianze di lumaca. Non ha alcun compito se non quello di spendere all'interno della stazione spaziale;[6]
Kasvagoriani
I Kasvagoriani sono gli alieni più bellicosi del gioco, sono alti e grossi e si occupano della sicurezza della stazione;[7]
Karmarama
Sono i "fricchettoni" del gioco. Sono alieni molto buffi di colore viola. Vengono impiegati nel Bioponte dove si occupano di giardinaggio;[8]
Turakken
Sono alieni "siamesi" di colore verde e vestiti in camice. Il loro compito è essere impiegati per effettuare ricerche nei laboratori;[9]
Zedem Monk
Il loro compito è redimere spiritualmente le altre razze aliene.[10]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Arona Daal
È un contrabbandiere che contatterà occasionalmente il giocatore per vendergli degli oggetti a prezzi speciali;
VAL
Acronimo di Virtual Artificial Lifeform. È il "mentore" del giocatore, e spesso interverrà spiegandogli cosa deve fare o consegnandogli importanti messaggi.

Droni[modifica | modifica wikitesto]

Nella stazione spaziale sono utilizzati dei droni chiamati Scuzzer che svolgono operazioni di creazione, pulizia, riparazione degli edifici o di effettuare riciclaggio di rifiuti. Vi sono anche Security Scuzzer in grado di proteggere la stazione spaziale da minacce quali spie, creature pericolose e visitatori malfamati.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Startopia Overview, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «StarTopia is a computer game from Mucky Foot Productions and published by Eidos in 2001».
  2. ^ Dahanese Siren, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «Sirens are hedonistic, pleasure seeking creatures who strut around in G-strings and codpieces, providing love telepathically to the station's lovelorn in love nests».
  3. ^ Groulien Salt Hog, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «Groulien salt-hogs, or just "salt hogs" for short, are the manual laborers of the galaxy».
  4. ^ Grekka Targ, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «The Thyorian Grekka Targ, or just Targs for short, are an insectoid species seen quite often in various areas of the galaxy».
  5. ^ Grey, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «Greys are known for being the best medical practitioners in the galaxy».
  6. ^ Polvakian Gem Slug, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «They produce nothing, are consummate hedonists».
  7. ^ Kasvagorian, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «Kasvagorians, or just Gors for short, are the biggest, toughest, meanest species in the galaxy».
  8. ^ Karmarama, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «These hippy, trippy dudes are at home with Mother Earth».
  9. ^ Turakken, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «The Turakken are natural scientists and engineers».
  10. ^ Zedem Monk, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «Preaching and offering inter-species council from their famed Star temples, the monks of Zedem are out to spread their gospel of peace and guilt».
  11. ^ Scuzzer, Wikia. URL consultato il 21 giugno 2014.
    «Scuzzer droids are the stations robotic helpers».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi