Stapelia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Stapelia
Stapelia gigantea HabitusFlower BotGardBln0806a.jpg
Stapelia gigantea
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Gentianales
Famiglia Asclepiadaceae
Tribù Stapeliae
Genere Stapelia
Classificazione APG
Ordine Gentianales
Famiglia Apocynaceae
Sottofamiglia Asclepiadoideae
Tribù Ceropegieae
Sottotribù Stapeliinae
Specie
  • vedi testo

Stapelia è un genere di piante succulente della famiglia delle Asclepiadaceae (Apocynaceae secondo la classificazione APG[1]) che comprende circa 60 specie originarie dell'Africa meridionale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono piante succulente a fusti inizialmente eretti, che iniziano a prostrarsi man mano che aumentano di lunghezza; dal fusto principale partono facilmente piccole diramazioni.
Il colore va dal verde chiaro fino ad arrivare al rosso scuro per alcune specie. In estate produce grandi fiori a cinque lobi, di odore solitamente sgradevole. Sembra infatti che l'odore poco gradevole attiri gli insetti pronubi e quindi ne faciliti l'impollinazione entomofila.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Fiore di Stapelia lepida

Comprende le seguenti specie:[2]

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Esposizione[modifica | modifica wikitesto]

Pianta che vive bene in pieno sole avendo cura di proteggerla dai raggi solari nelle ore più calde della giornata. In inverno mal tollera temperature inferiori ai 5 °C.

Annaffiature[modifica | modifica wikitesto]

Durante il periodo vegetativo (da marzo a settembre) innaffiare regolarmente circa una volta a settimana e comunque non lasciare inaridire il terreno per molti giorni. In inverno, se tenuta all'interno, tenere la pianta lontana dai caloriferi e continuare ad innaffiare regolarmente; se tenuta in clima freddo sospendere completamente le innaffiature.

Substrato[modifica | modifica wikitesto]

Come per tutte le piante succulente, orientarsi verso una miscela di terriccio che offra un buon drenaggio, costituita da un 75% di lapillo o pomice e 25% di sostanza organica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 161, nº 2, 2009, pp. 105–121. URL consultato il 21 gennaio 2014.
  2. ^ Genus Stapelia in The Plant List. URL consultato il 21 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Sigrid Liede-Schumann & Ulrich Meve, Stapelia in The Genera of Asclepiadoideae, Secamonoideae and Periplocoideae (Apocynaceae).
botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica